Gioca responsabile e...informato!

                      (homepage del sito giocaresponsabile.it, visitatelo!)
Il betting exchange è una meravigliosa rivoluzionaria modalità di scommesse, che ha ormai coinvolto milioni di appassionati in tutto il mondo. Un semplice gioco che ti permette di scegliere tra il ruolo del banco o quello del puntatore. Ciò che è importante sottolineare, però, è che c’è solo una strategia vincente: il gioco responsabile.
C’è chi fa del betting exchange la fonte primaria di guadagno, chi arrotonda le proprie entrate mensili, chi ci rimette piccole somme e chi mette a repentaglio la propria vita.
La prima categoria è formata da persone che agiscono sugli exchanges in maniera professionale, che hanno alle spalle anni di esperienza sul campo, conoscono diverse strategie da attuare in qualsiasi momento, hanno una gestione del capitale attenta e responsabile, in grado di massimizzare i profitti e limitare le perdite. Inoltre, fanno particolare attenzione all’aspetto mentale-psicologico, cosa che permette di evitare errori banali. Questa categoria è quantificabile in un massimo del 5% (esagerando) del totale dei giocatori del betting exchange.
La seconda categoria è formata da persone che iniziano ad avere una discreta esperienza sul campo, hanno un capitale poco cospicuo da investire e, cosa più importante, si divertono non mettendo a repentaglio nulla della loro vita. “Investono” in maniera responsabile una piccolissima quota delle entrate mensili.
La terza categoria è formata da persone poco esperte, che stanno appena cominciando il loro percorso di conoscenza del gioco, sono consapevoli del loro status di “inesperti” e dunque investono piccole somme per cercare di entrare al meglio nel meccanismo.
La quarta ed ultima categoria, invece, è formata da persone inesperte a livello strategico e a livello di money management. Fragili a livello psicologico, sono coloro che più rischiano di mettere a repentaglio tutto ciò che si cono conquistati durante la loro vita.
Il betting exchange è, dunque, un rischio. Informati e...gioca responsabile
!

Commenti