giovedì 25 settembre 2014

La liquidità nel betting exchange .it è un falso problema?

In rete, ogni giorno, mi capita di leggere di tutto sul tema del betting exchange. Sono un curioso esploratore del settore e amo leggere molte notizie riguardo le più disparate strategie, strumenti utili e discussioni legate alle caratteristiche del betting exchange. In Italia, da 4-5 mesi, l'argomento più gettonato è la liquidità. Ne leggo, sul tema, di tutti i colori. Tra le affermazioni più bizzarre che mi è capitato di leggere, trovo la frase:"la liquidità nazionale è un falso problema".

La liquidità è un problema serissimo

La liquidità, in una piattaforma di betting exchange, è tutto. Credetemi: lo sanno benissimo, anche i vertici di Betfair. Di Zanni, al convegno sul betting exchange di sabato scorso, ha sottolineato come in realtà questo problema coinvolga solo una parte degli utenti dell'Exchange, ovvero quelli con un po' più di esperienza. Credo che questa affermazione sia vera, ma solo in parte. Avere una buona liquidità, conviene a tutti, anche ai neofiti. i quali sentono meno il problema semplicemente perchè sono disinformati o poco informati sull'argomento. Di seguito, illustrerò perchè la liquidità esclusivamente nazionale sia un problema reale, altro che falso!

Mercati efficienti

La liquidità consente di avere mercati efficienti, dunque tendenzialmente più stabili di quelli poveri di liquidità. Per far comprendere meglio questo aspetto, ieri ho effettuato un doppio screenshot, sul match Montpellier-Monaco (Ligue 1). La prima immagine che vedete di seguito, riguarda il mercato su Betfair.com.

Montpellier - Monaco

Come potete notare, la differenza tra punta (back) e banca (lay) è minima. Divari minimi separano le 2 colonne, sui 3 esiti (1, X, 2)

Ora, di seguito, vi mostrerò lo screenshot preso da Betfair.it, più o meno negli stessi istanti.

Ligue 1 Betfair.it

Notate i divari? Prendiamo come esempio, l'1 del Montpellier. La colonna del punta è a 3,45 mentre quella del banca...a 3,7! Questo, accade perchè c'è una discrepanza troppo elevata tra la lavagna del punta (102,9%) e quella del banca (96,6%). Lo stesso meccanismo si ripete sulla X e sul 2. 
Perchè ci interessa tutto ciò? Perchè tendenzialmente sarà più semplice fare trading (o scalping) in un mercato dove le lavagne sono vicine e tendenti al 100%. In più, le operazioni saranno nettamente più veloci, consentendo di stare meno sul mercato e dunque, abbassare il rischio. In live, questa discrepanza, si sente, eccome!

Minori oscillazioni di tick

Un mercato meno liquido, semplicemente, genererà meno oscillazioni di tick. Per un trader, questo aspetto, è tutto, dato che speculiamo sui movimenti (anche minimi) di quota. Una quota che resta a lungo immobile, non è positiva per un trader (o uno scalper). Questo ci costringerà ad effettuare un numero complessivo di operazioni inferiore a quanto faremmo normalmente. Facendoci ridurre gli introiti. 

Quote meno convenienti

Un mercato poco liquido, genererà quote meno convenienti per gli utenti. Ricordiamo, inoltre, che non basta tenere in considerazione il fattore lavagna. Infatti, se il 102,9% è una lavagna inferiore a gran parte dei bookies tradizionali, bisogna sempre considerare il fattore commissione sulle vincite nette (5% su Betfair, 0% su Betflag...per ora). 

È più difficile abbinare cifre importanti

Coloro che operano come traders part-time, o full time, hanno conti cospicui. Tante operazioni che generano basse percentuali di ritorno economico sono possibili solo grazie a conti imponenti. Infatti, un tipo di trading fatto in maniera professionale, ma con un conto poco abbondante, genererà ritorni poveri. Invece, un trading professionale, ma fatto con un conto cospicuo, permetterà di portare buone cifre a casa. Questa seconda opzione, al momento, sulle piattaforme .it, è impossibile da mettere in pratica. Andare in un mercato e cercare di abbinare somme a 3 cifre è semplicemente un rischio troppo elevato, dato che sarà molto difficile cercare di abbinare in tempi ragionevoli la somma. 
Quindi, finchè si opera con 2-3-5€, tutto ok. Quando si inizia ad operare con 100-200-300€ iniziano i problemi. Per cui, diviene conveniente puntare cifre notevolmente inferiori ad operazione. 

