venerdì 14 novembre 2014

Betflag, si cambia, commissione al 5%

Betflag Logo

Sul sito di Betflag, alla voce commissioni sulle scommesse Exchange si legge “Betflag NON applica nessuna commissione, per cui la commissione attuale è pari a ZERO. La commissione è pari a ZERO sia per le scommesse vincenti, sia per quelle perdenti e sarà applicata sia in caso di puntata, sia in caso di bancata”.

Vero, ma hanno inviato una comunicazione agli utenti che a partire da lunedì 17 novembre sarà applicata una commissione del 5% sulla vincita netta, ma se si piazza almeno una scommessa nel weekend, si può usufruire della commissione ZERO fino a fine novembre.
Qual è l’intento di Betflag?

Introdurre pian piano il pagamento della commissione a tutti? Creare alla lunga due categorie di scommettitori del Betting Exchange, gli sporadici che pagheranno la commissione e gli abituali a cui non sarà applicata? Oppure è un modo per invogliare a giocare in questo week end magro di eventi?
A voi i commenti.
Share:

8 commenti:

  1. Nel panorama Exchange Mondiale questo sito è rappresentato dallo 0.00000001 di scommettitori di intelletto poco dotato, gia parlarne e dare notizie cosi ambigue e inutili, è un offesa a milioni di scommettitori Italiani di medio e sufficiente intelletto.
    Per non parlare dell ottusa e sconvolgente prepotenza del business introdotto in Italia da imbecilli e incapaci ideatori di competere con il vero exchange mondiale offerto da betfair,com.
    Fate bene a dedicarvi al business del giardinaggio, piuttosto che continuare a essere complici , di un Associazione Autorizzata Mistificatori Seriali, colpevoli di promuovere dipendenza patologica compulsiva che porta alla morte.
    Il gioco Italiano non è piu sostenibile e proponibile cosi comè strutturato ! fatevene una ragione ! In galera i colpevoli !
    E non cè LEGGE contro la ludopatia che può risolvere il problema !
    Tutti i giochi sono OUT OF DATE e meritano un controllo totale da parte di una commissione EUROPEA che stabilirà cosa è lecito e cosa provoca dipendenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo un anonimo può insultare gratuitamente i clienti di betflag, dimostrandoci che chi ha problemi con il proprio cervello è l'anonimo delle 11:30 del 14/11/14.
      A me di betflag o pinco pallo non interessa una cippa. Per me tutti i book ed exchange del pianeta sono buoni se pagano e mi offrono la quota più alta del globo terrestre disponibile per ogni singolo evento che mi interessa (aams o non aams)

      Elimina
  2. Invece di bloccare i punto com per favorire queste commedie,aams dovrebbe fare attenzione ai propri locali
    Non vorrei mai che li occupassero sti neri di m....

    RispondiElimina
  3. Post totalmente sballato e poco lucido...Sino al 17 novembre il fatto che non si pagano commissioni sull'exchange betflag, è una promozione per il lancio della loro piattaforma. Non ci saranno 2 categorie di giocatori divisa in sporadici e abituali. Semplicemente a chi piazza almeno una scommessa in questo weekeend concederanno una proroga di soli 15 giorni a commissione zero. O per l'autore del post è concepibile che una azienda fornisca un servizio aggraaatisssseeee?

    RispondiElimina
  4. Non era un insulto agli scommettitori poco dotati, (anche se aams questi scommettitori predilige ) ma agli stessi che sono prigionieri e sequestrati da un sistema che li vuole poco dotati e che li costringe a preferire di farsi inchiappettare e spennare, piuttosto che morire, come appunto succede al giornalista inglese che fa propaganda all ISIS per non essere decapitato, è la stessa situazione, per quanto riguarda la compagnia, che faccia buon business, non sono contro, ma se lo STATO gli toglie la buona concorrenza... qualche dubbio sulla trasparenza nasce.
    Questi CONDANNATI ( non poco dotati ) possono avere la libertà di poter scegliere come morire di gioco ? o deve essere necessariamente l' Aams a sentenziare il loro destino ?
    Carissimo Carlo svegliati SIAMO IN EUROPA ! Perchè non cacciamo la BMW, ASTON MARTIN, e COCA COLA ? Non sono 2 pesi e 2 misure ?
    Carissimo Carlo se le quote, il servizio, e riscossioni ( mi chiedo quali ) per te vanno bene, io sono già al manicomio e ci stò anche bene !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se sei al manicomio sono problemi tuoi. Probabilmente ha seri problemi nel comprendere ciò che leggi.A me non interessano le voglie di AAMS, io gioco in qualunque book del pianeta terrestre ( se ci fossero anche su marte,giocherei anche lì) importante è che ogni puntata che faccio sia sempre alla quota migliore del pianeta e in book/exchange solvibili.

      Elimina
  5. Per me il 5% è totalmente sproporzionato, andava bene l'1% ed era tanto...
    Sito piuttosto lento, partite pochissime, giro d'affari misero, niente a che vedere con la concorrenza.

    RispondiElimina

Il Blog di Betting Trader è uno spazio aperto, una libera piazza dove far circolare idee, informazioni, pareri e opinioni riguardo la più rivoluzionaria forma di scommesse mai esistita: il Betting Exchange.
Tuttavia, in ogni piazza che si rispetti esistono delle regole. Poche, semplici e di buon senso.
All’interno di questo spazio tutti i commenti sono liberi, quindi non sottoposti in alcun modo a filtri preventivi. Il Blog, però, si riserva il diritto di eliminare in qualunque momento commenti:
-offensivi
-diffamatori
-contenenti contenuti illegali
-che incitino all’odio e alla violenza
-che contengano messaggi xenofobi e omofobi
-contenenti spam
Chiunque scriva su questo blog si assume la piena ed unica responsabilità di quanto sostenuto.

Post consigliati Betting Exchange

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Bonus Betting Exchange

Punta e Banca con BetFlag!

Archivio blog

Segui il Blog via e-mail!

Attenzione

Betting Trader è il primo blog informativo in Italia incentrato sul betting exchange e sul mondo delle scommesse sportive. Il nostro impegno, mira ad aumentare la conoscenza degli utenti sul punta e banca ed incentiva gli stessi ad usare strumenti professionali e statistici sempre utilizzando una gestione del denaro corretta, diminuendo il più possibile il rischio di perdere soldi. Si vuole creare una cultura nuova sul trading sportivo mettendo a disposizione dei lettori una sorta di guida betting exchange e articoli esplicativi. Ci teniamo a sottolineare che il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può creare dipendenza patologica.
Consultare le probabilità di vincita sul sito AAMS. Per cui: siate responsabili.

Choose your language!

Seguici:

Libro Betting Exchange