Cerca una parola/argomento nel Blog

lunedì 31 marzo 2014

Intervista a Giulio Giorgetti (bettingexchange it)

Guida al Betting Exchange
Copertina del libro "betting exchange"

In occasione della recente uscita del libro sul betting exchange, non potevamo che farci una chiacchierata con Giulio Giorgetti, capo-redattore del sito BettingExchange  it. Un’intervista molto interessante, con diversi spunti di interesse. Sia per le anticipazioni riguardo il libro, ma anche per scoprire le sue opinioni circa la prossima introduzione del betting exchange in Italia.

1)Presenta bettingexchange  it ai Betting Traders
BettingExchange.it nasce nel febbraio 2007 da un gruppo di esperti di scommesse sportive che dopo aver conosciuto il betting exchange all'estero hanno pensato di creare una community che potesse supportare l'arrivo in Italia di questo magnifico prodotto.
Sin dall'inizio abbiamo fatto una scelta di attendere l'arrivo del punta e banca .it pertanto agli albori il progetto ha vissuto una fase in cui abbiamo fornito pronostici sportivi. Quando alla fine del 2011 abbiamo iniziato a vedere i primi movimenti seri in Parlamento per portarlo in Italia abbiamo iniziato il processo di riconversione del sito alla sua naturale identità fino ad arrivare alla situazione attuale dove il 100% dei contenuti è concentrato sul betting exchange.
Il nostro obiettivo è quello di fungere da punto di riferimento per tutti gli scommettitori e traders che amano il punta e banca in Italia cercando di far diventare il prodotto, fino ad oggi considerato di nicchia, un prodotto più popolare. Per questo motivo sul sito presentiamo sia informazioni di base per neofiti sia le migliori strategie raccolte dai trader professionisti che fanno parte della community e che fanno crescere di giorno in giorno il progetto.


2)Chiarisci la policy di bettingexchange  it. Quali commenti vengono eliminati e perchè?
Tutti i commenti sono accettati. I commenti sono inizialmente inseriti in moderazione per darci modo di dare a tutti la giusta attenzione e una risposta ove necessaria. In genere esistono due tipologie di commenti, domande di chiarimento e complimenti alla redazione. Le domande più complesse sono in genere analizzate da più membri dello staff e poi viene fornita una risposta in genere entro 24 ore, spesso anche nel giro di poche ore o minuti.
I commenti eliminati possono essere quelli di utenti che si pongono male e che offendono magari il sito in realtà per mostrare il loro dissenso verso AAMS. Noi non abbiamo nessun legame come AAMS se vogliono insultarli possono scrivere a loro :)
Pubblichiamo tutto anche i commenti degli utenti che hanno posizioni divergenti dalla nostra come ad esempio nell'articolo in cui abbiamo spiegato cosa succederà agli utenti del .com .
Detto questo considera che in questo momento ci sono oltre 500 commenti e i messaggi cancellati sono casi rarissimi, probabilmente 4/5 messaggi di 2 o 3 utenti. Una percentuale ridicola rispetto al numero di utenti che apprezzano e sostengono il progetto.

3)Di cosa parla il libro? Su quali tematiche si concentra in particolare?
Il libro Guida Betting Exchange è un manuale pratico per insegnare a vincere con il punta e banca, la creazione del libro ci è stata suggerita dagli stessi utenti del sito, abbiamo scoperto che in molti preferiscono avere una lettura sequenziale che solo la carta può dare. In effetti devo dire che una volta avuto sottomano il libro ho avuto anche io modo di apprezzarne la comodità.
Il libro presenta sia alcune informazioni di base, sia strategie avanzate per vincere con il betting exchange testate personalmente dai trader professionisti.
In primis ci rivolgiamo agli utenti già esperti di scommesse sportive ma che non conoscono ancora questo nuovo modo di scommettere. In questa categoria ad esempio rientrano gli utenti che sanno cosa è una surebet ma che non sanno cosa significa bancare una scommessa.
In secondo luogo ci rivolgiamo a coloro che già hanno provato il betting exchange nella loro vita ma che non sono riusciti a utilizzarlo al meglio. In realtà quando abbiamo rilasciato il libro in anteprima ad alcuni trader esperti ci hanno detto che ci sono sin troppe informazioni utili, quasi come se non volessero far uscire il libro per tenere le informazioni per loro :)
È importante notare che i contenuti sono quelli presenti sul sito, rivisitati per rendere più facile lettura.
Il nostro obiettivo è quello di far crescere la community quindi il libro diventa un ulteriore strumento.
Gli utenti che ci seguono da sempre e che già conoscono le nostre strategie possono prenderlo per averlo sottomano e sfogliare rapidamente da una pagina all'altra mentre utilizzano il proprio pc/mac per scommettere.
Il libro è stato apprezzato sia dagli utenti della community che lo hanno visto in anteprima sia da alcuni colleghi che lavorano all'interno di alcuni bookmaker e si concentra in particolare sul calcio che è quello che raccoglie il maggior volume di giocate in Italia.

