lunedì 30 marzo 2015

Il Betting Exchange è un flop certificato? Per Noi no...

Alla fine di questa settimana abbiamo letto un articolo che diceva: Betting Exchange flop certificato e leggendolo bene,ci siamo posti qualche domanda.
Il Betting Exchange è stato definito come un flop certificato, ma certificato da chi? da quale ente certificatore?
In seguito si legge che le aziende del gioco snobbano il Betting Exchange e preferiscono puntare sulle scommesse, le slot e l'ippica.
 Certo che le aziende preferiscono puntare su questi prodotti in quanto sanno che lo scommettitore classico, non "educato" e senza le basilari nozioni di matematica, statistica, e calcolo delle probabilità, per definizione è perdente e quindi incassano le perdite dei clienti. I bookmaker se qualcuno non lo sapesse, guadagnano solamente se il cliente perde, mentre se il cliente vince, devono pagarlo di tasca propria!
 Se i clienti fossero vincitori, i bookmaker sarebbero in perdita e quindi non potrebbero spendere soldi in pubblicità e dare incentivi (bonus) per l'apertura di conti di gioco.
Il Betting Exchange è un prodotto che sta dalla parte del cliente finale, in quanto fornisce una serie di strumenti innovativi quali la bancata e il green up che permetteno di fare trading sulle quote.
Il trading sulle quote ci permette di diminuire enormemente il rischio e di mettere in pratica una serie di strategie che consentono di avere profitti nel lungo termine e di uscire dalla posizione assunta in un qualsiasi momento della partita.
L'operatore che fornisce la piattaforma di Betting Exchange fa profitti sui profitti del cliente! Se il cliente perde non guadagna nulla, e quindi è nel suo interesse ad avere clienti vincenti!

I bookmaker hanno cercato/cercano di non fare decollare questo sistema perchè è visto come un intruso che"rompe le uova nel paniere" .....
Sabato abbiamo voluto guardare le quote della partita Bulgaria - Italia del Betfair Exchange e confrontarle con tre dei migliori bookmaker autorizzati AAMS.

                                                1                    x                        2
Bookmaker AAMS1            4.50                 3.20                  1.91
Bookmaker AAMS 2           4.50                 3.30                  1.83
Bookmaker AAMS 3           4.50                 3.20                  1.90
Betfair Exchange                 4.80                 3.45                  1.92

Se uno scommettitore classico volesse fare una scommessa singola (non parliamo di trading sportivo), non conviene farla sul Betfair exchange in quanto le quote sono più alte e quindi si guadagna di più? Perchè nessuno lo fa notare? Perchè dovremmo andare a puntare sui bookmaker con quote nettamente più basse?
Qualcuno potrebbe dire, ma quelli hanno le multiple...... noi non commentiamo nemmeno questa affermazione, in quanto le multiple basano il loro funzionamento sulla probabilità composta che all'aumentare degli eventi, vede la probabilità di vincita crollare.....
Nel Betting Exchange chi opera con strumenti professionali, usa il money management, e approccia il mercato come un professionista avrà al contrario le probabilià di riuscire ad essere in profitto dalla sua parte......
Il Betting Exchange per funzionare come tutti sanno ha bisogno della liquidità internazionale, e l'arrivo a brevissimo di un big delle scommesse nell'exchange, farà conoscere meglio questo prodotto, e nel tempo contribuirà, a nostro parere, a fare cambiare la legislazione per consentirci di utilizzare la liqudità internazionale. Il sistema del betting a livello europeo è ormai "spaccato" e il processo non si può più fermare.
Essendo molto scarsa la pubblicità su questo prodotto, in questa fase è molto importante il passa parola diretto: chi viene a conoscere il punta e banca tramite un amico, o qualche evento, poi si "innamora" e confessa che senza un approccio diretto non lo avrebbe mai conosciuto o preso in considerazione...
Contribuiamo tutti con il passa parola a fare crescere il Betting Exchange in Italia, è interesse di tutti!
Share:

22 commenti:

  1. "L'operatore che fornisce la piattaforma di Betting Exchange fa profitti sui profitti del cliente! Se il cliente perde non guadagna nulla, e quindi è nel suo interesse ad avere clienti vincenti!"
    AFFERMAZIONE TOTALMENTE FALSA.... A betfair non interessa chi vince o perde, perchè che tu vinca o perda, betfair guadagna comunque la propria commissione da chi vince la scommessa abbinata....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La commissione la prende da chi guadagna e certamente essendoci l'abbinamento tra due scommesse di segno opposto, c'è qualcuno che perde. Betfair infatti ha introdotto per l'estero la premium charge e quindi potrei dirti che vuole clienti vincenti perchè gli addebita un ulteriore 20% che arriva anche al 60% dopo certi livelli di commissioni pagate.
      QUINDI BETFAIR e' CONTENTA DI AVERE CLIENTI VINCENTI perchè poi gli addebita una commissione sui profitti dal 20 al 60% e partecipa ai suoi utili. Ora spero che tu abbia campito che a Betfair interessano i clienti vincenti.......

