Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

lunedì 25 febbraio 2013

Diritto d’autore anche sui database degli eventi sportivi!



Una sentenza della Corte d’Appello inglese ha stabilito che esiste un diritto d’autore anche per i database degli eventi sportivi. Tutto è iniziato quando la società britannica Football Dataco, che tutela i diritti acquisiti sulle partite dei quattro campionati di calcio del Regno Unito, ha indetto una causa contro Sportradar, società leader nel monitoraggio delle quote e dei flussi di gioco.
La sentenza ribalta la posizione espressa nel maggio 2012 dall’Alta Corte di Giustizia di Londra che aveva dichiarato di non aver riscontrato violazioni, pur ammettendo che la delicatezza della questione richiedeva un parere da parte della Corte di Giustizia europea. Il nuovo verdetto sostiene che esiste un diritto d’autore “sui generis” relativo non solo alla trasmissione di immagini e video, ma anche ai semplici dati.
Una decisione a cui Sportradar si oppone. La società sottoporrà il caso alla Corte Suprema, ultimo grado di giudizio in Inghilterra, ma nel frattempo dovrà limitare il suo servizio di livescore del campionato inglese e scozzese agli utenti residenti nel Regno Unito.
Se la sentenza verrà confermata, potrebbe essere necessario una nuova legislazione a livello europeo e  mettere in difficoltà molti siti, anche italiani, che offrono un servizio di livescore attingendo ad altre banche dati.

Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog di Betting Trader è uno spazio aperto, una libera piazza dove far circolare idee, informazioni, pareri e opinioni riguardo la più rivoluzionaria forma di scommesse mai esistita: il Betting Exchange.
Tuttavia, in ogni piazza che si rispetti esistono delle regole. Poche, semplici e di buon senso.
All’interno di questo spazio tutti i commenti sono liberi, quindi non sottoposti in alcun modo a filtri preventivi. Il Blog, però, si riserva il diritto di eliminare in qualunque momento commenti:
-offensivi
-diffamatori
-contenenti contenuti illegali
-che incitino all’odio e alla violenza
-che contengano messaggi xenofobi e omofobi
-contenenti spam