4)Dove è possibile comprarlo e a che prezzi?
Il libro è disponibile su Amazon, il prezzo esatto può variare indipendentemente da noi ma è intorno ai 14 euro, al momento ci risulta essere 13.66€ nella versione cartacea e 4.50 euro nella versione Kindle, quindi in formato elettronico. Se un utente già segue il nostro sito ritengo la versione Kindle poco utile, il vero valore aggiunto è come anticipato prima è la possibilità di poterne usufruire su carta.
Tra l'altro chi lo acquista su carta può ottenere poi per meno di un euro anche la versione Kindle.
Segnalo inoltre che per chi non sa proprio nulla del betting exchange che abbiamo messo a disposizione sul nostro sito un pdf gratuito introduttivo al punta e banca.


5)Pensi che il betting exchange in Italia possa avere un buon successo?
Il motivo per cui abbiamo deciso nel 2007 di creare il sito BettingExchange.it è la convinzione che il punta e banca sia un prodotto fantastico e che anche gli italiani meritassero di poterne usufruire nel rispetto delle leggi nazionali.
Quindi sì, credo che possa avere un buon successo, bisognerà solo capire in quanto tempo.
Infatti l'errore comune che si fa è considerare i soli utenti italiani del .com che si sposteranno sul .it, normale che loro non saranno soddisfatti. Il prodotto in quello che chiamiamo "Giorno 1" non potrà competere con l'attuale sito .com. Normale che sia così. Basti pensare che mancherà l'ippica che è un prodotto che piace ad una nicchia di giocatori italiani. Quella nicchia sarà particolarmente danneggiata. Mentre gli altri utenti, chi scommette ad esempio su calcio e tennis, ritroverà sul .it le stesse funzionalità del .com.
ll software è lo stesso tecnicamente.
Certo, inizialmente ci sarà meno liquidità, ma crediamo che soprattutto sugli eventi che gli italiani amano di più come Serie A, Champions League e campionati europei principali si potrà sin dal breve periodo ottenere risultati soddisfacenti.
Con il tempo poi credo che il prodotto diventerà maturo e possa far divertire tutti, si tratta di una schema già visto con le scommesse classiche, con il tempo sono migliorate moltissimo e sono diventate competitive.

6)Quali sono gli elementi da migliorare nel betting exchange italiano?
Partiamo con il dire che deve ancora partire il punta e banca in Italia e che possiamo risentirci tra 2/3 settimane per darti un feedback mirato :) Comunque sia quello che posso anticipare è che si dovrà lavorare in tre direzioni.
Prima di tutto è necessario far conoscere il più possibile il prodotto, infatti sono in molti utenti ad oggi non sapere nulla di Punta e Banca, se non c'è massa critica, non c'è liquidità e si perde la natura del betting exchange. In tal senso riteniamo che anche gli operatori dovranno muoversi molto ad esempio con importanti campagne pubblicitarie.
Il secondo punto è che riteniamo una forte manna per il definitivo successo del betting exchange .it la presenza della liquidità europea, di cui siamo dei convinti sostenitori. Intendiamo una liquidità tra le nazioni con regolamentazione e abbiamo avuto modo di segnalare come AAMS/ADM funga da faro verso questa direzione.
Il terzo punto verrà da solo nel tempo man mano che il punta e banca diventerà noto agli italiani ed è l'ampliamento dei palinsesti e in particolare dell'ippica. In realtà i palinsesti sono già stati ampliati molto da AAMS negli ultimi anni e con la recente introduzione delle scommesse personalizzate si è raggiunto il massimo livello.
L'ippica in Italia in realtà ha delle problematiche molto grandi, anche politiche, difficili da risolvere nel breve periodo e sfuggono ai bookmaker. Basti pensare ad esempio che tecnicamente l'ippica utilizza un protocollo differente dalle altre tipologie di scommesse, i bookmaker italiani sono quindi delle vittime di queste problematiche, fosse per loro sarebbero ben lieti di poter offrire le scommesse sui cavalli con la stessa semplicità di quelle sul calcio e sul tennis.
Share:

15 commenti:

  1. E' incredibile come si possa anche lontanamente pensare di "vendere" strrategie vincenti da realizzare su un aborto come l'exchange.it. Mi viene da pensare che gli autori non sappiano cosa sia il betting exchange... ma non lo penso... quindi la risposta è un'altra...che io ignoro.

