Cerca una parola/argomento nel Blog

giovedì 4 febbraio 2016

Tassa sul margine per i bookmaker in vigore dal 2016

Nel mese di gennaio 2016 è entrata in vigore la tassa sul margine dei bookmaker inserita nella legge di Stabilità 2016.
I rappresentanti legali delle varie società autorizzate al gioco in Italia hanno espresso pareri molto lusinghieri su questa nuova modalità di tassazione che a loro dire li rende più competitivi con i loro "rivali" del .com
L'imposta sul margine delle scommesse sportive a quota fissa è applicata sul differenziale tra somme giocate dagli scommettitori e le vincite pagate agli stessi giocatori all'interno di ogni mese.

La tassa sul margine segue le seguenti aliquote fisse:
  • 18% per la raccolta effettuata dalle agenzie di scommesse fisiche
  • 22%  per la raccolta effettuata a distanza e quindi dai bookmaker online

Come si può notare l'aliquota sulle agenzie fisiche è maggiore in quanto i costi sostenuti dagli operatori sono maggiori e quindi va a gravare meno sul bookmaker.


Un chiarimento alla normativa è stata fatta da AAMS su una nota che potete leggere integralmente: nota integrativa AAMS tassazione sul margine
Le somme giocate sono al netto dei biglietti annullati e rimborsabili ed includono i bonus erogati allo scommettitore.

Prima di questa legge i bookmaker invece pagavano un tassa fissa del 2% sulle somme giocate dallo scommettitore indipendentemente da loro esito.
Vedremo se come detto dai bookmaker riusciranno ad essere competitivi in termini di quote con i .com.


Share:

18 commenti:

  1. Questa norma fiscale sulle scommesse sportive è rivoluzionaria rispetto alla legislazione passata e và ad agevolare la concorrenza dei book italiani rispetto ai concorrenti esteri.
    Purtroppo il primo mese di attuazione è passato e non si sono visti miglioramenti delle quote e dei limiti di giocate sulle singole, rispetto ai concorrenti esteri

    RispondiElimina
  2. diamogli un pò di tempo di assestamento e stiamo a vedere...

    RispondiElimina
  3. Ragazzi basta avere un conto con Pinnacle.....se si vuole rimanere con un book......
    Altrimenti c'è il "grande e bello" BETTING EXCHANGE....dove le quote li fate voi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non interessa se sia un book tradizionale o un exchange, io prendo sempre la quota più alta possibile. Intanto stò notando che in molti mercati (persino la premiere league inglese) betfair.com offre quote più basse rispetto agli asiatici e poca liquidità

      Elimina
  4. Come si diceva nel precedente aticolo, hanno vinto le lobby dei bookies sempre contro l' exchange ormai soltanto un ricordo.
    E questi vogliono ancora insegnare cosa è l' exchange e i vantaggi che un tempo lontano regalava agli scommettitori.
    Diciamo che per ora ha vinto il sistema concessorio criminale legalizzato, quando la distruzione totale dei giochi numerici e gli eccessivi guadagni del Banco toccheranno il fondo ed eliminati per legge, al Signor Robin Hood resterà il miliardo di giocato online, ma perseguitato e condannato all' espatrio per la sua grande e stupida invenzione.
    La morte del Monopolio è imminente !

    RispondiElimina
  5. be che l'exchange è un ricordo lo dici tu
    io sono 2 anni che continuo a giocare sul .com
    alla faccia di tutti quelli che sanno solo chinare la testa

    RispondiElimina
  6. Leggi il labiale, una cosa è giocare con liquidità sempre più risicata..... e un ' altra sopravvivere contro questi Monopoli e lobby criminali che si sono inventati di tutto per eliminarlo facendo una guerra che siamo disposti a vincere con tanto spargimento di sangue ! ( inteso come posti di lavoro in fumo ).

    RispondiElimina
  7. Io non credo che l exchange sia un ricordo...anzi.
    Qualche giorno fa, proprio betfair, ha ampliato il palinsesto inserendo campionati e competizioni che pochi professionisti conoscono.
    Per quale motivo l avrebbe fatto? Per concorrere con i bookie.
    Ci sarànno ancora novità con l exchange, e continuerò a dedicarmi a quello....sinceramente quando ho una perdita e so che i miei soldi sono finiti ad altri utenti mi rode di meno, che sapere che siano andati ad un bookie.

