Entra anche tu nella rivoluzione del Betting Exchange

Se non hai ancora aperto un conto fallo subito, e segui il nostro blog per imparare ad operare nel Betting Exchange sia da scommettitore evoluto che da Sport Trader - BettingTraderBlog.com.

venerdì 30 novembre 2012

BTpedia: cos'è il set betting?




Quante volte uno scommettitore si è trovato di fronte ad un incontro di tennis, o di volley, e ha preferito non scommettere su un tennista o su una squadra in quanto la quota era troppo bassa? Tantissime.
La scommessa “set betting” viene proprio incontro a questa esigenza. Volendo darne una definizione, diciamo che “occorre pronosticare il risultato di un match tenendo presente quanti set verranno vinti da X e quanti da Y”.
Prendiamo ad esempio il volley, Macerata - Trento. Per vincere l’incontro, una delle due squadre dovrà vincere almeno tre set. Quindi le scommesse per il Set Betting (su 5 set possibili) sono:
3-0; 3-1; 3-2; 2-3; 1-3; 0-3.
Per il tennis il discorso è identico, a meno che il torneo di tennis non preveda che, per vincere un incontro, sia necessario vincere due set su tre. In questo caso avremo un’altra classe di esito: Set Betting a 3 (cioè, alla meglio dei 3 set), e le scommesse relative saranno:
2-0; 2-1; 1-2; 0-2.
Per quanto concerne il betting exchange, è chiaro che le strategie di trading e scalping possono essere molto fruttuose in quanto la variazione di quota nel set betting è sempre maggiore rispetto alla variazione della quota relativa al vincitore del match (il Testa a Testa Match Risultato). Basti pensare che è sufficiente un break, cioè il fatto che un tennista che serve perda il game, per variare di moltissimo le quote del Set Betting.

Share:

giovedì 29 novembre 2012

BTpedia: basket, cos'è il margine di vittoria?




Tra le scommesse di basket più gustose, c’è il “margine di vittoria”. O meglio... ci sono i margini di vittoria, visto che si tratta di due scommesse: la prima su 7 esiti; la seconda su 12 esiti. Analizziamole:
“Margini di vittoria 7 esiti”: si tratta di pronosticare quanti punti di differenza ci saranno tra le due squadre indipendentemente da chi vincerà la partita. I sette esiti sono:

  • da 1 a 5 punti di differenza;
  • da 6 a 10 punti di differenza;
  • da 11 a 15 punti di differenza;
  • da 16 a 20 punti di differenza;
  • da 21 a 25 punti di differenza;
  • da 26 a 30 punti di differenza;
  • 31 o più punti di differenza.

“Margini di vittoria 12 esiti”: si tratta di pronosticare quanti punti di differenza ci saranno tra la due squadre indicando chi vincerà la partita. I 12 esiti sono:

  • A 1-5: la squadra A (in casa) vince con un di divario da 1 a 5 punti;
  • A 6-10: la squadra A vince con un di divario da 6 a 10 punti;
  • A 11-15: la squadra A vince con un di divario da 11 a 15 punti;
  • A 16-20: la squadra A vince con un di divario da 16 a 20 punti;
  • A 21-25: la squadra A vince con un di divario da 21 a 25 punti;
  • A +26: la squadra A vince con un di divario superiore ai 26 punti;
  • B 1-5: la squadra B (ospite) vince con un di divario da 1 a 5 punti;
  • B 6-10: la squadra B vince con un di divario da 6 a 10 punti;
  • B 11-15: la squadra B vince con un di divario da 11 a 15 punti;
  • B 16-20: la squadra B vince con un di divario da 16 a 20 punti;
  • B 21-25: la squadra B vince con un di divario da 21 a 25 punti;
  • B +26: la squadra B vince con un di divario superiore ai 26 punti.

Ovviamente, le scommesse sopra indicate si riferiscono a tutta la partita di basket, supplementari inclusi.

Share:

mercoledì 28 novembre 2012

Roberto Fanelli (AAMS) frena per i nuovi giochi




Nel convegno “Finanza, Gioco e Legalità” che si è tenuto a Roma nella sala conferenze di Palazzo Bologna e organizzato da Codere, è intervenuto Roberto Fanelli, Direttore per i Giochi di AAMS, affermando che è il caso di frenare l’introduzione di nuovi giochi e concentrare l’intervento sui prodotti di gioco in difficoltà e sostenere le categorie più deboli.
Secondo Fanelli è necessario limitare l’offerta, “dopo anni di espansione, dobbiamo consolidare il comparto utilizzando il sistema sanzionatorio per chi viola le regole”.
Le domande che ci poniamo sono: cosa c’è dietro a queste parole del Direttore per i giochi di AAMS? Per salvare giochi che muovono pochi soldi, potrebbe esserci un ulteriore ritardo per il betting exchange che invece porterebbe nuovo vigore al comparto dei giochi ? Ma il betting exchange va considerato come nuovo gioco, sebbene la normativa vada avanti da molto tempo?
Lasciamo a voi i commenti.

