Cerca una parola/argomento nel Blog

domenica 21 settembre 2014

Ecco cosa penso del convegno sul betting exchange

Convegno Betting Exchange
Il convegno sul betting exchange organizzato ieri a Roma, ha fatto tanto chiacchierare. Essendo stato presente lì fisicamente e avendo assistito all'intero evento, sono una delle persone che può esprimersi in merito. Innanzitutto, ringrazio i ragazzi di Betting Exchange Italia per il cordiale invito e per la stupenda location scelta. Poi, saluto con affetto tutti coloro che ho conosciuto al Convegno e che mi hanno parlato dei loro post preferiti qui sul Blog!
Di seguito, spiegherò tema per tema, cosa ne penso di ciò che è successo ieri. Cercherò anche di rispondere alle tante domande che mi sono arrivate in queste ore.

Il Convegno

In questa settimana, ho letto qualunque cosa su questo convegno. Che fosse totalmente inutile, oppure che fosse un evento di marketing nato per parlare dei corsi a pagamento, oppure che fosse una giornata nata solo per pubblicizzare Traderline. La mia opinione? Innanzitutto, c'è solo da ringraziare chi si prodiga per creare un punto di incontro fisico per tutti gli amanti del betting exchange (in più: gratis). Personalmente, accoglierò sempre positivamente eventi del genere, anche in futuro. Il Convegno è stato inutile? Per nulla. Chi è stato presente al convegno:

  • Ha potuto socializzare con altri appassionati di betting exchange (c'erano ex ".commisti" ma anche neofiti), in una location mozzafiato.
  • Avrà Traderline per 3 mesi gratuitamente, invece che 1.
  • Ha potuto porre domande ai relatori
  • Ha potuto dibattere riguardo le simulazioni di trading live (in particolare su Cesena-Empoli).
La crescita del betting exchange, passa anche attraverso eventi del genere.

Il convegno è stato organizzato per promozionare i corsi a pagamento di Betting Exchange in Italia? Sicuramente, anche per questo. Ma il focus è stato sul betting exchange in generale, non sui corsi. Tant'è vero che si è parlato dei corsi per non più di 15 minuti sulle svariate ore passate lì. Anche qui, non vedo spunti per sterili critiche: i ragazzi di Betting Exchange Italia, tra i servizi che offrono, inseriscono anche la formazione a pagamento (sia a coloro che operano sul .com sia a coloro che operano sul .it). Legittimamente. Chi vuole, può partecipare. Se uno non vuole (per qualsiasi ragione), è libero di non partecipare. 

Traderline

Anche qui, ho sentito qualsiasi tipo di critica, da purtroppo chi non ha mai provato il software in versione italiana. Dunque non conoscendolo. Come ha sottolineato il Country Manager di Betfair Italia, la crescita del betting exchange, passa attraverso il miglioramento dell'intero ecosistema italiano. Questo ecosistema, comprende in maniera assoluta anche tutte quelle aziende che investiranno per produrre software. 

Dunque, la notizia dell'approdo di Traderline in Italia, è una piccola buona notizia per i veri appassionati di betting exchange. Poi, so benissimo che non tutti lo useranno. I software piacciono ad alcuni, ma non a tutti. Legittimo. Ma non capisco perchè Traderline non possa avere la libertà di investire dove gli pare, e soprattutto non capisco le critiche preventive verso coloro che decideranno di abbonarsi al prodotto. 

Ho avuto l'impressione di un CEO (dott. Margalho) molto ambizioso, che ha detto chiaramente di voler diventare la piattaforma di trading numero 1 al mondo. Ci riuscirà? Sarà il tempo a stabilirlo. Il prodotto, avendolo già provato, offre una serie di caratteristiche interessanti. È utile solo per chi fa scalping? Assolutamente no. Certamente, è vero che una piattaforma di betting exchange molto liquida, permetterebbe di sfruttare in pieno le potenzialità del prodotto. Il betting exchange in Italia, offre piattaforme molto liquide al momento? No. 

Altra critica che ho sentito ripetere all'infinito: l'evento è stato organizzato solo per pubblicizzare la piattaforma. Ma assolutamente, no. Credo, invece, che sia stato organizzato un degno evento per accogliere nel migliore dei modi un software che sta per sbarcare in Italia. Così, come sono certo che ne verranno organizzati altri per accogliere degnamente i prossimi software che sbarcheranno sul mercato italiano. 