      Elimina
    2. Come al solito io chiamo denari e tu rispondi a coppe......... tu hai aperto questa discussione parlando di betfair.it e tu mi rispondi facendo l'esempio di betfair.com dove gli italiani son stati buttati fuori a calci nel di dietro

      Elimina
    3. Gli italiani non sono stati buttati fuori a calci nel sedere come dici tu, questo lo puoi ben verificare (non voglio aprire polemiche e discussioni). Nel decreto si parla massimo di 10% e quindi spazio al limite c'è ancora, poi ho scoperto altre cose a riguardo, ma non voglio entrare in polemiche e quindi lascio stare. I clienti vincenti sono quelli che garantiscono un monte di commissioni fisse e garantite nel lungo periodo, a discapito di quelli che entrano nel mercato fanno qualche giocata e perdono e se ne vanno o fanno dei danni e sono persi. Chi fa trading e scalping è il cliente ideale in quanto anche se vince e perde e chiude a zero, comunque paga commissioni.

      Elimina
    4. Ti invito a non indorare la pillola e a non riportare l'esempio di betfair.com Allo stato attuale su exchange italiano è impossibile fare scalping o trading. (tranne qualche partita di cartello) E un trader non può aspettare quelle poche partite di cartello per tradare o fare scalping

      Elimina
    5. su diverse partite si può fare scalping dopo circa 20 minuti quando le quote scendono sotto a 2.00 . Per il trading alcune strategie si possono fare, chiaro che lo spread inferiore sul .com permette un rischio inferiore e guadagno superiore

      Elimina
  2. "Se uno scommettitore classico volesse fare una scommessa singola (non parliamo di trading sportivo), non conviene farla sul Betfair exchange in quanto le quote sono più alte e quindi si guadagna di più? Perchè nessuno lo fa notare? Perchè dovremmo andare a puntare sui bookmaker con quote nettamente più basse?"
    ALTRA AFFERMAZIONE TOTALMENTE FALSA.... Mancando liquidità su betfair.it le quote sono nettamente più basse dei book tradizionali, Con la beffa che oltre a dover scommettere con quote più basse, bisogna pagare la commissione del 5% + arrotondamento.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho fatto l'esempio della partita Bulgaria- Italia. In alcuni casi dove i book sono quasi totalmente vuoti non c'è nemmeno da dirlo, ma è chiaro che più aumenta la liquidità e lo spread si restinge e meglio è farlo sul betfair exchange. Scommetto che mi vuoi dire che la domenica sera per le partite della domenca seguente, la quasi totalità delle quote le trovo a 1.01 e sul bookmaker sono più alte.....
      Poi anche se la quota fosse uguale o anche inferiore, io ho la possibilità di uscire in live in qualsiasi momento, anche dopo un tot di minuti perche la quota è cambiata. Nel Betting Exchange posso cambiare e uscire quando voglio dalla posizione!!!!

      Elimina
    2. Tu stai fantasticando, se non ci sono soldi nei live, se sei entrato nel pre live con l'intenzione di tradare, con molta probabilità, se hai il conto solo su betfair.it exchange, andrai sicuramente in perdita, perchè non avrai nessuna possibilità di uscita.
      Ricordati che chi fà trading per vivere, non può assolutamente affidarsi agli exchange italiani. Poi mi devi togliere una curiosità, come fai ad avere questa idea fideistica che l'exchange italiano avrà un giorno una liquidità accettabile???? Quando pur avendo a disposizione il mercato mondiale, betdaq non è mai stato in grdo di scalfire la supremazia netta di betfair.com.

      Elimina
    3. perchè è molto semplice andremmo ad avere la liquidità Europea/internazionale. Non domani mattina, tra qualche anno se si lavora tutti per questa direzione. Le polemiche e dire che ora non c'è scarsa liqudità è facile, ma le cose cambieranno. Poi rimani pure della tua opione, si vedrà chi avrà ragione. Secondo te Betfair ha spesso un sacco di soldi in Italia e Spgna per fare partire il betting exchnage a quale scopo? Per avere una misera liqudità e non sa che ci vuole quella internazioanale? Il progetto è quello di arrivae ad una liqudiità comuqnue europea e collegata al .com andando a prendere le varie licenze nei Paesi essendo artefici del cambiamento.

      Elimina
    4. Betfair ha aperto l'exchange italiano solo come attività di copertura. Poi fammi capire, un trader professionista nell'attesa del miraggio della liquidità internazionale, che fà????? Nell'attesa muore di fame????????????

      Elimina
    5. Betfair ha aperto l'exchange italiano per riunire le varie liquidità nei vari Stati. Questa è la politica di un azienza nel lungo periodo, per il cliente invece le propsettive cambiano.
      Il trader può fare trading e strategie e persone che guadagno anche sull' it ci sono. Le cose stanno cambiano, l'exchange italiano si può dire che è partito a novwmbre e a breve entreranno altri operatori. Siamo all' anno ZERO e da qui si parte e si cresce. Cose da fare per guadagnare nel betting ce ne soono, basta ingegnerarsi. Però per cortesia basta con queste polemiche del cavolo, a partire da settembre/ottobre vedrai diversi miglioramenti, non stravolgimenti. Bisogna essere positivi, se si è positivi nella vita si va avanti!