Share:

martedì 27 novembre 2012

BTpedia: cos'è l'1X2 nell'hockey sul ghiaccio?




Uno sport molto apprezzato nell’Italia del Nord e in genere nei paesi “freddi” è l’hockey sul ghiaccio. Uno sport che si disputa tra due squadre composte da 6 giocatori ciascuna. Ogni incontro, della durata totale di 60 minuti, è diviso in tre periodi di 20 minuti ciascuno. Se le due squadre alla fine dei tempi regolamentari sono in pareggio, si gioca un tempo supplementare di 5 minuti. Nel caso in cui i supplementari non risolvano la situazione, la partita viene decisa agli shootout (rigori). La squadra che perde durante l'overtime prende comunque un punto per la classifica.
Le scommesse dell’hockey su ghiaccio sono simili al calcio. Abbiamo l’ esito finale 1X2 in cui si deve pronosticare il risultato ai tempi regolamentari. Ovviamente con 1 si pronostica che vince la squadra in casa, X che pareggiano e 2 che uscirà vittoriosa la squadra fuori casa.

PS: scopri qui la sezione BTpedia.

Share:

lunedì 26 novembre 2012

Betfair fuori anche dal mercato greco!



Finchè non ci sarà una maggiore chiarezza riguardo la regolamentazione, Betfair sarà fuori dal mercato greco. E’ questa la posizione netta assunta dal leader mondiale del betting exchange che da tempo stava battagliando col governo locale in merito a costi e autorizzazioni. Alcune condizioni economiche imposte dal governo greco avrebbe rischiato di rendere poco redditizio il business per Betfair, proprio come accaduto in Germania (mercato lasciato quasi un mese fa). Betfair, inoltre, ha giudicato il comportamento del governo ellenico troppo “protezionista” e si ritiene sorpresa per i mancati provvedimenti da parte della commissione europea. La decisione di lasciare il mercato greco avrà, ovviamente, ripercussioni anche sul bilancio: infatti ammontava a  13 milioni di pounds la stima dei ricavi provenienti dal mercato greco per questo anno fiscale.
Share:

domenica 25 novembre 2012

Cruddace:"Speriamo di partire col betting exchange in Italia nel 2013"




Al convegno tenutosi a Roma dal titolo “2013: Betting and Gambling in Europe” ha partecipato anche Martin Cruddace, company secretary di Betfair, che ha ribadito 2 concetti essenziali. Il primo riguarda la data d’introduzione del betting exchange in Italia: infatti sembra svanita completamente l’ipotesi di una partenza già a dicembre del betting exchange in Italia. Come lui stesso ha dichiarato:”Speriamo di partire nel 2013 con questo prodotto anche in Italia”. Il secondo concetto riguarda la liquidità internazionale. Sul tema Cruddace ha ribadito:”Dobbiamo evidenziare che la liquidità internazionale non compromette le procedure in vigore per la lotta al riciclaggio di denaro. I concessionari in genere devono essere reponsabili. Specie nelle scommesse, dove c’è l’anonimato nel gioco, ancor di più nel betting exchange. In Italia vorremmo proporre questa liquidità altrimenti il nostro business rischia di non avere senso.”

Share:

sabato 24 novembre 2012

Bancora:"Betting exchange volano per l'intero segmento delle scommesse".




A margine del convegno “2013 Betting and Gambling in Europe” Max Bancora, Ceo di Betfair Italia, ha rilasciato importanti dichiarazioni per quanto concerne lo scambio scommesse in Italia. Bancora ha esordito dicendo che “il betting exchange può riportare il segmento delle scommesse in positivo nel 2013.” A cosa si riferisce? Allo storico calo che è stato registrato nel 2012, dove il settore delle scommesse ha fatto registrare una riduzione sensibile del business, complice lo scandalo del calcioscomesse che probabilmente ha fatto diminuire la fiducia degli scommettitori. Bancora ha poi sottolineato che “il betting exchange è in grado di strappare quote di mercato ai siti .com, attirando quei giocatori che adesso non trovano l’offerta che desiderano sui siti legali. E inoltre può far rientrare in Italia le giocate che adesso vengono attirate dai bookmaker asiatici”. Ha inoltre ribadito che “siamo alla fine di un percorso dopo anni dedicati alla regolamentazione del prodotto, adesso siamo pronti per lanciarlo”. Fine 2012? Inizio 2013? Staremo a vedere. Di certo le parole di Bancora confortano tutti gli appassionati del p2p in Italia. Bancora ha infine concluso affermando che “il prodotto può essere un valido volano per l’intero segmento che in Italia in questa fase sta segnando il passo”.