Cash Out meno conveniente

Proprio a causa dell'eccessivo divario tra punta e banca, anche il cash out diventa meno conveniente. Se il Cash Out diventa meno conveniente, vuol dire che nel caso di trading negativo, avremo maggiori perdite. In caso di trading positivo, avremo minori ritorni. Tutto questo, nonostante il Cash Out sia una funzionalità importante e innovativa per il mercato italiano. 

Conclusioni

Chi segue questo Blog (e siete ogni giorni di più...grazie!), sa benissimo la linea di pensiero che accompagna ogni singolo post presente qui. Noi valutiamo solo la realtà concreta quotidiana e cerchiamo di farlo con la massima onestà intellettuale. Sappiamo benissimo le difficoltà che accompagnano i risvolti normativi che consentirebbero un ampliamento della liquidità. Dunque, ogni eventuale miglioramento, avverrà in tempi non brevissimi. Allo stesso tempo, non possiamo dire eresie. La liquidità non è un falso problema, ma è falso chi nasconde il problema. 

PS: spammate questo post ogni volta che una capra vi dice che la bassa liquidità non è un problema. 




Share:

51 commenti:

  1. Bene, Intanto ci sono voluti 6 mesi per confermare una verità ! possiamo proseguire col le altre 9.999 verità ?
    Perchè in Danimarca e altre nazioni betfair ha aumentato la tassa a 6,5 rimanendo .com ma lasciando felice Governo Regolatori ( animale sanguisuga Italiano ) e scommettitori ?
    Pregasi dire tutta la verità niente altro che verità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tony, hai mai trovato scritto su un solo post in questo Blog che la liquidità fosse esaltante? :-D

      Elimina
    2. Nooo Assolutamente ! ma affermare di essere pasienti e aspettare 4 anni che maturi il mercato si. Ho sempre detto che l italiano è una lingua perfetta per dire e non dire, ed evitare di dire per non rispondere, alla domanda ! pensiero contorto vero ? hai risposto perfettamente ma dopo 6 mesi avreste potuto rispondere a poche delle 10.000 domande, questa è la seconda che aspetta ancora risposta o dobbiamo aspettare altri 6 mesi ?

      Elimina
    3. O sei paziente, o emigri, o rischi col prestanome. Queste sono le ipotesi in campo.

      Elimina
    4. È RISPOSTA DEFINITIVA ? Cosi tanto per tagliare la testa al toro ? ti prendi la responsabilità di tutto quello che accadra sul territorio Italiano in fatto di scommesse ?

      Elimina
    5. Perchè già il Governo cerca altri introiti che devono venire dal gioco, per sostenere gli psicologi che si occupano del problema Ludopatia.... noi stiamo facendo una campagna nazionale per eliminare il LOTTO sulla faccia del pianeta, non hai superiori che si possono prendere questa responsabilità ? Questa pagina segnerà la stiria Italiana delle scommesse, prego i colleghi di fotografare e tenere come prova il tutto.

      Elimina
    6. E me la devo prendere io la responsabilità di ciò che accadrà in Italia in fatto di scommesse? :-D Sono solo uno dei tanti...

      Elimina
  2. Uno dei migliori post che ho letto sul tema. La soluzione è per adesso cercare sollo le partite più grandi, la Roma e il Milan sono le squadre che attraggono più soldi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniel. Concordo con te e aggiungerei, per il calcio, le partite che non si giocano in concomitanza con le altre.

      Elimina
    2. Come se fosse la sola liquidita il problema ! è un progetto rimasto solo e costuito alle spalle di una compagnia che non sa nulla di questo inganno perpetrato alle spalle degli scommettitori Italiani.
      BETFAIR.COM È SOTTO SEQUESTRO DEL GOVERNO E REGOLATORI. CHIEDIAMO LA LIBERAZIONE !

