giovedì 28 agosto 2014

Intervista al team di Sports Forecast

Sports Forecast Logo
Siamo quasi a settembre. Si sente il profumo dei principali campionati calcistici e numerosi servizi e piattaforme sono pronti per assistere gli scommettitori e i Traders affinchè possano ottenere profitto. Uno di questi, è Sports Forecast. Abbiamo discusso del progetto con il team che lo ha creato. Gustatevi l'intervista.

BT: Come è nato il vostro progetto?
SF: Il progetto, ideato da Enrico, Luigi e Manuel, è nato nel 2013 come una mailing list chiusa di scambio pronostici tra tipsters. Tutti veniamo già da esperienze professionali nel mondo del betting (lato banco) e visti i risultati ottenuti abbiamo pensato di avere le carte in regola per offrire il progetto ad un pubblico a pagamento nonostante non fosse stata questa l'idea iniziale.

BT: Quali sono gli scopi di Sports Forecast?
SF: Sports Forecast vuole fornire un servizio altamente professionale di pronostici. Per differenziarci dalla miriade di offerte già esistenti sul web, puntiamo tutto sulla qualità. Infatti, conoscendo come operano i bookmakers, intendiamo pubblicare pronostici i cui riferimenti di quote sono strettamente asiatici. Fino a qualche anno fa era possibile pensare di poterla fare franca giocando sulle quote non aggiornate europee rispetto ai book asiatici. Tuttavia questa strategia, che ancora adesso fraudolentemente molti usano per gonfiare le proprie statistiche di tipsters, non può più funzionare in quanto in breve tempo i clienti che giocano sistematicamente i cali vengono limitati nelle puntate. Su questo punto vogliamo far leva per fare la differenza.
Il sito sarà come una vetrina per tutti coloro che comporranno il nostro team di tipsters. Ognuno di loro avrà modo di offrire i propri pronostici sia in forma gratuita che dietro pagamento tramite un sistema di crediti. SportsForecast infatti metterà in vendita pacchetti di crediti da spendere per le picks e il costo finale a pick varierà tra 0.50€ e 1.50€ in base al volume di crediti che si deciderà di acquistare. Con questa competitiva offerta puntiamo a guadagnarci la nostra fetta di mercato.

BT: Verrà creata una versione italiana del sito?
SF: Se si riscontrasse un forte interesse da parte del mercato italiano potremmo prendere in considerazione anche l'inaugurazione di una sezione italiana del sito.

BT: Quali sono i primi riscontri del progetto?
SF: Innanzitutto abbiamo avuto molti contatti interessati da parte di persone che si sono offerte come tipsters. Molti di loro sono già attivi in questa fase ad offerta promozionale gratuita del sito ed i risultati sono certamente soddisfacenti. Al momento dopo circa un mese di attività possiamo vantare 89 pick vincenti contro 70 perdenti per un hit rate del 53.71% e un profit del 10.19% sul turnover. Per quanto riguarda i nostri "fan", oltre ad i fedelissimi che ci seguono già da tempo, si stanno aggiungendo sempre più iscritti al servizio attualmente free. A breve, quando l'ultimo restyling del sito sarà stato completato, lanceremo una campagna di marketing (SEO e social networks) per ottenere maggiore risonanza e raggiungere nuovi potenziali clienti.

BT: Cosa ne pensate del betting exchange in Italia?
SF: Da qualche anno non sono un gran fan dei betting exchange, soprattutto da quando sono aumentate le commissioni sui maggiori siti come Betfair. Questa versione nostrana dei BE con alte commissioni e soprattutto poca liquidità a mio parere non può essere annoverata come un possibile strumento per affrontare investimenti seri nel betting.
Share:

8 commenti:

  1. La questione e questa: noi italiani siamo i migliori in cucina nello stile e nella gloria che ci fu nel passato.Io sono un novizio del betting exange ma non per questo stupido.E vedendo smarkets.com vedo una enorme possibilita di fare profitti ed e per questo ch non mi sono iscritto a betfair.it.Se poi le cose vanno come mi stanno gia andando sto pensando di trasferirmi a Nova Gorica che e praticamente la continuazione di Gorizia e quindi non sarebbe un cambio radicale pperche li tutti parlano italiano e in Slovenia posso tranquillamente iscrivermi a betfair.com.Sono laureato in economia e con vari master alle spalle. sono giovane o 29 anni L'italia non mi offre nulla ma andro io ad afferrare le opportunita...questo e il dramma dell'italia...me ne faccio una ragione...LOL.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quanto tempo ti interessi dell'Exchange?