Di Zanni (Country Manager Betfair.it)

La diplomazia di Di Zanni all'evento era quotata 1.01 su Betfair Exchange. Di positivo, c'è da sottolineare che ha risposto a domande su tematiche abbastanza spinose (liquidità, mercati sospesi, marketing, nuove funzionalità). Lui ha garantito di essere a conoscenza del divario che separa il .it al .com, ma anche del fatto che tutto questo è fisiologico per un prodotto lanciato da qualche mese. Ovviamente, qualsiasi paragone risulta improbabile. Ecco, è un po' quello che sottolineo io da diversi mesi. Io e Di Zanni, siamo peraltro in buona compagnia. Ricordate le parole di Bancora sull'argomento?

Altro aspetto positivo, riguarda la promessa di migliorie costanti nei prossimi mesi, sia per quanto riguarda la piattaforma, ma anche per quanto riguarda il marketing, specificatamente rivolto al betting exchange.

Sulla liquidità, il punto è questo. Betfair.it, è pienamente consapevole del fatto che il fattore critico di successo di una piattaforma di betting exchange, sia proprio la liquidità. Detto questo, ci sono una molteplicità di soluzioni per migliorare questo aspetto: crescita organica degli iscritti, più software, più affiliati, più formatori, liquidità condivisa tra piattaforme italiane, liquidità condivisa con alcuni paesi selezionati, liquidità internazionale. Tutte queste soluzioni, sono allo studio della società. Ora, chi ha un po' di sale in zucca, sa benissimo che non tutte queste variabili dipendano dalla società. Alcune, infatti, dipendono esclusivamente dal regolatore.

Ora, c'è un altro aspetto da considerare. Ovvero: l'utenza media del betting exchange in Italia, al momento, non si preoccupa del problema della liquidità. Non tutti coloro che operano su Betfair Exchange hanno anni di esperienza alle spalle. Per molti, Exchange significa puntare sull'1 del Milan, sperare che segni per poi andare a bancare. Ma senza conoscere le molteplici sfumature del trading o dello scalping. Credete che tutti sappiano quali sono i vantaggi di un mercato liquido? O la fondamentale importanza di avere lavagne di punta e banca vicine al 100%, con quote vicine? 
Quindi, in virtù del fatto che l'utenza media del .it, al momento ha un livello di conoscenza basilare, il problema della liquidità, per Betfair (parola di Di Zanni), riguarda solo una parte di coloro che operano sulla piattaforma. Ecco, se dovessi individuare la nota stonata dell'evento, direi questo aspetto. 

Infine, un ultimo riferimento a coloro che si sono addormentati e magari faticano a svegliarsi dal sogno di ritornare sul .com. No, non ci sono possibilità di un ritorno sul .com. La realtà, è questa. L'unica possibilità, è l'emigrazione oppure cercarsi un prestanome (con tutti i rischi del caso). Betfair in Italia, continuerà a proporre i suoi tanti prodotti (Sportsbook, Casinò, Poker, Exchange ecc). 


Share:

72 commenti:

  1. Ok tutto chiaro ! una cosa ci preme assai chiarire, perchè ( voi scienziati della borsa Italiana ) sostenete o vi appropriate del nome betfair, rispondete a nome della compagnia ecc.... ma è la compagnia che vuole crearsi una seconda liquidità che col .IT CHE CONQUISTA L EUROPA ? e poi ritrovarsela tra piedi ? perchè è chiara a tutti una seconda strada, altrimenti perchè mai distaccarsi ? questo non l abbiamo ancora capito ! E se è cosi gentilmente potete farcelo comunicare attraverso le mail degli ex ? GRAZIE INFINITE GLI SCIENZIATI CHE NON MOLLANO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ultimamente è un po' inflazionato il termine "scienziati" tra i commenti del Blog! :-D

      Elimina
    2. La vostra essenza è svincolare tutte le domande, la storia del blog conferma, ma con queste 2 15:54 e 16:19, sono con le spalle al muro ! cosa rispondono ?
      Tutte le verità sono venute fuori grazie agli scienziati veri capitanati fa Tony Schillaci.

      Elimina
    3. Tony, ma quando mai abbiamo svincolato una domanda? :-D Rispondiamo, con piacere a tutti.