      Elimina
    3. Se è cosi allora ci basta boicottare anche betfair sportbook e costringerli a lasciare l Italia e regolatori truffaldini no ? Per questo offrono grandi bonus solo per lo sportbook ? Sono sotto sequestro !

      Elimina
    4. Non è l'unico problema la liquidità. Ma per migliorare, occorre pian pianino sistemare tutti gli aspetti. Passo dopo passo.

      Elimina
  3. Vorrei spammarlo sul sito dei "daje" ma li verrebbe censurato, anche se farebbe bene alla loro community avere informazioni giuste!!!

    Spero che l'abbiate spiegato, con la stessa semplicità, anche al country manager, visto la castroneria che ha detto.
    "...ha sottolineato come in realtà questo problema coinvolga solo una parte degli utenti dell'Exchange.."
    Giustissimo, il problema è solo degli ex.com!!! Ma che cavolo dice!!!! Il problema è comunitario!!
    Perchè i traders del .it devono accontentarsi di questa liquidità? ah, giusto questo non li riguarda, tanto è un problema dei soli ex.com!
    Qui ci vorrebbe il mitico Totò: (ma mi faccia il piacere :D :D :D )
    http://www.youtube.com/watch?v=6bjQOwXMoPk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui ha cercato di ridimensionare un po' il problema della liquidità. Nel suo ruolo, è normale che dica quelle parole. Dal punto di vista di noi traders, invece, abbiamo l'esigenza di sottolineare che la situazione deve migliorare il prima possibile.

      Elimina
    2. non penso che sia normale, "Normale" è essere evasivi, vaghi, sfuggire le domande (vedi i politici, sono maestri in questo)...non di certo "accusare" del problema qualcun altro. Alla fine i meno esperti, neofiti, non potranno rendersi conto del reale problema, ma penseranno, a causa della mala informazione, che il problema sono gli ex.com e che in realtà basta qualche miglioria per far diventare l'exchange maturo. Quando nella vita reale, non quella loro, siamo ben lontani da questo processo di maturazione.

      Dimenticavo, complimenti per l'articolo ;-)

      Elimina
  4. quindi giorgetti è una capra?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il post non è riferito a nessuna persona in particolare. È generico.

      Elimina
    2. non toccatemi Giorgetti che é l'unico in grado di farmi venire le lacrime agli occhi dal ridere. Quando sono triste vado sul suo blog e in due minuti mi torna il buon umore... Io propongo una cosa nuova: u. blog parallelo al suo che commenta senza censura tutto quello che scrive... cCia sarebbe da divertirsi tanto :)

      Elimina
    3. Abbiamo sempre detto datevi da fare.... tuttto è lecito in democrazia .... dicono..., ragazzi il destino dell exchange e delle scommesse è nelle vostre mani.... noi stiamo scappando in 800.... volete rimanere soli ?

      Elimina
    4. Il destino dell'Exchange nelle NOSTRE mani? Ma magari! :-D

      Elimina
  5. Scusatemi ma perchè nessuna dei presenti al mitico convegno non ha risposto in live al Dott. Di Zanni.... paura? non ci avete pensato?
    eppure io ho risposto subito al tweet della diretta
    https://twitter.com/tradingsportivo/status/513349428124860416
    perchè nessuno ha contestato questa affermazione del Dott. Di Zanni ........ forse avevate paura di essere azzannati :D
    O forse qualcuno è intervenuto e non è stato reso pubblico, sarei felice di saperlo
    @tradingsportivo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè i tempi erano stretti (il convegno è iniziato con più di un'ora di ritardo e Di Zanni doveva andare via presto) e poi perchè c'erano altre domande ancora in programma. Per cui, se avessimo risposto a questa, non avremmo ricevuto risposte sui mercati sospesi, marketing e nuove funzionalità (come il tieni scommessa o i grafici).