      Elimina
  2. Siamo tutti pronti a partire ! ma perchè arrendersi e lasciare la BELLA ITALIA a tanti incapaci ?
    Mai mollare ! Andranno tutti a raccogliere patate !

    RispondiElimina
  3. E cosa dovrei fare intanto? Come dice il grande Gordon Gheko "e tutta una questione di denaro;il resto e conversazione". Almeno li a Nova Gorica e come essere in italia perche in italia ci arrivi letteralmente a piedi e avrei solo dei vantaggi.

    RispondiElimina
  4. Praticamente Gorizia e Nova Gorica sono come un'unica citta tipo berlino ovest e berlino est...in pratica nessuna mancanza dell'italia perche di fatto ci sei praticamente dentro.

    RispondiElimina
  5. Questo e uno stato inconcludente!!!E riflette perfettamente la classe politica che la rappresenta e per quello che si sta registrando una forte immigrazione simile a quella degli anni 50. stiamo regredendo e questa la verita.poi magari un giorno l'italia risorgera dalle ceneri come una fenice ma io non voglio vivere mediocramente in attesa di questo bel momento.

    RispondiElimina
  6. E tel o devo dire Tony schillaci tu sei un grande perche ti seguo e dici la verita. Forse l'unica cosa che non capisci in buona fede e che la tua e una battaglia contro i mulini a vento.Il sistema e marcio ma allo stesso tempo e radicato e potente...E che noi non abbiamo un reale potere. Questo e. Scusatemi per lo sfogo.

    RispondiElimina
  7. Tranquillo Tranquillo lasciali fare, alla loro indifferenza encoscienza incompetenza e ostinazione di guidare un business che non partirà mai, stiamo rispondendo con altrettanta lotta ad oltranza e costante, saremo come i tarli per il legno ! ricordati che siamo gli scienziati che faranno tutto quello che hanno promesso, bisogna colo aspettare il momento giusto, cè da considerare che ogni nostro consiglio pubblico potra essere preso da venditori di fumo e venduto online a caro prezzo. Dici che il sistema è marcio ? anche truffaldino ! documentiamo proprio questo.
    Non si conoscono ancora gli altri bookies che parteciperanno al banchetto exchange, perchè iniziare adesso ? lo Tzunami è già partito, aspetttiamo i nomi, per fare pesca d altura, demolire soltanto SNAI non è abbastanza soddisfacente.
    È finita la rabbia iniziale, adesso sgignazziamo in silenzio nell attesa del colpo finale.
    Gli scienziati, altri clienti betfair.com, e comitato difesa scommettitori.

    RispondiElimina

Il Blog di Betting Trader è uno spazio aperto, una libera piazza dove far circolare idee, informazioni, pareri e opinioni riguardo la più rivoluzionaria forma di scommesse mai esistita: il Betting Exchange.
Tuttavia, in ogni piazza che si rispetti esistono delle regole. Poche, semplici e di buon senso.
All’interno di questo spazio tutti i commenti sono liberi, quindi non sottoposti in alcun modo a filtri preventivi. Il Blog, però, si riserva il diritto di eliminare in qualunque momento commenti:
-offensivi
-diffamatori
-contenenti contenuti illegali
-che incitino all’odio e alla violenza
-che contengano messaggi xenofobi e omofobi
-contenenti spam
Chiunque scriva su questo blog si assume la piena ed unica responsabilità di quanto sostenuto.

Post consigliati Betting Exchange

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Bonus Betting Exchange

Punta e Banca con BetFlag!

Archivio blog

Segui il Blog via e-mail!

Attenzione

Betting Trader è il primo blog informativo in Italia incentrato sul betting exchange e sul mondo delle scommesse sportive. Il nostro impegno, mira ad aumentare la conoscenza degli utenti sul punta e banca ed incentiva gli stessi ad usare strumenti professionali e statistici sempre utilizzando una gestione del denaro corretta, diminuendo il più possibile il rischio di perdere soldi. Si vuole creare una cultura nuova sul trading sportivo mettendo a disposizione dei lettori una sorta di guida betting exchange e articoli esplicativi. Ci teniamo a sottolineare che il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può creare dipendenza patologica.
Consultare le probabilità di vincita sul sito AAMS. Per cui: siate responsabili.

Choose your language!

Seguici:

Archivio blog

Libro Betting Exchange