      Elimina
    4. Il tempo delle bugiè è finito ! la lettera non arriva ancora sulle nostre mail, ci sono 800 famiglie che aspettano di lasciare il BEL PAESE.

      Elimina
    5. Tony, se vuoi una previsione, ti dico che difficilmente arriverà. :-D

      Elimina
    6. Allora loro non sono a conoscenza di cosa sta succedendo il Italia ( non è loro business ) ma una TRUFFA MADE IN ITALY !

      Elimina
    7. Le righe parlano chiaro ! se conoscete l Italiano, perchè non dovrebbero rispondere a 800 famiglie che vogliono raggiungerli a casa loro e vivere felici ?

      Elimina
    8. Ma a cosa dovrebbero rispondere? Hanno già comunicato tante volte il loro intento di puntare sulla piattaforma .it per i residenti in Italia. Non c'è bisogno di ripeterlo l'ennesima volta. Lo sappiamo tutti benissimo :-D

      Elimina
  2. Toglici una curiosità.... dei 500 posti, quanti erano presenti? perchè non posti una foto della sala? Hai mica paura di far vedere che a nessuno frega nulla del ridicolo .it? Vuoi distorcere le informazioni? 500 erano i posti, e una foto della sala sarebbe gradita per completare l'informazione, ammesso che informazione vogliate fare. Poi vorrei anche una recensione sull'intervento di Maxhazzard ammesso che non sia imbarazzante. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo dai 200 ai 300. È difficile fare una stima accurata per 2 motivi: 1) non ho, al momento, dati ufficiali riguardo il numero di partecipanti. Dunque, è una stima basata sulle mie doti visive :-D 2) Molti, non hanno seguito l'intero evento, poichè è durato un bel po' di ore. Dunque, c'è chi ha seguito solo l'intervento di Di Zanni, chi invece si è limitato a quello di Traderline e così via.

      Elimina
  3. Noi amministratori dirigenti bla bla bla.... di BETFAIR.COM, abbiamo intrapreso una strada alternativa al .com... stiamo investendo sull ITALIA come punto di partenza con BETFAIR.IT e aspettare che il mercato cresce per collegarlo con l EUROPA.

    A noi bastano queste 2 righe per deporre le armi

    GLI SCIENZIATI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No. Non sono riuscito a comprendere il significato di questo commento.

      Elimina
    2. Ragazzi.... dicono exbetfair.com.... voi avete capito quale deve essere il messaggio che vorreste leggere sulla vostra email spedita da betfair.com ?

      Molti di noi gradirebbero leggere questo messaggio per deporre le armi !

      Noi amministratori dirigenti bla bla bla.... di BETFAIR.COM, abbiamo intrapreso una strada alternativa al .com... stiamo investendo sull ITALIA come punto di partenza con BETFAIR.IT e aspettare che il mercato cresce per collegarlo con l EUROPA.

      Siete daccordo ?

      Elimina
    3. Da Betfair, a mio parere, neanche se ne sono accorti che avete "delle armi". Non è una guerra questa, è semplicemente una questione di business.

      Elimina
    4. Certo è naturale, nelle guerre si sà che, chi e destinato a vincere affronta l avversario sul campo rispondendo ad armi pari per conquistare il terreno. Voi loro o chiunque altro vuole vincere questa battaglia, crede di vincere con armi non convenzionali.
      AL di là delle battute sulla guerra, resta il fatto che questa domanda è chiara come tante altre fatte su questo blog, e continuate a sottovalutare il nostro tentativo di capire questa commedia che si protrae da 6 mesi.

      La domanda è semplice e merita una risposta. Siate seri !

      Elimina
    5. Per agevolare il vostro comprendonio vi chiediamo gentilmente, potete postare queste righe a betfair.com, e chiedere loro di rispedire questo contenuto a tutti i clienti betfair.com ? questo è il testo:

      Noi amministratori dirigenti.... di BETFAIR.COM, abbiamo intrapreso una strada alternativa al .COM... stiamo investendo sull ITALIA come punto di partenza con BETFAIR.IT e aspettare che il mercato cresce per collegarlo ALL EUROPA ottennendo cosi la liquidità da tutti desiderata.

      Adesso è chiaro ? siamo in 800 pronti a lasciare il paese e chiudere la polemica.

