sabato 25 ottobre 2014

Betflag da record: quotati 20.000 mercati.

Pallamano Betflag

Incredibile traguardo raggiunto da Betflag che nel corso dell'ultima settimana ha raggiunto quota 20.000 mercati bancati. La cifra è stata possibile raggiungerla grazie alla proposta sulla pallamano, nuovo sport quotato dalla società. Il responsabile dell'ufficio quote di Betflag, Ugo Granata, ha manifestato grande soddisfazione per il risultato:"Sapevamo che fosse nelle nostre capacità e abbiamo tagliato un traguardo senza precedenti in Italia. La nostra è una scommessa continua, con noi stessi in primis, in quanto vogliamo offrire ai nostri utenti una rosa sempre più ampia di scommesse in tutte le discipline e in tutti i campionati e questo grazie anche al supporto del palinsesto complementare che ci permette di bancare, sollecitati anche dai nostri clienti, tutto quello che potrebbe interessare lo scommettitore".

Continua dunque la crescita di Betflag, che sta dimostrando di tenere molto in considerazione le opinioni fornite dai propri clienti, sia per quanto riguarda lo Sportsbook, ma soprattutto per ciò che concerne l'Exchange, grazie alla riduzione dei mercati sui singoli match e la conseguente mancata dispersione di liquidità.


Share:

31 commenti:

  1. "grazie alla riduzione dei mercati sui singoli match e la conseguente mancata dispersione di liquidità."

    Ascolta solo dei mongoloidi potevano pensare di portare l'exchange in italia,e sperare che prosperasse come il punto com con il solo mercato italiano !!!!!!!!!!!
    Senza l'ippica perdipiu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece credo che l'Exchange in Italia sia un business strategico per diverse società (Betfair e Betflag al momento). Riguardo i paragoni col .com, non sono mai stati fatti da nessuno e al momento è utopico pensare di poter competere. Ciò che si può fare è cercare di migliorare in maniera graduale. L'inserimento dell'ippica nel quadro normativo è sicuramente una delle priorità. Corcoran (CEO di Betfair) ha già sottolineato l'importanza dell'introduzione in Italia. Qui il relativo post: http://www.bettingtraderblog.com/2014/04/corcoran-ippica-betting-exchange-italia.html

      Elimina
    2. Non è da stupidi vantare l entrata di altre societa nel business dell exchange ? È come aprire 5 panifici tutti vicini in una stradina di quartiere, utopico o no il paragone con il .com è come offrire altri e giorni di vita ad un condannato a morte, anzichè la grazia e libertà di vivere. ( in questo caso appunto... betfair.com riconosciuto da voi come il paradiso.... ma a che gioco si gioca ? ) Utopico pensare poter competere ? come dire: signori siete tutti sotto processo e condannati al gioco truffaldino Italiano, se non ci state lasciate il bel Paese. Ordini della Gestapo !

      Elimina
  2. ma parlando dell'articolo precedente...in pratica smarkets accetta giocatori italiani senza problemi o no? Ce qualche traders che opera in quel sito e se si mi puo dire che esperienza a avuto? Perché vorrei provare ad iscrivermi ma o paura che una volta versati i soldi non li vedo più. Forse sono un po troppo paranoico pero...non si sa mai. Posso stare tranquillo? e la redazione che dice?

    RispondiElimina
  3. ti puoi iscrivere su smarkets tranquillamente ma anche li tranne qualche match di cartello, la liquidità è poca e se eri abituato al .com noterai la differenza....comunque sempre meglio di qualunque .it
    Io ti consiglio di trovarti un prestanome e di tornare al .com come hanno fatto molti di noi.

    RispondiElimina
  4. grazie per la risposta. e che tutto il terrorismo che fanno...il problema e che siamo in italia. un paese bello per andare in vacanza ed in cui si mangia bene. ma per il resto...lasciamo stare. spero solo che un giorno anche lontano le cose possano cambiare.

    RispondiElimina
  5. Non avevo dato alcuna stima all'exchange di betflag ma mi ha veramente sorpreso.
    Complimenti per il prodoto offerto che chiaramente non puo essere paragonabile al .com ma si è rivelato molto buono a mio giudizio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma basta con questi messaggi falsi!!!