Share:

venerdì 23 novembre 2012

Allara (Paddypower):"Bene il betting exchange in Italia"




Sono molto importanti le dichiarazioni rilasciate a Gioco News di Alessandro Allara, direttore della comunicazione in Italia di Paddy Power, uno dei nomi più famosi nel mondo per quando concerne il betting. La notizia della prossima apertura del mercato italiano al betting exchange rallegra Allara, che però ammonisce: “Una tassazione al 20% è improponibile. Deve cambiare il regime di tassazione altrimenti non ce la faremo mai ad importare tutta la competenza e il valore che ha dato lustro al nostro titolo”.
Allara, inoltre, evidenzia anche la necessità di liberalizzare i limiti di vincita: “Oggi un player italiano non può giocare più di una certa cifra. Una quota a 2 non può essere giocata a più di 5,000 euro per un limite di 10,000 euro fissato da Aams per la vincita massima. C'è chi spezza le scommesse in più bollette ma è una cosa anacronistica”.
Allara rivolge un invito ad una maggior libertà anche per quanto concerne le classi d’esito: “L'offerta è ancora limitata. Alcuni meccanismi sono tracciati e limitati dal regolatore che deve controllare col palinsesto ma anche questo ci offre difficoltà. Oggi una grossa fetta di denaro viaggia in Asia e ci sono anche tantissimi agenti che operano sul territorio italiano. Tramite un'ampiezza dell'offerta potremmo portare in Italia anche le scommesse più curiose che proponiamo ma possiamo farlo solo all'estero”.
Altro tema interessante affrontato da Allara e che può interessare particolarmente chi opera con l’arbitraggio sportivo, riguarda il “void”, cioè la possibilità per i bookmaker di non pagare scommesse sulle quali è stato commesso un errore tecnico: “Discuteremo poi con Aams sull'errore delle quote. Se sbagliamo una quota a 25 piuttosto che sia a 2,5 sbagliando una virgola, io sono costretto a pagare. Tanti operatori terrestri hanno sputato sangue su questi errori e questa è una cosa che castra la competitività del bookmaker. Così siamo troppo prudenti e usciamo dopo il dot com oppure usciremo con livelli più bassi per paura di sbagliare quota”.
Allara conclude dicendo che risolvendo solo questi problemi già si amplierebbe del 40% il mercato delle scommesse in Italia.
E’ indubbio che molte considerazioni fatte dal direttore della comunicazione di Paddy Power in Italia sia condivisibili: una revisione del regime di tassazione unito ad un ampliamento dell’offerta sono assolutamente necessarie e improrogabili. Sul void il discorso andrebbe ampliato, in quanto uno scommettitore ha tutto il diritto di incassare qualora abbia indovinato l’esito di un evento, indipendentemente dal fatto che la rispettiva quota fosse errata o giusta. Anche perchè bisognerebbe stabilire una soglia oltre la quale è possibile definire un “errore tecnico o umano” tale da giustificare il void.
Share:

giovedì 22 novembre 2012

Accorpamento AAMS-Dogane rinviato!




Nella giornata di ieri 21 novembre è stato approvato, in Commissione Finanze al Senato, un emendamento alla delega fiscale presentato dal Partito Democratico che rinvia al 30 maggio 2013 l'accorpamento delle Agenzie fiscali, e quindi anche di AAMS-Agenzia delle Dogane. Questo accorpamento voluto dal primo ministro Monti con il decreto della Spending Review sta creando non pochi problemi al ministro Grilli. Sul piede di guerra ci sono i sindacati che dopo aver dichiarato lo stato di agitazione, per ottenere chiarimenti sul futuro dei lavoratori e sulla parità di trattamento, hanno oggi in programma un incontro con i dirigenti dell’AAMS.
Ora cosa succederà? Ci sono due ipotesi sul  corso che prenderà questa vicenda.
Questo rinvio potrebbe giovare ai diversi giochi che sono prossimi all’uscita, come al betting exchange, perché non ci sarebbero ritardi dovuti al processo di accorpamento.
La seconda ipotesi è che questa situazione non ancora ben definita potrebbe portare a qualche forma più forte di protesta da parte dei lavoratori, fino allo sciopero e ciò di conseguenza causerebbe invece  dei ritardi nell’iter amministrativo dello scambio scommesse.  Staremo a vedere cosa succederà.

Share:

mercoledì 21 novembre 2012

Cogliere l'attimo: l'essenza del trading sportivo.

Carpe Diem Frase
Ogni giorno nel mondo vengono scambiati migliaia e migliaia di euro sulle piattaforme di betting exchange. C’è chi piazza una scommessa in maniera occasionale solo per divertimento, magari su un grande evento come la Champions League o il Roland Garros. 

Mentre c’è chi cerca di sfruttare le piattaforme di scambio scommesse come un’opportunità di investimento e che quindi utilizza un approccio professionale, facendosi aiutare anche da software specifici. 