      Elimina
    6. Ahhh, ora è più chiaro :-) Pretendi che da Betfair ti inviano un email, con un testo prestabilito da te. È evidente, che ciò non accadrà mai.

      Elimina
    7. Nooo e che c èntra questo testo può dare un idea a voi per CAPIRE cosa vogliamo dire.... a noi interessa un testo che dimostri almeno quello che VOI ( DI Zanni e company MADE IN ITALY ) vogliono far intendere attraverso tutte le news apparse oggi su gioconews.... capimi hai ?

      Elimina
    8. È abbastanza chiara la strategia di Betfair. È stata ribadita migliaia di volte. Puntare su mercati regolamentati, come l'Italia e la Spagna.

      Elimina
  4. Vendere corsi per fare scalping sulle piattaforme italiane SAPENDO BENISSIMO che è impossibile operare in questo modo, a casa mia si chiama TRUFFA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono 2 errori nel tuo commento. 1) L'offerta formativa di Betting Exchange Italia (che ho conosciuto ieri) non comprende solo lo scalping. 2) I corsi, vengono fatti sia per chi opera sul .it, ma anche per chi opera su altre piattaforme .com. Nessuna truffa, ma semplicemente legittimo business.

      Elimina
    2. ho capito. quindi se senza avvertirti ti vendo un auto senza motore non è truffa ma legittimo business

      Elimina
    3. In quel caso, è una truffa. In questo no, poichè come ho già ribadito i corsi qui sono validi sia per coloro che operano sul .com, sia per quelli che operano sul .it. Sta alla sensibilità di ognuno capire se vale la pena, o meno.

      Elimina
    4. A 20:17, Ricordiamo sempre che nessuno è contro questo "legittimo business", quello di Londra e quello di tante altre compagnie exchange. Se come affermate occorrono anni perchè questo " legittimo business " maturi, noi exclienti .com vogliamo sapere se da Londra sono a conoscenza di questo " legittimo business "e affermano quello che per voi è scontato per tutti. Perchè per molti di noi non lo è ! abbiamo detto che è un invenzione MADE IN ITALY.
      Quindi se permettete abbiamo il dovere di sapere tutta la verità, e prendere l amara decisione di lasciare il BEL PAESE ! voi ci scherzate ma per noi la cosa è seria.
      Tra i tanti clienti betfair.com 800 famigli sono in attesa di conoscere la verità !
      Per chi vuole aspettare aspetta, ma queste vogliono lasciare il paese.

      Grazie infinite.

      Elimina
    5. CORREZIONE SOPRA Sacrosanto Diritto

      Elimina
    6. Da Londra, ovviamente, sono a conoscenza di tutto.

      Elimina
  5. grazie per il riepilogo, non ci vedo niente di interessante in questo convegno, se non solo un momento di aggregazione tra amanti e neofiti del betting exchange, dei corsi non mi interessa ho le giuste competenze per fare trading a modo mio..... del software idem tanto sul .it un software non serve a nulla.... per finire sono molto dubbioso che la liquidità possa aumentare o almeno raddoppiare nel corso dei prossimi 2500 mesi...... quindi avanti tutta alla vecchia maniera.
    @tradingsportivo

    RispondiElimina
  6. Hai ragione ! costretto a rimanere nello stesso pollaio ( Italiano ) di polli ne trovi, il problema nasce fuori i confini, e li i galli sono altri.
    Ma ricordati che oltre le pinne che son poche, non ti resta che sopprimerlo e mangiarlo !
    Fuori i confini esiste uno scambio continuo senza bisogno di mangiarlo. IL POLLO.

    RispondiElimina
  7. ieri su milan-juve nemmeno 40k euro scambiati. tra un anno l'exchange italiano sarà solo un brutto ricordo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ho seguito il mercato poichè ero impegnato col convegno. Però, giusto per la precisione, al 54° erano quasi a 39K le abbinate nel solo mercato esito finale. Dunque, si sono ampiamente superati i 40K. Questo non vuol dire che la liquidità sia sufficiente, poichè non lo è affatto. Ma dobbiamo essere più precisi possibile quando parliamo di dati.

      Elimina
  8. A che ora rilasciano la piattaforma? Oggi è il 22 settembre sono le 9.30 e ancora niente....

    RispondiElimina
  9. Alle ore 13 (http://bettingexchangeitalia.net/)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma alle 13.00 di quale nazione? italia o portogallo?