    Zeppelin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse non hai capito, molti abbiamo nel sangue il BE e sappiamo che è oro che si differenzia dal letame !
      Le lobby e i Monopoli hanno fatto di tutto per eliminare pian piano quell' oro che regala benessere agli scommettitori, ma che col tempo poteva ostacolare i truffatori seriali del gioco mondiale a partire dai giochi numerici per finire con i pokeristi capaci di truffare con i software. Il BE è purezza e vincita immediata offerta al costo dell' 1%, condizione che permette di superare l' even - parità.
      Adesso dimmi tu, come questi Monopoli concessionari ricevitori e un esercito di dipendenti, oltre che politici amanti delle mazzette possono rinunciare a 70 miliardi netti rubati agli Italiani ?
      Mettendo proprio dei... qua qua ra qua a convincere tutti che il betting exchange è soltanto quello Italiano ( pescare in uno stagno, invece che nell' oceano )anzichè planetario.
      Se non si estirpano i criminali del Monopolio, il BE lo puoi avere di notte ( nei tuoi sogni ! )

      Elimina
  8. Perdonami, ma tu cosa vorresti?
    Fino a quando esisteranno i polli, i bookie vivranno...e poi guarda che è davvero una patologia, e quindi stanno al sicuro, perchè difficile da sconfiggere. Incasseranno sempre da quelle povere persone che hanno una malattia.

    Sai di cosa ci sarebbe bisogno veramente...? un educazione al gioco, far si che la gente possa aprire gli occhi.
    Tu hai gli occhi aperti?? Sono felice per te, sono consapevole del potere delle lobby.....ma è la gente "malata" il loro potere....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai centrato il tema, bravo! L'ignoranza in Italia è una bandiera da difendere a tutti i costi...la gente pensa che essere ignorante sia una virtù. Quante volte noi scriviamo e cerchiamo di spiegare le cose: basta leggere i commenti per capire tutto. Più la gente sarà istruita, meno giocherà le multiple con i bookmaker e prima arriverà il betting exchange... invece commenti del solito tenore.

      Elimina
  9. Bene, li lasciamo al loro destino ? non hai capito che è un progetto universale che ha oscurato il BE, compreso il .com destinato a dissolversi ?
    Tu disprezzi i bookies, che onestamente se fossero tutti come bet365 ( pay out 95% ) concessione di giocata minima 10 cent. e palinsesto libero come in tutta Europa non ci sarebbe nulla da lamentarsi o scandalizzarsi, ma consideri questo BE una filosofia unica da vivere anche se matura tra 20 anni vero ?
    Il Mondo è bello xche vario, esiste il banco con profitto di margine pari all' 1% (BE, solo se mondiale ) esistono i bookies che devono fermarsi al 5%, esistono le slot al 30%, le lotterie dal 60% al 779% e i gratta al 2000%.

    Vediamo che intenzione hanno questi assassini e poi ci comportiamo di conseguenza, tutti insieme per salvare vite umane, è semplice come l ABC.
    O sei uno che magna alle spalle di queste povere vittime ?

    RispondiElimina
  10. E allora fai una propaganda di gioco sano, non imprecare perchè non serve a nulla....io sono consapevole di ciò che intendi.....ma possiamo far poco, se non tenerci fuori dal "circolo vizioso" .
    La maggioranza della gente si è rovinata con il gioco...mi spiace ciò...
    Ti ripeto, se non sono le persone a svegliarsi, è inutile disprezzare il Monopolio e tutti i suoi "compari".
    L'uno senza l'altro non può esistere.

    Zeppelin

    RispondiElimina
  11. Il gioco sano, con questi guadagni spropositati del Banco, in Italia non può esistere !
    Dimmi tu come vuoi proseguire, ti ricordo che il Robin Hood che ruba ai poveri per dare ai ricchi con il suo scelllerato progetto ha decretato la fine del sistema concessorio legale Italiano.
    Ti ricordo che dal 7 aprile 2014 ( nonostante sono aumentate le entrate ) tutto il sistema gioco è in tilt e si sono persi numerosi posti di lavoro.