      Elimina
    2. Ma stai zitto. Il messaggio l'ho scritto io.
      Tu come altri avete il cervello limitato per cui non potete cogliere tutte le occasioni e gli aspetti che puo offrire un betting exchange.
      Di sicuro quelli che solo sanno lamentarsi senza apportare nulla su come migliorare un prodotto sono quelli che a malapena guadagnavano col .com o forse perdevano senza un piano ne una strategia e non sanno guardare avanti.
      Se vuoi passa il tempo a rimpiangere il passato, io poreferisco guardare avanti e far crescere quello che abbiamo.

      Elimina
    3. Tu cosa sai di exchange ? datti un nomignolo e fatti riconoscere per futuri interventi, e dimostra quanto quanto sai veramente rispondendo alle migliaia di domande presenti sul blog, ricordati che la tua battaglia per un prodotto fallito prima di partire, e proporzionale a quella nostra di riaprire il .com, nonostante tu hai un impero e un esercito dietro.... noi non deporremo mai le armi ! ricordatelo sempre !
      Il meglio il brutto e l inimmaginabile di questa battaglia.... è ancora tutto da scrivere.
      Vuoi o non vuoi, il treno della catastrofe è partito, rassegnati !

      Elimina
    4. Non ho ne eserciti ne imperi e se un giorno mi riaprono il .com sarei felicissimo per cui non è una guerra fra me e te, noi combattiamo la stessa battaglia ovvero avere un betting exchange nel nostro paese e data secondo me la difficolta per riavere il .com e soprattutto i tempi mi sono sforzato di capire como trovare occasioni nei siti che abbiamo. Tutto qui.
      Se poi ad un mio messaggi mi si dice messaggio falso allora mi arrabbio perche sembra che non si possa avere un pensiero diverso o sia una colpa volvere che questi betting exchange migliorano e molta gente che si avvicina al betting exchange viene disincentivata da commenti di gente che secondo me neanche ci guadagnava col .com (non parlo di te ma in generale).
      Anche i link inseriti sotto di tony schillaci sono fiorvianti (durante la partita si possono verificare attimimi soprattutto al finale delle partite di poca liquidita e anche fosse la poca liquidita non è sempre un male..).
      Ripeto non è una guerra perche abbiamo gli stessi obiettivi ma affinche si lotti per la riapertura del .com non bisogna per forza disprezzare tutto dei .it.

      Elimina
    5. Sono quello di sopra, sinceramente questa risposta mi intenerisce e leggendo le ultime 5 righe mi cascano le braccia e mi vien voglia di accarezzarti come un bimbo... mi lasci speechless, lascio rispondere ad altri.

      Elimina
    6. Ed invece proprio li avevo dato uno spunto che tu, immerso nelle tue battaglie fantascientifiche e pieno di presunzione non hai colto.
      Bene per me meglio cosi.
      Continua con le tue guerre mentali..

      Elimina
    7. È vero che non si deve offendere, ma come si può rispondere ad uno che non capisce 1/3000 o 0.0003% che parla di crescita ?, che crede ancora o fa finta di far credere al riallaccio con il .COM, ( IL .COM è stato fatto fuori e mai più sarà riaperto, se non riaprirlo con le nostre buone o cattive maniere, lo dimostrano le vostre buone false teorie ), che sostiene la scarsa liquidità non è un male, e che non lottiamo certo per gli stessi ideali e soprattutto per i .IT che adesso possiamo dirlo SONO IL MALE DI TUTTI DEGLI SCOMMETTITORI ITALIANI, IL terrorismo e l oppressione verso i punto com è finita, perchè il male è in casa. Presto conoscerete la triste realta !

      Elimina
    8. Incredibile!
      Chi parla della riapertura dei com siete voi!
      Ma sai leggere???
      Io ho detto che dato che non ce lo riaprono tanto vale sforzarsi di far funzionare questo che abbiamo e mi dice come si puo non offendere uno che parla della riapertura dei .com??? MA SEI TU NE PARLI.
      TU HAI PROBLEMI.
      E poi per quanto riguarda la liquidita ho detto non che sia meglio non averla ma che nei betting exchange si possono usare piu stategie sia nei mercati liquidi e sia inq uelli non liquidi ma forse per te arrivarci è gia troppo e mi dispiace x te.
      IMPARA IL RISPETTO NELLA VITA E PRIMA DI PARLARE DEVI CONOSCERE LE COSE TE LO DICO X TE PERCHE CON QUESTA PREUNZIONE NON VAI DA NESSUNA PARTE.