      Elimina
    6. Le polemiche del cavolo le stai facendo tu. Dovresti dire se per caso sei un referente di betfair, altrimenti tutta questa fede non vedo come possa essere motivata. Per me, non cambia nulla, se trovo l'affare su betfair.it o su vattelapesca lo faccio comunque a prescindere se è simpatico o antipatico,

      Elimina
    7. referente di betfair con il banner di Betflag....Infatti dovrebbe essere cosi se trovi un affare su Betfair (e sullo sportsbook ci sono .........) allora puoi prendere posizione altrimenti ti rivolgi agli altri. Qui si vuole fare crescere il profotto Betitng Exchange oggi di Betfair e Betflag, domani di un altro big, etc più operatori arriveranno e meglio sarà per fare crescere il betting exchange.

      Elimina
    8. Intanto sullo sportbook di betfair.it si fanno affari per un breve periodo, perchè essendo degli incapaci, ghiacciano i clienti a pochi spicci. Infine sulla moltiplicazione degli operatori exchange in italia, considerando che la torta da dividere è sempre quella, non credo che possa arrivare un dio che faccia la moltiplicazione delle torte

      Elimina
    9. Il Betting Exchange in Italia non lo conosce nessunoooooooo. Ci sono parte degli ex clienti di betfair.com e qualche persona nuova che si è avvicinata. La torta è grandissima, a patto che in giro si sappia che c'è il betting exchange e come funziona, altrimenti la torta rimarrà piccola. Il grande operatore serve per fare in modo che più persone vengano a contatto con questo prodotto e ci sia il passa parola.

      Elimina
    10. Ma dai....L'exchange non è per tutti, ma è fatto per scommettitori molto evoluti e quindi la torta a disposizione è molto piccola

      Elimina
  3. La teoria di Darwin dell'evoluzione della specie, dice che l'uomo per sopravvivere deve evolversi.... quindi vedrai che la gente si evolve e passa a questo prodotto che non è di nicchia, o almeno lo è sino quando per caso ci si imbatte nel betting exchange, e poi tante cose cambiano....

    RispondiElimina
  4. Sorry, ma la teoria di Darwin non dice che su 60.000.000 di italiani ci saranno 60.000.000 di scienziati

    RispondiElimina
  5. il fatto che ci siano pochi commenti, mi spiace.....Ma purtroppo l'exchange è un prodotto di nicchia e in quanto tale, teniamolo vivo almeno tra noi addetti ai lavori

    RispondiElimina
  6. oggi come oggi per chi deve fare una singola scommessa secca non conviene praticamente mai farla su betfair.com figuriamoci su betfair.it.....

    di solito puo' semmai convenire sulla sfavorita, ma sulle favorite quasi impossibile puntare su betfair.... anche nell'esempio che hai postato puntare 100 euro a 1.92 ti da un ipotetico guadagno di 87,4 euro contro 92 euro dell book aams... e di solito la gente non e' che gioca la sfavorita.... avresti potuto scrivere che conviene giocare solo le sfavorite e saresti stato vicino alla verità invece di farci ancora una volta ridere.....

    RispondiElimina
  7. Da oggi e per tutto il 2015 Betflag ha abbassato le commissioni al 2%

    RispondiElimina

Il Blog di Betting Trader è uno spazio aperto, una libera piazza dove far circolare idee, informazioni, pareri e opinioni riguardo la più rivoluzionaria forma di scommesse mai esistita: il Betting Exchange.
Tuttavia, in ogni piazza che si rispetti esistono delle regole. Poche, semplici e di buon senso.
All’interno di questo spazio tutti i commenti sono liberi, quindi non sottoposti in alcun modo a filtri preventivi. Il Blog, però, si riserva il diritto di eliminare in qualunque momento commenti:
-offensivi
-diffamatori
-contenenti contenuti illegali
-che incitino all’odio e alla violenza
-che contengano messaggi xenofobi e omofobi
-contenenti spam
Chiunque scriva su questo blog si assume la piena ed unica responsabilità di quanto sostenuto.

Post consigliati Betting Exchange

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Bonus Betting Exchange

Punta e Banca con BetFlag!

Archivio blog

Segui il Blog via e-mail!

Attenzione

Betting Trader è il primo blog informativo in Italia incentrato sul betting exchange e sul mondo delle scommesse sportive. Il nostro impegno, mira ad aumentare la conoscenza degli utenti sul punta e banca ed incentiva gli stessi ad usare strumenti professionali e statistici sempre utilizzando una gestione del denaro corretta, diminuendo il più possibile il rischio di perdere soldi. Si vuole creare una cultura nuova sul trading sportivo mettendo a disposizione dei lettori una sorta di guida betting exchange e articoli esplicativi. Ci teniamo a sottolineare che il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può creare dipendenza patologica.
Consultare le probabilità di vincita sul sito AAMS. Per cui: siate responsabili.

Choose your language!

Seguici:

Archivio blog

Libro Betting Exchange