Questi ultimi, sono generalmente persone che hanno intuito la vera chiave del trading sportivo: cogliere l’attimo. Le occasioni di trading si presentano abitualmente in un lasso di tempo breve e che quindi necessitano di un occhio esperto per essere individuate. Le quote che vengono proposte spesso rispecchiano la reale probabilità di riuscita di un evento: una quota molto bassa sta ad indicare possibilità elevate di realizzazione di un determinato esito. 

Uno dei possibili approcci legati al punta e banca è quello di cercare di intuire una quota che non rispecchia fedelmente le reali probabilità di riuscita di un evento. Se si ha la fortuna di disporre di notizie che possono mandare all’aria il binomio quota-reali probabilità, allora bisogna cogliere l’attimo e approfittare della situazione favorevole. Il “carpe diem” dovrà diventare l’essenza della vostra attività sulle piattaforme di betting exchange.
Share:

martedì 20 novembre 2012

BTpedia: cos'è l'esito parziale/finale?




Quante volte abbiamo pensato di scommettere su una squadra che, a nostro avviso, avrebbe vinto facilmente... ma poi abbiamo visto che la quota era troppo bassa e abbiamo desistito? Molto spesso ci sarà capitato di pensare: “Alla fine del primo tempo starà già due a zero!”.
Beh, la scommessa “Parziale/Finale” viene proprio incontro a questo tipo di scommettitori!
Volendo dare una definizione, diciamo che “occorre pronosticare con quale esito (1, X o 2) si chiuderà il primo tempo E con quale esito (1, X o 2) si chiuderà la partita, al termine dei tempi regolamentari”.
Facciamo un esempio:
Juventus - Napoli finisce 0-0 il primo tempo, poi 1-2 al novantesimo. L’esito “parziale/finale” vincente sarà X/2, in quanto il primo tempo si è chiuso in parità (0-0) e il secondo tempo si è chiuso con la vittoria  della squadra ospite (1-2).
Facciamo un altro esempio:
Milan - Inter finisce 1-0 alla fine del primo tempo, e il risultato non cambierà nel secondo tempo finendo, al novantesimo, 1-0. In questo caso, l’esito “parziale/finale” vincente sarà 1/1, in quanto il Milan ha chiuso il primo tempo in vantaggio e poi non si è fatto rimontare, chiudendo la partita con una vittoria.

Share:

lunedì 19 novembre 2012

BTpedia: cos'è la somma goal?




Quando non si sa quale risultato pronosticare, in genere si decide di orientarsi verso le scommesse sui gol. Abbiamo già visto gli under/over e il goal/nogoal; adesso vediamo la “Somma Goal”.
Volendo dare una definizione della scommessa, diciamo che “occorre pronosticare il numero di gol esatto che le due squadre realizzeranno entro i tempi regolamentari di una partita”. In Italia è possibile scommettere sui seguenti esiti:
0 goal
1 goal
2 goal
3 goal
4 goal
+ 4 goal

Come è facile da capire, la quota dello 0 (zero) sarà uguale a quella dello 0-0, perchè se noi scommettiamo che la somma dei gol fatti dalle due squadre sarà zero significa che la partita non può non finire 0-0.
Tra le scommesse preferite dagli scommettitori, c’è ovviamente il “+4 goal”: sia perchè è una scommessa che si può chiudere prima del termine della partita (come l’Over, o il Goal), sia perchè alcune squadre hanno spesso quote poco invitanti (in quanto molto favorite): pensiamo al Barcellona, al Real Madrid, al Bayern Monaco, ad alcune olandesi. E’ molto probabile che, nel caso in cui queste squadre giochino contro formazioni nettamente più deboli, le quote della vittoria o dell’over siano molto basse. E’ quindi una buona variabile scommettere sul fatto che vi saranno più di 4 goal nella partita.

Share:

domenica 18 novembre 2012

BTpedia: cos'è il risultato esatto?




Scommessa più facile da spiegare, ma difficile da indovinare è proprio il risultato esatto (spesso abbreviata in RE o R. E.) di una partita di calcio.
Infatti, occorre pronosticare l’esatto risultato della partita al termine dei tempi regolamentari. I 26 possibili risultati previsti da AAMS sono: 1-0, 2-0, 2-1, 3-0, 3-1, 3-2, 4-0, 4-1, 4-2, 4-3, 0-1, 0-2, 1-2, 0-3, 1-3, 2-3, 0-4, 1-4, 2-4, 3-4, 0-0, 1-1, 2-2, 3-3, 4-4, Altro. Il risultato “Altro” comprende tutti gli esiti in cui una delle due squadre fa cinque e più, per esempio 5-1; 2-6; 5-5; e così via…
Per la difficoltà della scommessa si consiglia di giocarla in singola, in doppia con un altro incontro o max in tripla, anche perché le quote sono abbastanza elevante e si rischierebbe di superare i massimali di vincita, e cioè 10.000 € per biglietto, così come previsto dalla legislazione italiana sulle scommesse sportive a quota fissa.
Share:

sabato 17 novembre 2012

Il betting exchange diventa realtà anche in California!