      Elimina
    2. Italia. Ora è regolarmente online.

      Elimina
  10. La domanda nasce sempre spontanea, perchè inventare un sistema di vendita colossale quando gli esperti di borsa avevano già una piattaforma velocissima e gratis, ma soprattutto che i nuovi non interessati, dovrebbero interessarsi e pagare migliaia di euro per iniziare ? e per finire mandare a calci nel sedere altre migliaia del .com.
    Chi ci papisce è bravo.

    GLI SCIENZIATI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè Betfair ha deciso di investire sul mercato italiano.

      Elimina
    2. Appunto che cè lo comunicassero ! 800 famiglie aspettano di decidere per il proprio destino, la decisione deve essere comunicata per decidere di lasciare il BELPAESE !

      Elimina
    3. Nessuno ha ancora ricevuto un messaggio chiaro come voi avete fatto intendere al convegno. E solo queste 4 righe possono dimostrare la pura verità solo da voi pronunciata. Come dire lo vogliamo sentire dai diretti interessati.

      "Noi amministratori, dirigenti.... di BETFAIR.COM, abbiamo intrapreso una strada alternativa al .COM... stiamo investendo sull ITALIA come punto di partenza con BETFAIR.IT e aspettiamo che il mercato cresce per collegarlo ALL EUROPA ottenendo cosi la liquidità da tutti desiderata ".

      Conoscono tutte le email, Stiamo aspettando. abbiamo le valogie pronte per favore.

      GLI SCIENZIATI

      Elimina
    4. Questo è quello che avete detto VOI al convegno, a noi non ci hanno mai comunicato questa verità.

      Quindi si pregano i mezzi di informazione corrette coerenti e non solo di parte su questo business, di far passare questo desiderio di tutti i clienti betfair.com residenti in Italia. Si tratta del futuro di 800 famiglie, e altre dei tanti clienti che vorranno aderire,

      GRAZIE.

      Elimina
    5. Non è che possono parlare privatamente uno ad uno eh :-D

      Elimina
    6. No, ma in questo caso possiamo diffondere la notizia come una VERA TRUFFA MADE IN ITALY con il marchio DOC.

      Elimina
    7. Ognuno è libero di non aprire il conto con Betfair.it. Proprio per questo motivo, parlare di TRUFFA, è abbastanza lontano dalla realtà.

      Elimina
  11. Le 2 righe pubblicate, che ci aspettiamo vengono spedite dalla casa madre a tutti i clienti betfair.com sono state pubblicate, se non viste o fatte recapitare a LONDRA, VERRA RESO PUBBLICO TUTTO L INGANNO, quindi è inutile mettere piu acqua al fuoco.
    O si è dentro o fuori ! LA COLOSSALE TRUFFA È ORMAI AL CAPOLINEA ! Aspettiamo tutti questa risposta, altrimenti arriverà sul tavolo del Presidente Renzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma secondo te, Betfair può accettare pretese da uno qualsiasi dei suoi milioni di utenti sparsi per il mondo? Dai, siamo realisti.

      Elimina
  12. Questo è un teatrino messo su da millantatori MADE IN ITALY

    I clienti betfair.com stanno ancora aspettando il messaggio ( reso pubblico sui social e nostra pagina ) da londra con mittente BETFAIR.COM che attestano le loro reali intenzioni di proseguire in questo modo.
    Se questo non avverrà sarà chiaro a tutti gli scommettitori Italiani che questa commedia supportata anche da AAMS o ADM è REALE e che quindi tutti gli scommettitori Italiani devono essere informati.
    Questo è il messaggio :

    "Noi amministratori, dirigenti.... di BETFAIR.COM, abbiamo intrapreso una strada alternativa al .COM... stiamo investendo sull ITALIA come punto di partenza con BETFAIR.IT e aspettiamo che il mercato cresce per collegarlo ALL EUROPA ottennendo cosi la liquidità da tutti desiderata ".

    800 giocatori BETFAIR.COM stanno aspettando questo messaggio per decidere il loro destino, e pronti per lasciare il BEL PAESE.

    Se questa legittima richiesta non verra soddisfatta, saremo costretti a chiedere l intervento del Presidente Renzi, perchè si tratta del futuro di 800 famiglie.