    Gia ' è un casino essere vincenti su betfair.com (arb o trading che sia) poi, se realizziamo la stessa strategia su Betdaq ci vedremo ridurre del 80% la possibilità di profitto.... e stiamo parlando di Betdaq aperto a tutto il mondo.... ora come possiamo prendere sul serio chi parla di grande evento, di grande opportuinità ecc.... SARA UNA CIOFECA avete capito ancora o no? Lo sapete che non ci sono neanche i software API pronti a funzionare sul .it? Esatto i vari betangel, betting assistant, fairbot niente di niente.... ma di cosa stiamo parlando? Veramente pensate che delle software house investano per fare un programma API che nessuno comprerà? Sentivo voci che betlab forse faraà qualcosa.... ma li avete visti i software di Betlab attualmente funzionanti? Non fatemi ridere dai...

    RispondiElimina
  2. Se volete ve lo suggerisco io un titolo per un libro sul betting exchange:

    "Bancora come Schettino: Betting exchange.it la storia di un naufragio"

    Ironia della sorte anche Bancora come schettino ha abbandonato la nave prima che si inabissasse....

    Potrebbe essere un Best seller, pensateci :)

    RispondiElimina
  3. La mia è solo una battuta ironica priva di ogni fondamento. Se si ritiene offensiva che venga pure cancellata. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non preoccuparti, finchè non si scade nella maleducazione nessun commento verrà eliminato qui. ;-)

      Elimina
    2. grazie, allora vorrei argomentare meglio la mia battuta. La comunity stima tantissimo Bancora e il suo operato, pero' si è dovuto scontrare con dei legislatori italiani senza cervello, e quindi siccome le sue dimissioni sono avvolte nel mistero, scaturisce facile la battuta che ho fatto, ma non in senso negativo per lui, perchè tanti pensano che Schettino sia un eroe e vittima della Costa e anche noi pensiamo che Betfair.com abbia voluto per forza far nascere il .it senza le dovute condizioni (liquidita' internazionale, ippica ecc....) e quindi far nascere un aborto.... Quindi anche io se fossi stato Bancora me ne sarei andato... (anche se nessuno sa perchè se ne è andato). Quindi lode a Bancora e critiche enormi a Betfair.com

      Elimina
    3. Sìsì, era abbastanza chiaro il riferimento della battuta. Purtroppo in ambito lavorativo bisogna tenere presente anche le motivazioni personali che spingono una persona ad abbandonare una nave. Dettagli che non possiamo conoscere...

      Elimina
  4. giorgetti chi? quello che scrive che si può avere un ROI del 50% aahahhah
    e questi sarebbero esperti del betting? che ignoranza

    RispondiElimina
  5. un libro x vincere con il betting exchange! wanna marchi e il mago do nascimento hanno fatto proseliti

    RispondiElimina
  6. Se mi permettete voglio dire la mia.Tralascio il libro,(fatti suoi),Io non ho peli sulla lingua,il sito di cui si parla nell intervista,che pretenderebbe di essere un riferimento per sotenere ed informare sull exchange it. si sta caratterizzando per un forte DISINFORMAZIONE E CRIMINALIZZAZIONE,degli italiani che da da un decennio usano betfair.com,sostenendo che nell usare il com,commettano addiritura dei reati.Come potete notare anche in questa intervista,quando afferma:


    "Il motivo per cui abbiamo deciso nel 2007 di creare il sito BettingExchange.it è la convinzione che il punta e banca sia un prodotto fantastico e che anche gli italiani meritassero di poterne usufruire nel rispetto delle leggi nazionali".
    Continua impertterito a sostenere che gli utenti ad esempio di betfair.com,violano le leggi nazionali,anche quelle di ordine penale.

    Io mi chiedo se questo insistere sulla illegalità anche di ordine penali,si rivela per quello che è,cioè una BUFALA,che cosa sta facendo il signor Giorgetti e il suo sito?disinformazione?"terrorismo pisclogico"?e perche?lo fanno in buona fede,cioè ignorano che non c e nemmeno una norma del codice penale,che preveda punibilità per i giocatori italiani dei punti com,della UE regolarmenti autorizzati nei loro paesi di appartenenza..
    PER CUI SMETTELA DI DIFFAMARE GLI UTENTI ITALIANI DEI PUNTI COM DELLA UE.