Il California Horse Racing Board ha finalmente approvato la legge che permetterà a tutti i cittadini del paese di scambiare scommesse sulle corse dei cavalli. La decisione è arrivata al termine di anni di burrascose battaglie legali. In particolare, i proprietari delle piste da corsa e il California Horse Racing Board temevano che, con l’introduzione dello scambio scommesse, i propri ricavi si sarebbero ridotti. Tuttavia, il CHRB ha cambiato idea e introdotto definitivamente il betting exchange. Per completare l’iter normativo, occorre solo l’autorizzazione dell’Office od Administrative Law. Sono 3, per adesso, le società interessate ad offrire piattaforme per scambiare liberamente scommesse: Betfair, Twinspires e Xpressbet. Le 3 società dovranno fornire al CHRB tutti i dettagli che possono consentire di monitorare le attività di mercato dello scambio scommesse.
Share:

venerdì 16 novembre 2012

BTpedia: cos'è l'1X2 nel basket?




BTpedia non si dedica solo al calcio. Di volta in volta verranno spiegate le scommesse anche degli altri sport. Oggi è il turno del basket.
A differenza del calcio, nella stragrande maggioranza delle competizioni di basket non è ammessa la parità e vengono effettuati dei tempi supplementari della durata di 5 minuti ad oltranza, fino a che una delle due squadre non si trovi in vantaggio alla fine del tempo supplementare.
Per alcune scommesse, però, si tiene conto del risultato ai fine dei tempi regolamentari. Quindi, in alcune scommesse di basket si tiene conto del risultato al termine dei tempi supplementari (per esempio 1X2) per altre si prende solo il risultato raggiunto alla fine dei tempi regolamentari (under/over)  
Oggi esaminiamo l’1X2.
Con questa scommessa si deve pronosticare il risultato della partita, compresi i tempi supplementari:

  • 1: vince la squadra in casa con uno scarto di 6 o più punti;
  • X: la vittoria dell’una o dell’altra squadra avviene con uno scarto uguale o inferiore a 5 punti;
  • 2: vince la squadra fuori casa con uno scarto di 6 o più punti.
Per esempio, prendiamo quattro incontri di Eurolega disputatesi ieri.
1) Cedevita – Zalgiris 108-106 ai tempi supplementari, la squadra in casa ha vinto di 2 punti, quindi come esito della scommessa è uscito X, perché lo scarto è inferiore a 5 punti.
2) Alba Berlin – Siena 73-75 ai tempi regolamentari, la squadra fuori casa ha vinto di 2 punti, quindi come esito della scommessa è uscito X, perché lo scarto è inferiore a 5 punti.
3) Partizan – Besiktas 87-72 ai tempi regolamentari, la squadra in casa ha vinto di 15 punti quindi come esito della scommessa è uscito 1, perché lo scarto è superiore a 5 punti.
4) Asseco Prokom – Chalon/Saone 70-76 ai tempi regolamentari, la squadra fuori casa ha vinto di 6 punti quindi come esito della scommessa è uscito 2, perché lo scarto è superiore a 5 punti.

Share:

giovedì 15 novembre 2012

Focus on: bettor.com




Bettor.com è una piattaforma di betting exchange nata nel 2003, marchio della ibetx limited. Un sito che unisce alla possibilità di poter puntare e bancare anche la possibilità di poter socializzare con altri membri della community, scambiare opinioni, suggerimenti o semplicemente chiacchierare sulle ultime indiscrezioni sportive. Ovviamente, è possibile anche creare un profilo come un normale social network. Inserire foto, aggiornare status, inserire interessi e passioni, creare sondaggi: tutto questo è possibile farlo su bettor.com. Per quanto riguarda il capitolo commissione inizialmente si parte con l’1,5%, ma che può variare nel tempo in base ai profitti nel lungo termine. Più profitti fai, più la commissione sarà elevata. Questa decisione è stata presa sulla base di una precisa scelta di campo: quella di puntare sui giocatori occasionali (scelta rivendicata in più parti del sito, tra l’altro).
Ovviamente, come tutte le piattaforme di betting exchange “.com”, anche su bettor.com ai residenti in Italia è proibito scommettere. Fortunatamente però, il sito non è stato ancora oscurato da
AAMS ed è dunque, al momento, visibile normalmente per chiunque.

Share:

mercoledì 14 novembre 2012

BTpedia: cos'è Goal-NoGoal?