      Elimina
    9. Sono quello a cui faccio tenerezza.
      Io non capisco.
      Se mi accusi di credere alla riapertura dei .com (io invece l ho detto solo come esempio per dire che ne sarei felice ma ho detto che non sara possibile) quale sarebbe la tua battaglia???
      Non ti seguo piu.
      disprezzi i .it e parli che i com non si riaprono.
      Qual 'è il tuo scopo??

      Elimina
    10. Ragazzi, rispettate le opinioni di tutti. Per fortuna, non esiste il pensiero unico.

      Elimina
    11. 15.43 Sarai un ex.com vero o falso, tuttto quello che ho scritto è a te dedicato, fai analizzare il tutto e scopri chi ha problemi, l ambiguita dei discorsi nasce proprio dal fatto che esistono gli anonimi, e di conseguenza talvolta si fa volutamente confusione, la verità è semplice, non esistono in natura ( nonostante lo fate credere ) che un .com divulga la teoria di far crescere il . IT, o si è da una parte o dall altra, ne si, ne ma.
      È guerra .IT - .COM e guerra anche se fradda sarà |
      Un componente del Comitato difesa Scommettitori. ( se non l avevi capito )

      Elimina
    12. Finalmente rispondi educatamente e sul merito.
      Non ha senso discutere dato neppure ci conosciamo e abbiamo a cuore entrambi il betting exchange.
      Il principio per cui non deve nascere un .it mi trova assolutamente d'accordo, ma dato che so che non si torna indietro (e anche dici lo stesso) e dato che x me il trading e gli arbitraggi è un lavoro per me le strade sono tre nella pratica: usare vpn, emigrare o sforzarmi di capire dove cogliere occasioni di guadagno nei .it.
      Tutto qui.
      Per questo ho a cuore che anche il .it funzioni.
      Poi si fa qualcosa di CONCRETO tramite l'europa per bloccare il sistema di concessione italiano sarei felicisisimoe disponibile ma sentir parlare di cose astratte e scienziati sinceramente preferisco impegnarmi nel betting exchange e fare in modo che migliori.
      Per quanto riguarda cio da me detto sulla poca liqudiita so che potrebbe sembrare strano ma non è una scemenza. Ma non posso che essere ambiguo perche come potrei non esserlo, in fondo siamo qui siamo anche concorrenti.

      Elimina
    13. Non abbiamo affatto a cuore lo stesso exchange, e seguire la naturale evoluzione per cui è stato inventato 15 anni fà, questo la dice tutta sul fatto che vuoi adesso iniziare un nuovo percorso ( per chi, e per quali interessi li conosciamo tutti ) ricordare che è legalmente .com nel mondo, tranne qualche Nazione compresa l Italia, ed è come viaggiare con le carrozze quando abbiamo gli aerei, ma lasciamo perdere è sempre la solita storia. QUANDO DICO:
      ( IL .COM è stato fatto fuori e mai più sarà riaperto, se non riaprirlo con le nostre buone o cattive maniere, lo dimostrano le vostre buone false teorie ) è un rafforzativo, cioè imposizione, che deve essere demolita con le nostre buone o cattive maniere, semplicemente divulgare la verità sulle scommesse e promuovere una nuova cultura, ed è quello che faranno gli scienziati e comitato difesa scommettitori. Perche vuoi vedere follia in una nobile causa ? aspettate e vedrete.
      E per finire, se non siamo noi avrete tanti altri commisti che disapprovano il vostro percorso, quindi se vi da fastidio un confronto leale e democratico, fate come i circensi, vi chiudete a riccio, fate adesioni private, o altro... e cosi otterrete quello che volete.

      Comitato difesa scommettitori di intelletto normo e super dotato.

      Elimina
  6. Sono bastati 3 giorni di silenzio.... ed eccoli peggio dei circensi, cambia palcoscenico ma...se la cantano e suonano da soli, ecco tutta la verità :

    https://plus.google.com/115410654619434664486/posts/b82wzLBxg7S

    https://www.youtube.com/watch?v=hXg-Xft0F4I

    Quello che ho visto, e altro di imminente uscita by Scienziati è spaventoso.... Aams è sotto attacco, quasi finita !

    Un fun del comitato.

    RispondiElimina
  7. Ragazzi, considerando la miseria che raccoglie betfair,it se non addirittura debiti, perchè non chiedete in massa via mail, di abbandonare l Italia portando via tutte le maestranze e tecnologia lasciando solo betflag a portare la bandiera Exchange che conquisterà il mondo con il .it ?
    Sarebbe bello aspettare questa crescita e dimostrare quanto siamo capaci noi Italiani.
    DAI FACCIAMOLO !