    GLI SCIENZIATI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere il tuo ottimismo. Conoscendo Betfair, non arriverà nulla.

      Elimina
  13. E chi vuole insistere ? dopo 3 giorni si mette in moto un meccanismo, che dimostra tutta la truffa MADE IN ITALY, con conseguenze legali che aams dovra affortare alla corte EUROPEA.

    È questione di aspettare 3 giorni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente come lo Tzunami Economico di agosto. Stiamo a settembre e non è accaduto nulla. Passeranno questi 3 giorni e non accadrà nulla, anche stavolta. :-)

      Elimina
    2. La differenza è che il fascismo e la dittatura, ci sono voluti anni per debellarlo, adesso che è ritornato, vedrai cosa il nostro alleato internet sarà capace di fare, anche se anche quà la presenza della dittatura non manca.

      Elimina
    3. E intanto la lettera non arriva, e questo la dice tutta sulla truffa organizzata ai danni degli scommettitori, pernsi che il regolatore non farebbe altre carte false per farci mandare QUESTO ANNUNCIO ? che è un diritto di ogni lavoratore ricevere !

      Elimina
  14. sono deficente io o non si puo' levare la conferma della bet? Per il resto.... sorvoliamo.... alla faccia della miglior piattaforma....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da traderline..... niente ho trovato.... comunque ragazzi è veramente una ciofeca sto software.....

      Elimina
  15. SI...SEI DEFICIENTE TU.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi dici l opzione per farlo dove si trova?

      Elimina
    2. Niente offese. Cerchiamo di mantenere toni civili. Distinguiamoci ;-)

      Elimina
  16. Spuntano software da tutte le parti, su gente comprateli tutti, vi serviranno per diventare futuri professionisti della BORSA ITALIANA. Sarete circondati da promotori finanziari che appariranno dai software e vi proporranno di comprare azione da tutto il mondo.Non dimenticate di mettere tra i preferiti il sito che cambierà il mondo. La piu grande truffa mai esistita online FAIL-EXCHANGE.IT ( BORSA-FALLITA ).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Spuntano software da tutte le parti". Al momento, uno è in vendita: Traderline. Per tutti gli altri, bisogna ancora attendere.

      Elimina
  17. ragazzi si sta uscendo dal seminario......la verita è semplicissima,betfair stava monopolizzando il mercato mondiale del gioco !!!!
    Tanti paesi lo hanno capito e lo hanno bloccato,o perlomeno si sono scontrati,non da meno l'italia,che ha cercato di fermare la migrazione oltremanica riportando a casa tutti!!!
    Solo che ha offerto un prodotto di m....a!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    E nessuno adesso sa che fare!!!!!!!!
    Tutto qua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoli elencare quelli che lo hanno bloccato,, e gli altri che hanno detto PREGO ACCOMODATEVI !

      Elimina
    2. Non credo affatto che Betfair stia monopolizzando il mercato del gioco mondiale. Tutt'altro: nell'ambito del gioco generale, Betfair è solo uno dei tantissimi players in gioco.

      Elimina
    3. Bravi allora lasciatelo competere anche in Italia ! No non è possibile perchè gli Italiani rimasti sul territorio hanno il cervello piccolo per competere con il mondo, i cervelloni sono richiesti all estero.
      Poi se si pensa che la mamma ( aams ) agevola il lavoro....... tutto viene facile dietro un separèè di cemento o vetro spesso.

      Elimina
  18. Infine, un ultimo riferimento a coloro che si sono addormentati e magari faticano a svegliarsi dal sogno di ritornare sul .com. No, non ci sono possibilità di un ritorno sul .com. La realtà, è questa. L'unica possibilità, è l'emigrazione oppure cercarsi un prestanome (con tutti i rischi del caso). Betfair in Italia, continuerà a proporre i suoi tanti prodotti (Sportsbook, Casinò, Poker, Exchange ecc).