Quando fece il suo ingresso tra le classi di esito delle scommesse sportive, molti scommettitori italiani ebbero difficoltà a comprendere la scommessa “Goal/NoGoal”. Eppure è una scommessa semplice da capire, bella da fare, gustosa e spesso redditizia!
Volendo dare una definizione formale, possiamo dire che “occorre pronosticare se, in una partita di calcio, segnano entrambe le squadre (Goal) o solo una o nessuna delle due (NoGoal). Facciamo qualche esempio:

1-1 Goal
2-1 Goal
1-3 Goal
1-0 NoGoal
0-2 NoGoal
0-0 NoGoal

Il Goal è, in genere, molto più giocato del NoGoal: gli scommettitori preferiscono effettuare tipi di scommesse che si possono considerare vinte anche prima del termine della partita. E’ un po’ lo stesso ragionamento dell’Over: invece di aspettare il novantesimo, mi basta che entrambe le squadre segnino (goal) per vincere.
Questo genera anche una sorta di “dipendenza” del Goal dall’Over: in genere, ma non sempre, il Goal è più basso dell’Over, specie se la partita è molto equilibrata. Quando invece ci troviamo di fronte a partite molto squilibrate (ad esempio, molte partite del Barcellona, del Real Madrid, del Bayern Monaco), capita spesso che la quota del Goal sia più alta della quota dell’Over.

Share:

martedì 13 novembre 2012

100 giorni di Betting Trader




Sono passati ormai 100 giorni dal primo, storico, post di Betting Trader. Un percorso che abbiamo appena cominciato e che condividiamo con tutti gli appassionati di betting exchange, in particolar modo italiani. E’ un piacere informarvi quotidianamente su tutti gli aggiornamenti dal mondo dello scambio scommesse, così come è veramente una gioia rispondere alle vostre curiosità, consci del fatto che il betting exchange, per qualcuno, possa diventare davvero una possibilità importante.
Siete sempre di più. Sul blog, sui social network, in community. Una marea umana che ci rende orgogliosi del lavoro che abbiamo svolto fin qui, fornito per svariate tipologie di utenti: dai neofiti agli esperti passando per gli operatori del settore. 100 giorni, dunque, ricchi di soddisfazioni. Chissà, forse i prossimi 100 giorni saranno decisivi per l’introduzione ufficiale del betting exchange in Italia. Lì comincerà il vero divertimento e ne vedremo delle belle. Noi come sempre ci saremo. Scommettiamo che ci divertiamo?

Share:

lunedì 12 novembre 2012

BTpedia: cos'è l'under/over?



La scommessa Under/Over tiene conto del numero di gol segnati da entrambe le squadre in una partita (entro i tempi regolamentari).
Si pronostica se la somma dei gol segnati entro i tempi regolamentari superi o no il limite prefissato  che può essere a : 0,5 - 1,5 - 2,5 - 3,5 – 4,5 – 5,5.
Con Under si pronostica che l’incontro termina sotto la soglia scelta; con Over, invece, si prevede che il numero di gol segnati nell’incontro scelto sia superiore alla soglia.
Per esempio, prendendo l’incontro Pescara-Juventus di sabato terminato con un risultato finale di 1-6. e quindi, in totale le due squadre hanno fatto 7 gol, ci dice che l’esito della scommessa è Over per ogni soglia. Così come l’anticipo delle 18.30 Cagliari – Catania terminato 0-0 è Under.
Invece, se noi avessimo giocato Over con soglia 2,5 l’incontro di Serie B Varese-Padova, terminata sul risultato d 3-0 (quindi 3 gol totali segnati), l’avremmo indovinata perché il numero di gol ha superato la soglia scelta, mentre se avessimo giocato la soglia 3,5 l’avremmo persa.

Share:

domenica 11 novembre 2012

Peter Marcus - Betfair: è divorzio.




Continua il momento no per il leader mondiale del betting exchange, Betfair. Dopo aver lasciato il mercato tedesco a causa dei continui ostacoli imposti dalle autorità locali, Betfair sta per concludere il rapporto con il proprio UK director, Peter Marcus. E’ stato lo stesso Marcus ad annunciare la volontà di interrompere il rapporto con Betfair. Rapporto breve, visto che dal momento dell’addio a William Hill a quello del fine rapporto con Betfair sono passati solo 14 mesi.
Betfair sta attraversando una fase di profondi cambiamenti, grazie al nuovo CEO Breon Corcoran, che sta conducendo una profonda revisione strategica della società, processo che terminerà entro dicembre 2012. La società ha quindi intrapreso un cambio di rotta, perchè si concentrerà sui paesi più attraenti dal punto di vista strategico, come quelli dell’Europa occidentale, tralasciandone altri, come quelli del Nord Europa. Chissà, sarà forse l’Italia a regalare una gioia a breve a Betfair? Possibile. I presupposti per un grande mercato nell’ambito del betting exchange in Italia ci sono, l’interesse è elevato e la partenza dello scambio scommesse in Italia è prevista a breve.