      Elimina
    2. La liquidità è la base di un exchange, tutto il resto è una conseguenza..... chi tace acconsente, quindi non contestando questa affermazione avete confermato che il problema sono gli ex .com , ovvero chi dovrebbe essere incentivato a portare liquidità... cosa hanno fatto per questi tizi.... nulla, trattati come un semplice utente che si registra oggi..... perchè non si è esposto anche questo.... fare un iniziativa per gli ex.com incentivandoli concretamente..... il problema non mi tocca essendo un .com e non un ex
      @tradingsportivo

      Elimina
    3. Concordo con te sulla questione liquidità. Riguardo il convegno, siccome si è iniziato in ritardo e Di Zanni aveva poco tempo poichè doveva andare via per impegni di lavoro, si è deciso di fare solo le domande prestabilite (che comunque toccavano i temi più disparati, dalla liquidità fino ai mercati sospesi).

      Elimina
  6. L iniziativa è solo aprire i conti betfair.com, compagnia che è sotto ostaggio del Governo e Regolatori, La differenza che l ISIS uccidono in diretta, Governo e Regolatori hanno ucciso lentamente senza fare ( SCRUSCIU ) botti, casino, adesso che ci hanno preso gusto ad uccidere gli scommettitori medi, vogliono prendere in ostagio e riservare lo stesso destino ai professionisti delle scommesse, E NO ! la goccia stà per uscire e rovesciare tutti i guadagni fatti con il sangue di quegli scommettitori strappati alle famiglie italiane.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai evitiamo paragoni con oraganizzazioni criminali

      Elimina
    2. Paragone un tantino esagerato :-D

      Elimina
  7. no fatevi tosare come pecore, non ci sarà mai liquidità, non è nel loro interesse.Con un piccolo investimento tornate a pascolare sul .com

    https://www.youtube.com/watch?v=8wfORjx_nyY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, invece, penso che sia nel loro interesse aumentare la liquidità e dunque il giro di business.

      Elimina
    2. ti stai solo illudendo, basti pensare che tutti gli exchange nazionalizzati anche prima dell'Italia hanno fatto una brutta fine.

      Elimina
  8. Betting Trader25 settembre 2014 13:51

    O sei paziente, o emigri, o rischi col prestanome. Queste sono le ipotesi in campo.

    Tony : Questo l abbiamo capito da sei mesi, come sè capito che chi vuol fare fessi gli scommettitori Italiani è meglio che cambia mestiere.


    Betting Trader25 settembre 2014 13:55

    Io, invece, penso che sia nel loro interesse aumentare la liquidità e dunque il giro di business.

    Tony : Abbiamo mille volte detto che la casa madre ha già la liquidita mondiale, non è proprio interessata a inventarsi un altro business per far fessi gli Italiani, è tutta una finzione mentale escogitata dai geni del BEL PAESE. e per finire la domanda era un altra aspetteremo altri 6 mesi per avere la risposta a quest altra che ripeto è solo la seconda, abbiamo tempo, aspetteremo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La casa madre, ha interesse nell'incrementare i propri introiti. Questo, non può avvenire se non sbarca in mercati differenti dal Regno Unito (come Spagna e Italia).

      Elimina
    2. nessun rischio col prestanome finitela di cagarvi addosso, sono in migliaia in tutto il mondo
      ad aver usato tale tecnica che betfair conosce e tollera perfettamente...
      Ormai anche in uk stanno tassando di brutto quindi o vi date una svegliata oppure passerete i vostri anni ad aspettare una liquidità che non arriverà mai....

      http://calvinayre.com/2014/09/05/business/sbobet-12bet-join-uk-online-gambling-exodus/

      Elimina
    3. Io credo siano più che comprensibili i timori di chi deve affidarsi ad estranei per accedere a betfair.com.

      Elimina
    4. guarda che casomai è il contrario!!!! è l'estraneo che deve avere timori a dare la propria anagrafica ad un soggetto che con quei dati potrebbe fare qualsiasi cosa!!! continuiamo con questo falso terrorismo mi raccomando!

      Elimina
    5. Certo, come giustamente sottolinei è anche il prestanome che "rischia".

