Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

venerdì 25 luglio 2014

È più facile prevedere il mercato o le partite?

Mercato Betfair
Quando mi trovo in discussioni legate al trading sportivo, noto che è poco chiaro un punto fondamentale della questione. Spesso mi capita di sentire frasi del tipo "nel betting exchange si mette da parte il pronostico e guadagni sulle oscillazioni delle quote". La prima parte della frase, non la ritengo corretta. 

Il betting exchange e i relativi guadagni sulle piattaforme è possibile farli esclusivamente avendo una buona capacità di pronostico. Ciò che differenzia le piattaforme di punta e banca rispetto a quelle dei bookies, sta nel fatto che i pronostici, è possibile farli anche sul mercato.

Ora, il punto è questo: è più semplice prevedere l'andamento del mercato o quello delle partite? La risposta che è giusto dare, per me, è: dipende. Da cosa? Dalle caratteristiche di ognuno. Se una persona si ritiene brava nel leggere l'andamento della partita, è giusto che proceda con strategie in grado di esaltare questa caratteristica. Dunque, tendenzialmente si opererà in live, oppure in prematch ma sempre con l'intento di chiudere la posizione in live.

Se una persona si ritiene più brava a prevedere il mercato, allora opererà tendenzialmente (attenzione, mai esclusivamente), in prematch. Io, rientro in questa seconda categoria. Mi risulta più facile comprendere l'andamento dei vari mercati, rispetto alle partite. La differenza consiste principalmente nel fatto che il mercato è incapace di determinare oscillazioni di grandi entità (tranne in qualche eccezione). Dunque, sarà necessario operare con una certa continuità per ottenere dei discreti guadagni. 

Chi sceglie la strada della previsione della partita, si avvicina più al betting tradizionale, con il vantaggio di avere maggior controllo sulla situazione. Un goal fatto da una delle due squadre potrebbe determinare un crollo di una quota, in grado di farvi ottenere un gustoso all green o una brutta perdita. Insomma, maggiori rischi, ma anche guadagni potenzialmente importanti.

giovedì 24 luglio 2014

LGA Malta paga le vincite. E in Italia?

Gaming Authority
Il regolatore di Malta ha sospeso la licenza ad un operatore di gioco a seguito dei tanti reclami dei giocatori di irregolarità nei pagamenti. L’Autorità maltese ha inoltre comunicato ai giocatori che garantirà personalmente il pagamento.

Gli utenti coinvolti dovranno mandare una mail a complaints.lga@lga.org.mt con i propri dati (nome, cognome, documento, username utilizzata sul sito di gioco) e l’importo che hanno in sospeso con l’operatore di gioco.

Non si conoscono i tempi del rimborso, però è un segnale di tutela nei confronti degli scommettitori. Segnale che in Italia non si è ancora visto. Non sempre i Monopoli si sono schierati dalla parte degli utenti finali, che in casi di contenziosi si ritrovano a dover ricorrere ai tribunali, oscurando ancor più l’immagine del gioco in Italia.

mercoledì 23 luglio 2014

Applicare filtri nel betting exchange

Pallone in rete
Credit Photo
Ok. Avete scelto la vostra strategia e sembra anche funzionare abbastanza bene. Cosa resta da fare? Applicare filtri. Di cosa si tratta? Di una serie di "paletti" da inserire all'interno delle vostre strategie, al fine di perfezionare l'efficacia delle strategie adottate.

Una strategia potrebbe essere adatta ad un campionato, piuttosto che ad un altro. E dunque, è bene scremare i campionati che potrebbero non fare al caso nostro. Se usiamo una strategia dove occorre la presenza di goal, tenderemo ad escludere tutti quei campionati dove il numero medio di goal, è basso (Campionato Argentino, Brasiliano, Danese ecc). Non solo. Tenderemo ad escludere anche tutte quelle squadre tendenzialmente abbonate agli Under 1.5 e 2.5.

Questo è solo un piccolo esempio del funzionamento alla base del filtraggio. Ma ci possono essere innumerevoli altre varianti. Ad esempio, io cerco di fare molta attenzione alle formazioni ufficiali, che solitamente vengono diramate 1 ora prima del match. Durante i Mondiali, il sito ufficiale della Fifa era una buona fonte di informazione per conoscere i 22 in campo, prima delle testate giornalistiche. Dunque, nel caso di un evento così importante e di una fonte d'informazione così aggiornata e autorevole, fare trading prematch anche durante l'ora precedente dell'inizio del match mi è stato possibile.

Diverso il discorso per quanto riguarda campionati poco conosciuti, dove è difficile conoscere le formazioni e, sopratutto, interpretare notizie riguardo l'argomento. Di conseguenza, sarà difficile determinare l'andamento del mercato in relazione ad una notizia così determinante. Dunque, uno dei miei paletti, riguarda proprio il non operare prematch in campionati poco conosciuti nell'ora precedente il match. Voi applicate filtri nelle vostre strategie?

martedì 22 luglio 2014

Quanto incide il calciomercato negli antepost!

Vincente Serie A SportsbookL’estate, si sa, è un periodo dell’anno sportivo relativamente “moscio”: molti importanti campionati di calcio sono fermi e gli avvenimenti sportivi realmente interessanti si riducono drasticamente.
Per chi si diverte col back and lay, però, c’è una risorsa in più: il calciomercato. Sembra folle, è vero, eppure è proprio così: gli affari di mercato possono muovere davvero tanto, generando fluttuazioni di quote (specie sulle scommesse antepost) certamente significative.