Share:

sabato 10 novembre 2012

BTpedia: cos'è l'1X2 handicap?




Quando questo tipo di scommessa uscì, molti scommettitori italiani ebbero serie difficoltà. In Italia non si era abituati a ragionare sugli handicap, cosa che invece era già molto conosciuta in Inghilterra e in America.
L’handicap indica una “penalizzazione” per la squadra favorita. L’esito “1X2 Handicap”, quindi, consiste nel pronosticare se, considerando la penalizzazione della squadra favorita, l’esito finale della partità sara 1 (vittoria in casa), X (pareggio) o 2 (vittoria fuori casa).

Facciamo un esempio: Juventus - Siena. Stiamo parlando della prima e dell’ultima in classifica. Sicuramente, quindi, la squadra favorita sarà la Juve. Si decide allora di dare un handicap alla Juve: ad esempio, decidiamo di dare “un gol di handicap”. Che vuol dire? Significa che, al risultato finale della partita, dobbiamo togliere un gol alla Juve (o, per dirla in altri termini, che la Juve parte da -1).
Ragion per cui possono verificarsi tre cose: a) La Juve vince con due o più gol di scarto (ad esempio, 3-1); b) la Juve vince con un gol di scarto (ad esempio, 1-0); c) La Juve pareggia o perde.
Dovendo togliere un gol di handicap a quelli fatti dalla Juve, avremo: nel primo caso, che l’esito della partita ai fini dell’handicap sarà 1 (perché, pur togliendo un gol ai 3 fatti dalla Juve, il risultato finale sarebbe comunque 2-1); nel secondo caso, che l’esito handicap sarà X (perché togliendo un gol alla Juve, il risultato finale sarebbe 0-0); nell’ultimo caso, che l’esito handicap sarà 2 (perchè se Juve e Siena pareggiano, e alla Juve togliamo un gol, automaticamente il Siena vince; a maggior ragione se il Siena vince).
Quest’ultimo caso è particolare: l’esito 2 handicap si ottiene quando la squadra favorita pareggia o perde. Di fatto, quindi, è come se si giocasse una doppia chance (x2 in questo caso): per questo motivo, le quote del 2 handicap e della doppia chance X2 sono identiche.
Share:

venerdì 9 novembre 2012

Focus on: InTrade

InTradeLe elezioni Usa 2012 vinte da Obama sono state l’evento politico dell’anno per distacco. Sono state vissute con grande intensità in ogni angolo del globo e sono state precedute da lunghi giorni di attesa. Durante questo periodo pre-elezioni, c’è stata una continua “gara” nel cercare di prevedere il vincitore finale. Obama o Romney? Il democratico o il repubblicano? Un’altra gara, meno evidente, è stata quella tra i sondaggisti e le piattaforme di scambio scommesse, spesso divenute vere e proprie fonti di informazioni per i candidati e i loro sostenitori. Tra queste, sicuramente ha ottenuto notevole visibilità la piattaforma InTrade, piattaforma di betting exchange non legata allo sport ma eventi con notevole importanza sociale come le elezioni, premi nobel o addirittura cambi climatici, giusto per citare qualche esempio. 

La piattaforma di previsione di mercato è stata creata nel 1999 da John Delaney, business man morto durante il tentativo di scalare l’Everest. La società nel 2003 è stata acquistata dalla Tradesports ed ha conosciuto una notevole espansione nel corso degli anni. InTrade opera sia con soldi reali sia virtuali, con 25$ cifra minima da depositare in caso si utilizzassero soldi reali ma viene raccomandato di depositare almeno 100$ per apprezzare in pieno l’esperienza di trading. InTrade ha da sempre una notevole importanza per quanto riguarda gli eventi politici in USA. Basti pensare che nelle elezioni del 2004 il favorito di mercato ha vinto in ogni Stato nonostante i sondaggisti fossero spesso in disaccordo. L’esempio Florida è lampante: i sondaggisti davano per favorito Kelly, ma la piattaforma di scambio scommesse aveva ampiamente preventivato la vittoria di Bush, cosa che poi è accaduta.
Per quanto riguarda il discorso commissione, la piattaforma addebita ogni primo del mese 4,99$ ad ogni utente che utilizza soldi reali, anche se il conto è stato inutilizzato o inattivo.

Share:

giovedì 8 novembre 2012

BTpedia: cos'è la doppia chance?