      Elimina
  9. Daje ragazzi daje ....il mitico Giorgetti ci rassicura che l'exchange italiano cresce al ritmo delle più rosee previsioni e per lui certamente raggiungerà la piena maturazione entro la stagione calcistica in corso. Se lo dice lui che vanta ottimi rapporti con betfair c'è da crederci!! Intanto mi complimento per l'articolo di questa mattina purché rende bene l'idea di quale sia il vero problema liquidità. Un saluto Andrea71

    RispondiElimina
  10. salve dite a Tony e a i suoi 800 associati che si puo tradare anche sul it. in particolare sul tennis. se tu dici che 2000euro li genera un mezzo professionista facendo due conti si potrebbe tranquillamente superare un milione di euro a patto che betfair metta piu partite live di tennis. non c'e bisogno di andare all'estero ma facciamo partire questo exchange italiano,negli us open ho visto in una semifinale abbinate 150,000 euro e nello stesso momento su smarkets erano abbinate 34.000 euro. forza Tony ripensaci e ricominciamo a lavorare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma associati "de chè?". Non mi risulta che esistano comitati o associazioni formalmente organizzati in Italia di questo genere.

      Elimina
  11. a me sembra che con questa liquidità si debba essere bravi ad azzeccare il pronostico (ad esempio puntare una squadra sperare che segni e poi bancare) piuttosto che sfruttare le occasioni che un exchange maturo ti può dare. oh poi magari mi sbaglio, è la mia impressione da neofita.

    complimenti per l'articolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido il tuo pensiero. È possibile fare trading sui risultati. Più difficile per i Traders "puri" che operano quasi esclusivamente sulle oscillazioni delle quote, più che basarsi sui risultati. Ti ringrazio per i complimenti :-)

      Elimina
  12. E tu ti chiedi perchè betfair non mette piu partite ? ti chiedi perchè un colosso mondiale dopo 5 mesi è ancora fermo ? ti chiedi qual è la strategia di questo .it ? ti chiedi chi cè alla guida di questo .it ? ti chiedi perchè è nato, chi l ha voluto e dove vogliono arrivare ? con tutto questo la casa madre non ha nulla da spartire, nessuno di loro sà che esiste il .IT, figuriamoci se possono fare le cose che chiedete.
    A te neofita ti consiglio di abbandonare le scommesse sul territorio Italiano ( solo se pretendi di diventare professionista ) altrimenti se ti vuoi divertire con la famosa bolletta a 5 euro settimanali puoi continuare a farlo. Ma obbligatoriamente con gli bookies, il LOTTO col minimo 50% sei destinato alla dipendenza patologica e tragico destino.
    Ai ragazzi .com dico : sentite cosa chiedono ? perche non giocate sul . IT ? come se fossi io a negare, tempo fà ho detto che i prof trader si riconoscono e si capiscono come un cross colpo di testa e goal, se in coro tutti abbiamo detto che era una ciofeca fin da prima del 7 aprile, un motivo c èra, abbiamo sprecato 6 mesi di post e immagino non sono serviti a nulla contro i convinti della ciofeca, non possiamo certo continuare a scrivere come dice qualcuno, sempre le stesse cose, ( stesse cose alle quali qualcuno in alto se nè guardato bene dal rispondere ), adesso ci dedichiamo ai giocatori e proteggerli ( per quel poco che possiamo ) dal peggiorare la loro situazione patologica ( non nel senso psichico, anche noi ne abbiamo bisogno ;-) ) ma in fatto di numeri e protezione dal nemico numero 1 Associazione Autorizzata Millantatori Seriali.

    Gli Scienziati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Betfair non esagera con le partite offerte nell'Exchange semplicemente perchè non c'è una liquidità adeguata per metterne altre. Riguardo alla casa madre, non puoi dire che non sanno dell'esistenza del .it, semplicemente perchè il CEO di Betfair.com, Corcoran, avrà parlato un 700 volte di Betfair Italia. Inoltre, come avrai potuto notare dai report economici che periodicamente pubblichiamo, ci sono sempre riferimenti all'Italia.