Facciamo un esempio, così da rendere comprensibile a tutti ciò di cui parliamo. Qualche giorno fa, come fulmini a ciel sereno, in poche ore sono accadute due cose importanti: le dimissioni di Antonio Conte da allenatore della Juventus; l’acquisto del fantasista Iturbe da parte della Roma (sullo stesso giocatore era in forte pressing la Juventus).

Prima di questi eventi, che si sono verificati nello stesso pomeriggio e a brevissima distanza l’uno dall’altro, dimostrando anche quanto fossero collegati (alcuni ritengono che le dimissioni di Conte sono conseguenza proprio del mercato non entusiasmante della Juve), le quote del vincente campionato di Serie A erano più o meno queste: Juventus 1.90; Roma 5.5. Dopo che questi eventi si sono verificati, la Juve è salita fino a bancare 2.34, e la Roma è scesa fino a bancare 3.9.

In parole povere: chiunque abbia bancato la Juve (o puntato la Roma) dopo l’addio di Conte e l’acquisto di Iturbe da parte della Roma, è andato alla cassa! O meglio, sarebbe.
Il punto è proprio questo: ancora non è possibile fare tutto ciò. Nè Betfair, nè Betflag hanno ancora aperto il mercato vincente serie A sui rispettivi Exchange. Si tratta di un ritardo non giustificabile.

lunedì 21 luglio 2014

Pulizia dei mercati su Betflag Exchange

Mercati Exchange Betflag
In questi giorni, sono in corso le pulizie dei mercati di Betflag Exchange. Infatti, le partite in live in questi giorni mostrano solo i mercati che effettivamente vanno in live e non più i relativi doppioni senza live. In altre parole: fino a qualche tempo fa, per fare un esempio, oltre al mercato Esito finale 1X2 (+Live), c'era anche un altro mercato, con lo stesso nome ma senza l'indicazione del live. Questo causava una dispersione della liquidità, poichè c'erano Traders che scommettevano sul mercato Esito finale (senza live) e altri, la maggioranza, che puntavano in quello live.

Oggi notiamo con piacere, che questo non accade più e ciò non può che aiutare Betflag nel suo percorso di crescita. Nonostante tutto ciò, è importante ridurre i mercati in questa fase. Quindi, il prossimo passo che occorrerà fare, sarà eliminare i mercati oggettivamente superflui (come l'Under/Over 15,5 casa), per non disperdere l'attenzione dei Traders in mille mila mercati.

Questo post, è anche utile per fornire un primo bilancio della liquidità presente sulla piattaforma. Ai Mondiali, abbiamo potuto notare che in diversi match di cartello, la liquidità presente sulla piattaforma nel mercato esito finale è stata addirittura superiore a quella di Betfair. La commissione allo 0% ha aiutato? Sicuramente. L'Exchange Race ha aiutato? Ovviamente. Però, questi sono i fatti. Il gap che ha Betflag nei confronti di Betfair Exchange si registra su altri fronti.

Innanzitutto, nei mercati differenti dall'esito finale, dove Betfair conserva un largo vantaggio. Inoltre, sia nei match minori, sia negli altri sport, Betfair conserva un margine di vantaggio importante. Però, questa concorrenza non può che fare bene ad entrambe le aziende, che devono sfidarsi quotidianamente per poter raggiungere il più alto numero di utenti.

domenica 20 luglio 2014

Gli uomini innamorati rischiano di più?

Università di Innsbruck
Ha dell'incredibile questa ricerca svolta da un gruppo di psicologi dell'università di Innsbruck. Secondo i loro risultati, gli uomini innamorati sarebbero più inclini a cacciarsi nei guai, facendo perdere completamente la testa in termini di gestione del rischio.

L'esperimento è stato fatto mostrando a ciascun partecipante (di sesso maschile e femminile) un'immagine di una persona di sesso opposto e quindi venivano invitati ad immaginare come sarebbe stato un primo appuntamento con loro. Successivamente, alle "cavie" è stato posto un test riguardo la propensione al rischio (dalla salute allo stato finanziario).

 Gli uomini "innamorati", si sono mostrati nettamente più inclini al rischio sia rispetto al campione di controllo, sia rispetto alle donne. Da oggi, se vi accorgerete di adottare improvvisamente uno stile di trading nettamente più rischioso, potreste aver individuato la causa con questo post.

sabato 19 luglio 2014

3 milioni scambiati su Betflag durante i Mondiali

Betflag Logo
Dopo Betfair, anche Betflag ha reso noto il totale degli abbinamenti avvenuti sulla propria piattaforma durante i Mondiali: 3 milioni di euro. Sommati agli 11,5 milioni di euro scambiati su Betfair fanno 14,5 milioni di euro. Ovvero, si tratta del 19% del totale dei soldi raccolti dai bookies online durante la stessa competizione e 5,4% raccolti complessivamente in tutte le agenzie (comprese quelle terrestri). Numeri davvero importanti per il betting exchange che testimoniano che la "nicchia" italiana è davvero grossa.

Ovviamente, bisogna anche considerare la tipologia di gioco dello scambio scommesse, dove è necessario movimentare molti soldi per poter fare trading ad un certo livello. Ma probabilmente, bisogna anche considerare il fatto che solo qualche mese fa, nessuno avrebbe probabilmente scommesso sul raggiungimento di queste cifre da parte delle piattaforme di betting exchange italiane.

Inoltre, bisogna sicuramente sottolineare che questi numeri non potranno che dare coraggio a Betfair e Betflag per puntare con maggior forza su questi 2 prodotti e dunque, anche per spingere riguardo il miglioramento del quadro normativo. Se è vero che questi primi numeri sono incoraggianti, è anche vero che ancora molto lavoro c'è da fare per rendere competitive queste piattaforme a livello internazionale.