    Un ex .com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi cosa hai risolto?

      Elimina
    2. Continuare a proporre betflag è probabile che se ne vanno davvero..... e dato che non può che essere un rivale....tanto vale passare tutti li prima che anche i betfariani .it si trovino con un pugno di mosche.

      Elimina
    3. Non bastano qualche decina (o anche centinaia) di email per far cambiare idea ad una azienda quotata in Borsa come Betfair.

      Elimina
  8. Quello che tanti professori non riescono proprio a capire,non è il fatto di poter scegliere tra un exchange italiano o uno straniero.ma il fatto e che i pezzi di m....che stanno al governo hanno scelto per noi!!!!!!!!!
    Viva la liberta

    RispondiElimina
  9. Caro Anonimo difensore di Betflag.it, come preambolo vorrei ricordarti che Betflag.it quando faceva sportsbook semplice con annesse slot e' fallito e tutti i soldi che erano depositati sugli account nominali ( questo e' grave mio caro) sono stati rubati prima della chiusura del sito, quindi in pratica ha messo le mani dove non doveva e si e' fottuto i soldi degli utenti. Ora dato che a casa mia si dice, chi lo fa una volta lo fa sempre come le zoccole, io fossi in te stare attento. Questo consiglio non me lo paghi.
    Per quanto riguarda la tua strenua difesa di un buon prodotto italiano ( a parte il mangiare e qualche spiaggetta qua non ci e' rimasto piu' nulla) vorrei dirti che sei da affiancare a Sabatino di qualche post fa. E ti spiego anche perche'. Un prodotto che ha quote a favore di terzi investitori e' un prodotto truffaldino. Quando il Sig. Schillaci mette le fotine non devi guardare solo i soldini accoppiati nelle operazioni, se guardi le quotine noterai come le quote punta sono piu' basse e quelle banca piu' alte in confronto ai .com. Ma se il sito offre un servizio come mai l'algoritmo che deve formare le quote non e' lo stesso di quello che solo il servizio offre? Ti spiego a pane e formaggio. Oltre a prendersi la provviggione il sito funge anche da sportsbook. Noi qui diciamo acchiappa a due mani!! Ora ultimo ma piu' importante di tutti e' la situazione economico-finanziaria pero' non troppo analitica.. sempre fatta a pane e formaggio.
    Mettiamo che tra quadri e schiavi attaccati al computer o al telefono a fare servizio clienti fino all'impresa di pulizie che deve pulire i bagni della sede, fitto sede, spese di fornitori e spese fisse la ditta creata per fare exchange abbia a bilancio uscite per 250.000€.
    Ora, l'unica entrata della dittarella per far fronte a queste spese ( dato che e' appena nata.. quindi una cosiddetta start up) e' il 5% che si prendono sulle vincite che ci sono sulle cifre che vedi accoppiate. Quindi per fare 250.000 e poi cominciare a guadagnare il primo € devono fare... vediamo... 5.000.000... pero' le vincite.. quindi il doppio sono 10.000.000€ di giocate che te vedi accoppiate nelle fotine di Sig. Schillaci. Ieri sera sul .com QPR-Aston V. ha coperto in 90 minuti su un solo evento quello di cui il .it ha bisogno per coprire le spese di un mese. Se il .it fa in media 4.500€ a partita accoppiate ha bisogno di 2222.22 partite al mese per coprire le spese mensili e generare il primo € di utile. Quanto tempo rimane ai .it prima di fottersi di nuovo i tuoi soldi che teoricamente sono sul tuo conto... Mentre loro sul tuo conto hanno solo qualche numeretto per farti contento...
    Anonimo difensore o soldatino del .it ( accetta il mio dubbio sulla tua professione) scappa finche' sei in tempo. Vieni con noi, vieni con Luke SkyWalker.. Dart Fener ti mangia vivo vivo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come fai a parlare se nemmeno mi conosci, non sai come opero, non sai come gestisco i soldi, non sai quanto lascio sul conto, non sai quali e quanti siti uso.
      Io ho solo detto che vista l'impossibilita di usare il .com ho cercato di capire come poter guadagnare nei siti a disposizione.
      Poi anche io odio l'AAMS odio i .it ma all'orizzonte non vedo alternative.
      Poi lascio perdere perche stare a parlare con voi mi ha stancato.
      Senza conoscere le situazioni parlate credendo di sapere tutto.
      Non mi avete pero risposto a una domanda. A parte i principi giustissimi ma cosa fate di concreto? Qual'è la vostra lotta? (non sono sarcastico, ve lo chiedo sul serio per capire).
      Rispondete e parlate piu chiaramente della vostra battaglia e vedrete che molta piu gente vi seguira e smettetela di parlare con slogan e con quella rpesunzione che non si capisce nulla del vostro obiettivo.
      per quanto riguarda il tuo fare il fenomeno per le foto ti tranquillizzo che lo so, ma che quelle situazioni non sempre sono negative ma lascio perdere perche non capiresti.
      Continuate a fare i presuntuosi e trattarmi come un fesso, non mi importa, azni meglio....