      Elimina
  13. Se volete fare le cose serie e avete messo su un apparato cosi grande come fate intendere bastava che rispondessero alla lettera da noi pubblicata, noi non siamo nessuno per impedire a colossi mondiali e nazionali di fare business, ma quando si parte male e soprattutto prendersi gioco oltre dell intelligenza degli scommettitori anche quella dei medi modesti e ingenui giocatori ci dispiace.
    Su questo blog esistono tantissime domande serie alle quali nessuno ha mai risposto, non dico ( dignitosamente, siete tutte persone che pensano e abbastanza intelligenti ) ma con sufficienza, nascondendo il tutto pensando che questi psicopatici ( gli scienziati ) prima o poi si sarebbero fermati, purtroppo non sarà cosi, e sapete cosa vi diciamo ? che quasi quasi proviamo vergogna ad ostacolare gente come voi e vostri superiori che hanno un mestiere e vogliono esercitarlo, ma che purtroppo gli è stato imposto di seguire altre direttive, come spiegavamo in altro post, ideologicamente è come sapere usare la pistola, e anzichè dedicarvi al tiro al piattello per vincere la medaglia D ORO alle Olimpiadi, vi dedicate a fare i killer di professione, ( in questo caso mandare alla rovina migliaia di scommettitori all oscuro di tutto ).
    Abbiamo smesso di punzecchiare e chiedere altre spiegazioni, per noi la mancata lettera è una prova del DNA della colpevolezza o meglio conferma di quanto sosteniamo.
    Il nostro percorso per la demolizione dell Associazione Autorizzata Millantatori Seriali continua !
    Ultimo messaggio vi lasciamo fare.

    Con affetto e stima a tutti voi !

    Gli Scienziati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma secondo te, si possono mai mettere a rispondere a tutte le lettere che vengono pubblicate dai più disparati blog del mondo?

      Elimina
  14. Betfair.it non mette piu partite perchè non ha i mezzi per seguirle
    Non centra la liquidita

    RispondiElimina
  15. CHE PAESE DI MERDA !!!!!!!!!!!

    SPERO CHE PRESTO SOFFOCA NELLA MERDA !!
    CON TUTTI QUESTI POLITICI BASTARDI IMBECILI BUONI A NULLA

    RispondiElimina
  16. Articolo molto interessante. Mi sembra assurde che cosi poche persone si rendono conto dell'importanza della liquidità; proprio l'altro ieri mi rendevo conto dell'eccessiva discrepanza di quote fra il punta a banca. Proprio per un neofita come me la cosa crea moltissimi problemi, specie da un punto di vista psicologico. Infatti se non arrivo ad un green up entro la fine del primo tempo, spesso porto a casa un red up minore, per il terrore di rischiare di perdere tutta la posta nel secondo tempo.
    E' necessario integrarsi al .com, speriamo nel più breve tempo possibile. Grazie sempre delle preziose informazioni

    RispondiElimina

Il Blog di Betting Trader è uno spazio aperto, una libera piazza dove far circolare idee, informazioni, pareri e opinioni riguardo la più rivoluzionaria forma di scommesse mai esistita: il Betting Exchange.
Tuttavia, in ogni piazza che si rispetti esistono delle regole. Poche, semplici e di buon senso.
All’interno di questo spazio tutti i commenti sono liberi, quindi non sottoposti in alcun modo a filtri preventivi. Il Blog, però, si riserva il diritto di eliminare in qualunque momento commenti:
-offensivi
-diffamatori
-contenenti contenuti illegali
-che incitino all’odio e alla violenza
-che contengano messaggi xenofobi e omofobi
-contenenti spam
Chiunque scriva su questo blog si assume la piena ed unica responsabilità di quanto sostenuto.

Post consigliati Betting Exchange

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Bonus Betting Exchange

Punta e Banca con BetFlag!

Archivio blog

Segui il Blog via e-mail!

Attenzione

Betting Trader è il primo blog informativo in Italia incentrato sul betting exchange e sul mondo delle scommesse sportive. Il nostro impegno, mira ad aumentare la conoscenza degli utenti sul punta e banca ed incentiva gli stessi ad usare strumenti professionali e statistici sempre utilizzando una gestione del denaro corretta, diminuendo il più possibile il rischio di perdere soldi. Si vuole creare una cultura nuova sul trading sportivo mettendo a disposizione dei lettori una sorta di guida betting exchange e articoli esplicativi. Ci teniamo a sottolineare che il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può creare dipendenza patologica.
Consultare le probabilità di vincita sul sito AAMS. Per cui: siate responsabili.

Choose your language!

Seguici:

Archivio blog

Libro Betting Exchange