    Ti pongo una domanda : ma tu ci sei mai stato sul punto com??????????
    Perchè quando parli del punto it sembra che parli di qualcosa di grandioso
    Fidati è una vera buffonata!!!!
    Hai ragione che non si torna sul punto com,ma hai torto sul punto it,non sara mai all'altezza di niente, ma non per incapacità ma perchè qui in italia è malvisto il gioco professionistico che solo il punto com è in grado di dare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi ci crediamo ancora ! come vedete tutte le bugie dette, adesso vengono ridimensionate e viene fuori la vera verità di questo business che gli scienziati hanno sempre denunciato.
      Aspettiamo la lettera da Londra ! altrimenti saremo costretti a consegnarla al Presidente Renzi. l imbroglio e il tentativo di chiudere gli scommettitori in un recinto in compagnia dei leoni, sta riuscendo a tutti i governanti del gioco, ma verranno tutti sputtanati giorno dopo giorno.
      800 famiglie ( rispettano il business di chiunque ) ma aspettano queste 4 righe per decidere cosa fare del loro futuro, cercando ( non fortuna che diventa morte sul territorio Italiano ) ma fortuna che è lavoro fuori dal BEL PAESE.

      Elimina
    2. Ovviamente conosco le diverse piattaforme .com, avendole utilizzate ampiamente. E, no, mai detto che il .it sia "grandioso". Tutt'altro: ha molto da migliorare.

      Elimina
  19. lasciate la vostra mail per rientrare sul .com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo era il compito del comitato FALLITO.
      I .com non ci cascano più !
      si accetta la riapertura conti in automatico, di quelli che hanno operato sulla piattaforma .com per almeno 300 giorni l anno per piu di 4 anni.

      Elimina
  20. "Non credo affatto che Betfair stia monopolizzando il mercato del gioco mondiale. Tutt'altro: nell'ambito del gioco generale, Betfair è solo uno dei tantissimi players in gioco."

    Ma stai scherzando o dici sul serio..........e ovvio che senza l'exchange sarebbe come tutti gli altri
    anche maradona se non avesse giocato a pallonesarebbe stato uno dei tanti ma non è andata cosi!!!!!!!!!!
    L'exchange è il futuro del gioco,le ascommesse tradizionali sono destinate a morire,
    Purtroppo è un tipo di gioco rischioso,nel senso che induce molto di piu alla corruzione è alla truffa,ed è gia successo nel punto com
    Solo che ci sono tanti paesi nel mondo che hanno a cuore il benessere del cittadino,che lo curano che lo amano,come il nostro,non è importante se ti fottono con le tasse,con le macchinette con il lavoro,con equitalia con la casa etc.....quello che conta e scrivere " ricordatevi che il gioco puo causare dipendenza"
    Ma andate a fare in .....

    RispondiElimina
  21. salve ragazzi, con un po di pazienza mi sono letto tutte le discussioni, sono curioso di sapere come è andata a finire sta cosa, la lettera è arrivata o no?
    Saluti

    RispondiElimina

Il Blog di Betting Trader è uno spazio aperto, una libera piazza dove far circolare idee, informazioni, pareri e opinioni riguardo la più rivoluzionaria forma di scommesse mai esistita: il Betting Exchange.
Tuttavia, in ogni piazza che si rispetti esistono delle regole. Poche, semplici e di buon senso.
All’interno di questo spazio tutti i commenti sono liberi, quindi non sottoposti in alcun modo a filtri preventivi. Il Blog, però, si riserva il diritto di eliminare in qualunque momento commenti:
-offensivi
-diffamatori
-contenenti contenuti illegali
-che incitino all’odio e alla violenza
-che contengano messaggi xenofobi e omofobi
-contenenti spam
Chiunque scriva su questo blog si assume la piena ed unica responsabilità di quanto sostenuto.

Post consigliati Betting Exchange

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Bonus Betting Exchange

Punta e Banca con BetFlag!

Archivio blog

Segui il Blog via e-mail!

Attenzione

Betting Trader è il primo blog informativo in Italia incentrato sul betting exchange e sul mondo delle scommesse sportive. Il nostro impegno, mira ad aumentare la conoscenza degli utenti sul punta e banca ed incentiva gli stessi ad usare strumenti professionali e statistici sempre utilizzando una gestione del denaro corretta, diminuendo il più possibile il rischio di perdere soldi. Si vuole creare una cultura nuova sul trading sportivo mettendo a disposizione dei lettori una sorta di guida betting exchange e articoli esplicativi. Ci teniamo a sottolineare che il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può creare dipendenza patologica.
Consultare le probabilità di vincita sul sito AAMS. Per cui: siate responsabili.

Choose your language!

Seguici:

Archivio blog

Libro Betting Exchange