      Elimina
    2. Tu odi aams, odi i .IT, ma vuoi far crescere un prodotto che produce lo 0.003%, ci credi e vuoi che i neofiti cascano in questa trappola ! Noi non sappiamo nulla di nessuno e nemmeno vogliamo sapere come giochi, sappiamo soltanto che i più bravi nelle scommesse, ( e per fortuna del governo sono qualche migliaio ) negli ultimi anni se ne sono altamente fottuti delle regole criminali del gioco Italiano, e hanno scoperto una strada, BETFAIR-COM che soddisfaceva le loro aspettative.
      Poi il Governo è entrato nelle nostre case, ci ha denudati, buttato per strada tante famiglie, lasciato sotto i ponti, tolto anche i sogni.... e ci chiedi anche cosa vogliamo ?
      La nostra battaglia ? avevano il bicchiere strapieno... adesso proveremo a rovesciarlo e svuotare tutto il contenuto che si è accumulato negli anni, approfittando del giocatore medio e ingenuo, ecco il nostro compito è anche istruire e indirizzare il giocatore medio e ingenuo a cambiare strada e giocare con più accuratezza.
      Senza presunzione, abbiamo un esercito di NUMERATI che faranno il possibile senza intralciare il lavoro altrui, democraticamente e con il tempo che occorre.
      Tu sostieni che il .com non aprira ? noi sosteniamo che DEVE aprire ! anche se è solo illusione, vuoi anche toglierci questo desiderio ?
      Stay tuned e pasiente.... e vedrai cosa accadra, ti sembra un atto terroristico come ci definiscono ? È INFORMAZIONE COME LA VOSTRA.
      IL Comitato difesa Scommettitori

      Elimina
  10. chi sostiene che un exchange con sola liquidità nazionale possa funzionare, o è in malafede o è un totale ignorante in materia
    tertium non datur

    RispondiElimina
  11. È anche possibile abbinare 10.000.000$ e verificarsi anche un minimo di 100.000$ vincite, e di conseguenza 5.000$ tassa.
    Un giocatore può pazziare e giocare 100.000$ e vincerne 10$ come minimo fino a più alte cifre.

    RispondiElimina

Il Blog di Betting Trader è uno spazio aperto, una libera piazza dove far circolare idee, informazioni, pareri e opinioni riguardo la più rivoluzionaria forma di scommesse mai esistita: il Betting Exchange.
Tuttavia, in ogni piazza che si rispetti esistono delle regole. Poche, semplici e di buon senso.
All’interno di questo spazio tutti i commenti sono liberi, quindi non sottoposti in alcun modo a filtri preventivi. Il Blog, però, si riserva il diritto di eliminare in qualunque momento commenti:
-offensivi
-diffamatori
-contenenti contenuti illegali
-che incitino all’odio e alla violenza
-che contengano messaggi xenofobi e omofobi
-contenenti spam
Chiunque scriva su questo blog si assume la piena ed unica responsabilità di quanto sostenuto.

Post consigliati Betting Exchange

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Bonus Betting Exchange

Punta e Banca con BetFlag!

Archivio blog

Segui il Blog via e-mail!

Attenzione

Betting Trader è il primo blog informativo in Italia incentrato sul betting exchange e sul mondo delle scommesse sportive. Il nostro impegno, mira ad aumentare la conoscenza degli utenti sul punta e banca ed incentiva gli stessi ad usare strumenti professionali e statistici sempre utilizzando una gestione del denaro corretta, diminuendo il più possibile il rischio di perdere soldi. Si vuole creare una cultura nuova sul trading sportivo mettendo a disposizione dei lettori una sorta di guida betting exchange e articoli esplicativi. Ci teniamo a sottolineare che il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può creare dipendenza patologica.
Consultare le probabilità di vincita sul sito AAMS. Per cui: siate responsabili.

Choose your language!

Seguici:

Archivio blog

Libro Betting Exchange