    RispondiElimina
  7. Cari ragazzi...la comunità europea non esiste!!!!!!
    .com .it .es .fr
    Ma non siamo tutti cittadini europei? si parla tanto di questa benedetta comunità europea........ah già quando conviene a loro!!!!
    L'exchange italiano è un ennesima bufala dei grandi cervelloni nostrani.
    E poi, non comprate nessun libro di strategie e roba varia.....l'unica cosa che garantisce sicuramente denaro è essere mago Merlino.....
    Chi lo è?
    notte a tutti

    RispondiElimina
  8. Ragazzi, lasciate in pace il signor Giorgetti, avrà avuto anche lui una spinta da qualcuno ( solito costume Italiano ) e ne ha approfittato, chi di voi non lo farebbe ?
    Magari frustrato dall insuccesso sul .com ma con qualche base di conoscenza ha voluto cogliere questa opportunità ( considerando il periodo storico del nostro belpaese )
    Chieremmo soltanto che nella foto di presentazione al sito, mettesse almeno la foto del .it anziche quella del .com perche è un offesa a tutti noi clienti di betfair.com che tali resteremo a costo di doverci trasferire.
    Ragazzi noi amanti dei numeri stiamo uniti e vedrete che prima o poi questo chiaccio si dissolverà senza bisogno del sole.

    RispondiElimina
  9. Il peggior sito di disinformazione sul betting è proprio bettingexchange.it. Un sito fuorviante senza capo ne coda, un sito che si spaccia per bibbia quando è chiaro com il sole non conosca nemmeno le basi dell'exchange, quest'uomo ed i suoi amici pseudo esperti dicono di aver scoperto l'exchange nel 2007, capiamoci io ho iniziato a bancare nel lontanissimo 2002.
    Il Giorgetti è semplicemente un personaggio da cui tenersi lontani, ha acquistato il dominio il 28 settembre 2009 esattamente alle ore 11:01:09 e per piu di tre anni non ci ha messo nemmeno un articolo poi quando AAMS ha fatto comunella con betfair questo stolto ha deciso di lucrare sui cervelli meno evoluti raccontando falsità da denuncia civile. A scanso di equivoci giocare sui .com è un dovere per ogni cervello pensante, chi regala soldi ad AAMS è un disinformato.
    Ultimo appunto, non prendete spunti dalle fesserie che leggete su bettingexchange.it, ragazzi non esistono metodi vincenti ma purtroppo finche ci sarà gente come il Giorgetti da Bergamo la massa non lo capirà mai.

    RispondiElimina
  10. opero ancora su betfair.com

    se avete bisogno di una mano

    scrivetemi: lonizzita@gmail.com

    RispondiElimina
  11. ragazzi questi di bettingexchange.it sono dei pseudo "esperti", manco loro sanno come giocare, come dice l'utente Anonimo nell'allora 30 novembre 2014 03:46.

    Io scoperto il loro sito (e non l'exchange), quest'anno. Di conseguenza sono entrato nel loro gruppo privato facebook, dopo mi hanno cacciato senza motivo quando ho chiesto una motivazione sul ban di un utente che disse che betfair.it fa schifo. Non rispondono ai messaggi privati e nulla. SONO DEI CODARDI IMMENSI.

    Sia il Giorgetti, che il suo stretto collaboratore Roberto Mauri.

    E GUADAGNANO SOLO DA QUELLA SPECIE DI LIBRO E DA I LINK DI REGISTRAZIONE A BETFAIR.IT

    RispondiElimina
    Risposte
    1. parole sante! e c'è chi li segue e che perde tempo?

      Elimina

Il Blog di Betting Trader è uno spazio aperto, una libera piazza dove far circolare idee, informazioni, pareri e opinioni riguardo la più rivoluzionaria forma di scommesse mai esistita: il Betting Exchange.
Tuttavia, in ogni piazza che si rispetti esistono delle regole. Poche, semplici e di buon senso.
All’interno di questo spazio tutti i commenti sono liberi, quindi non sottoposti in alcun modo a filtri preventivi. Il Blog, però, si riserva il diritto di eliminare in qualunque momento commenti:
-offensivi
-diffamatori
-contenenti contenuti illegali
-che incitino all’odio e alla violenza
-che contengano messaggi xenofobi e omofobi
-contenenti spam
Chiunque scriva su questo blog si assume la piena ed unica responsabilità di quanto sostenuto.

Post consigliati Betting Exchange

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Bonus Betting Exchange

Punta e Banca con BetFlag!

Archivio blog

Segui il Blog via e-mail!

Attenzione

Betting Trader è il primo blog informativo in Italia incentrato sul betting exchange e sul mondo delle scommesse sportive. Il nostro impegno, mira ad aumentare la conoscenza degli utenti sul punta e banca ed incentiva gli stessi ad usare strumenti professionali e statistici sempre utilizzando una gestione del denaro corretta, diminuendo il più possibile il rischio di perdere soldi. Si vuole creare una cultura nuova sul trading sportivo mettendo a disposizione dei lettori una sorta di guida betting exchange e articoli esplicativi. Ci teniamo a sottolineare che il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può creare dipendenza patologica.
Consultare le probabilità di vincita sul sito AAMS. Per cui: siate responsabili.

Choose your language!

Seguici:

Archivio blog

Libro Betting Exchange