Continuiamo con il nostro appuntamento dedicato ai neofiti del betting: BTpedia!
Oggi è il turno della presentazione della doppia chance. Quante volte ci siamo trovati ad esser indecisi su quale esito finale pronosticare per un determinato incontro? Proprio la doppia chance ci viene in aiuto. Con la doppia chance possiamo pronosticare un doppio esito per lo stesso avvenimento. Ovviamente, le quote saranno più basse dell’esito finale.
Gli esiti a disposizione sono:

•       1X: si pronostica la vittoria della squadra che gioca in casa o il pareggio;
•       X2: si pronostica la vittoria della squadra che gioca fuori casa o il pareggio;
•       12: si pronostica la vittoria della squadra che gioca in casa o di quella fuori casa;

Sebbene la quota della doppia chance sia molto bassa, essa viene inserita spesso, nel betting tradizionale, per aumentare il numero di eventi presenti nella scommessa e  aumentare il bonus di vincita (in caso di multipla, ovviamente).
Share:

mercoledì 7 novembre 2012

Clamoroso: Betfair chiude in Germania!


Betfair LogoA margine dell’ennesimo ostacolo di carattere fiscale, Betfair ha deciso di ritirare il proprio prodotto di scambio scommesse dal mercato tedesco perchè poco redditizio. La notizia è di quelle grosse ed è subito rimbalzata in rete. Betfair in questi mesi aveva lavorato duramente con le autorità locali per trovare un accordo in grado di soddisfare tutti, ma ogni tentativo è risultato vano.

 In un comunicato, la società ha espresso la propria delusione:”La società si rammarica del fatto che, fino ad oggi, le autorità locali non sono stati in grado di accettare una interpretazione della legge che avrebbe permesso a Betfair di continuare ad offrire il prodotto di scambio. Di conseguenza, Betfair ha deciso di ritirare il suo prodotto di scambio dal mercato tedesco".

C’è da ricordare, inoltre, che oltre il 4% dei ricavi della società proveniva dalla Germania. Secondo alcuni analisti le passività fiscali accumulate in Germania potrebbero ammontare a 20 milioni di sterline, una dura botta per Betfair. Il betting exchange continua ad essere ostacolato in ogni Paese con ogni mezzo e questa inevitabile drastica decisione di Betfair in Germania avrà ripercussioni negative, anche e soprattutto per gli utenti.

Share:

martedì 6 novembre 2012

BTpedia: Cos'è 1X2?




Da quando eravamo bambini sentiamo parlare di 1X2. La famosa e ormai desueta schedina era un susseguirsi di “Napoli - Juventus 1” o di “Milan - Inter X”. Abbiamo imparato fin da piccoli cosa indicassero quei segni.
Con l’avvento delle scommesse, la classe di esito “1X2” si è sviluppata ed evoluta. Diciamo che, se volessimo dare una definizione corretta, dovremmo dire che “occorre pronosticare se una partita di calcio si conclude con la vittoria della squadra in casa ospitante (1), con un pareggio (X) o con una vittoria della squadra ospite (2) entro i tempi regolamentari”. Questa è la prima cosa, l’abc delle scommesse. E’ importante evidenziare che il riferimento temporale della scommessa sono i tempi regolamentari (cioè i 90 minuti più eventuale recupero). Esistono, infatti, altri classe di esito 1X2: c’è l’1X2 primo tempo, che ovviamente si riferisce solo ai primi 45 minuti più eventuale recupero; c’è l’1X2 handicap, cioè il conferimento di un handicap di uno o più gol alla squadra favorita.
Va anche detto che la classe di esito 1X2 può riferirsi anche ad altri sport (hockey, rugby, basket, ecc...) e non ha sempre lo stesso significato. Il caso più eclatante è quello del basket: se la squadra ospitante vince di 6 o più punti, l’esito sarà 1; se la squadra ospite vince di 6 o più punti, l’esito sarà 2; se una delle due squadre vince di 5 o meno punti, l’esito sarà X. Va considerato che il basket è uno sport che non ammette il pareggio: qualora il risultato, al termine dei tempi regolamentari, fosse di parità, si procederà ai tempi supplementari ad oltranza, fino a che una delle due squadre non porta a casa la vittoria.

Share:

Post consigliati Betting Exchange

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Bonus Betting Exchange

Punta e Banca con BetFlag!

Archivio blog

Segui il Blog via e-mail!

Attenzione

Betting Trader è il primo blog informativo in Italia incentrato sul betting exchange e sul mondo delle scommesse sportive. Il nostro impegno, mira ad aumentare la conoscenza degli utenti sul punta e banca ed incentiva gli stessi ad usare strumenti professionali e statistici sempre utilizzando una gestione del denaro corretta, diminuendo il più possibile il rischio di perdere soldi. Si vuole creare una cultura nuova sul trading sportivo mettendo a disposizione dei lettori una sorta di guida betting exchange e articoli esplicativi. Ci teniamo a sottolineare che il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può creare dipendenza patologica.
Consultare le probabilità di vincita sul sito AAMS. Per cui: siate responsabili.

Choose your language!

Seguici:

Archivio blog

Libro Betting Exchange