    Più voi volete insabbiare il progetto criminale di Governo, più la catastrofe si avvicina, compresa la catastrofe ( o Tzunami ) economico di proporzioni gigantesche.
    Se non si chiede l' intervento dell' Europa, sarà l' Europa a mandare in galera i traditori della Nazione !
    Buona divulgazione di un progetto Criminale !

    RispondiElimina
  12. Ma dai un nome alle cose o persone.....chi è sto Robin Hood, sto Tonio???? Per quanto mi riguarda i bookie per me sono una cosa passata....
    Tutti i tipi di scommesse che propongono non sono altro che trappole per fotterti sempre più denaro...più giochi e più perdi...nessuno è mago Merlino per prevedere come finisce una partita, nessuno ha una sfera magica....per sapere il risultato di un match.
    Certo puoi far trading anche su un bookie, ma nel momento in cui vedono la tipologia delle tue giocate, ti fanno problemi, perchè quello per loro è un giocare a "scopo di arbitraggio sportivo", cioè surebet....

    Non possiamo far molto, se non tenerci fuori dal "circolo vizioso".
    Io non sostengo il progetto criminale di cui parli, anzi, con la riflessione che ho scritto su questo blog, ho cercato di mettere in guardia la gente....aprire gli occhi, e giocare in modo oculato ed intelligente.

    Zeppelin

    RispondiElimina
  13. Bene, Allora smetti di promuovere questa ciofeca, lottiamo insieme per l' unico obiettivo che è liquidità mondiale da subuto ( senza si e senza ma ! )e se questo non avviene ci vogliono 2 giorni per organizzare un blog che informa come abbassare gli introiti dei bookies ex .com che sono scesi a patto con i Monopoli, che fanno pagare quel pizzo agli scommettitori.

    RispondiElimina
  14. Ascolta bello, tu ed io non credo possiamo fare molto...
    Se hai qualcosa da promuovere o creare fallo pure...se sarà qualcosa di interessante e innovativo io ti verrò dietro.

    Ricorda che se stai a parlare con uno stupido, la gente potrebbe non notare la differenza.....
    Quindi se la gente vuole continuare a giocare con i bookmaker che lo faccia....se conosci il pericolo lo eviti.

    Punto. non devi buttarti dalla finestra se tutti lo fanno!!!

    Zeppelin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La contraddizione : ammetti che i bookies sono la tomba degli scommettitori, ma promuovi la ciofeca ( betfair.it ) guidata dal capo dei capi ( aams-adm ) responsabile di Genocidio.

      Elimina

Il Blog di Betting Trader è uno spazio aperto, una libera piazza dove far circolare idee, informazioni, pareri e opinioni riguardo la più rivoluzionaria forma di scommesse mai esistita: il Betting Exchange.
Tuttavia, in ogni piazza che si rispetti esistono delle regole. Poche, semplici e di buon senso.
All’interno di questo spazio tutti i commenti sono liberi, quindi non sottoposti in alcun modo a filtri preventivi. Il Blog, però, si riserva il diritto di eliminare in qualunque momento commenti:
-offensivi
-diffamatori
-contenenti contenuti illegali
-che incitino all’odio e alla violenza
-che contengano messaggi xenofobi e omofobi
-contenenti spam
Chiunque scriva su questo blog si assume la piena ed unica responsabilità di quanto sostenuto.

Post consigliati Betting Exchange

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Bonus Betting Exchange

Punta e Banca con BetFlag!

Archivio blog

Segui il Blog via e-mail!

Attenzione

Betting Trader è il primo blog informativo in Italia incentrato sul betting exchange e sul mondo delle scommesse sportive. Il nostro impegno, mira ad aumentare la conoscenza degli utenti sul punta e banca ed incentiva gli stessi ad usare strumenti professionali e statistici sempre utilizzando una gestione del denaro corretta, diminuendo il più possibile il rischio di perdere soldi. Si vuole creare una cultura nuova sul trading sportivo mettendo a disposizione dei lettori una sorta di guida betting exchange e articoli esplicativi. Ci teniamo a sottolineare che il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può creare dipendenza patologica.
Consultare le probabilità di vincita sul sito AAMS. Per cui: siate responsabili.

Choose your language!

Seguici:

Archivio blog

Libro Betting Exchange