Entra anche tu nella rivoluzione del Betting Exchange

Se non hai ancora aperto un conto fallo subito, e segui il nostro blog per imparare ad operare nel Betting Exchange sia da scommettitore evoluto che da Sport Trader - BettingTraderBlog.com.

giovedì 31 gennaio 2013

Scandalo scommesse nell’ippica inglese


(Credit: Befly)

Scandalo scommesse in Inghilterra, anche se sono coinvolti due calciatori non si parla di calcio, ma di ippica. Il reato è quello di aver falsato alcune corse ippiche e scambiato info riservate per piazzare scommesse. Lo scandalo era scoppiato lo scorso ottobre e nei giorni scorsi sono arrivate le sentenze: 15 anni di squalifica al fantino Andrew Haffernan per aver comunicato informazioni riservate sulle condizioni dei cavalli e soprattutto per aver sotto compenso “tirato le briglie al proprio cavallo per far vincere altri". Squalificati per complicità Michael Chopra (attaccante dell’Ipswich Town) a 10 anni e James Coppinger (centrocampista dei Doncaster Rovers) a 3 anni.
I tre non potranno più mettere piede in un ippodromo e in nessun altro ambiente collegato al mondo delle corse ippiche per il periodo indicato.

Share:

mercoledì 30 gennaio 2013

Betfair sponsor del Middleham Open Day!


La più prestigiosa piattaforma di betting exchange al mondo, Betfair, sponsorizzerà la ventesima edizione del Middleham Open Day, l’evento annuale divenuta occasione unica per poter ammirare e apprezzare dal vivo oltre 500 cavalli da corsa e per godere di tutte le altre attrazioni che Middleham ha da offrire. Ora Betfair sponsorizza i tre principali open days in Gran Bretagna: oltre a Middleham ci sono anche Lambourn e Newmarket.
James Bethell, trainer e chairman della Middleham Trainers Association ha dichiarato:”Sono felice che Betfair abbia accettato di divenire sponsor del Middleham Open Day. Il loro supporto ci potrà consentirà di aumentare il denaro da mettere a disposizione degli enti di
beneficenza scelti per quest’anno.”
Il logo di Betfair è stato inserito in bella mostra sul sito ufficiale della manifestazione, consultabile
qui.
Share:

martedì 29 gennaio 2013

Pagnozzi: “Dobbiamo lavorare su doping e scommesse”



Raffaele Pagnozzi è il segretario generale del Coni. Recentemente si è autosospeso, in quanto si candida a diventare il prossimo presidente dello stesso Coni. Durante la trasmissione di RaiSport “Novantaminuti” ha parlato, tra le altre cose, di Doping e Scommesse. “Saranno due temi su cui lavorare a fondo”, ha dichiarato Pagnozzi, prima di sviluppare meglio il suo programma su questi punti: “Per contrastare il doping, va adeguata la struttura del Coni, specie per quanto concerne i controlli; per le scommesse, bisogna attivare una autorità internazionale di coordinamento, così come avviene per il doping”.
Le proposte di Pagnozzi sono più che condivisibili. Il problema è, semmai, che non è certo la prima volta che vengono avanzate queste proposte. Eppure nessuno ha fatto realmente qualcosa in questa direzione. Perchè non pensare, ad esempio, anche a battaglie di tipo culturale, sia contro il doping che contro le scommesse clandestine? Partendo dalle scuole, ad esempio, fino ad arrivare alle società sportive (da quelle amatoriali, a quelle dilettantistiche, a quelle professionistiche). Forse, oltre alle (giuste) leggi, serve anche un cambio di mentalità ed una riscoperta del significato della parola “Sport”.

Share:

lunedì 28 gennaio 2013

Ladbrokes-Betdaq: le parole di Glynn.



Ecco le prime parole di Richard Glynn, amministratore delegato di Ladbrokes, dopo l’ufficializzazione dell’acquisizione da parte della società di scommesse inglese di Betdaq.

Il numero uno di Ladbrokes ha parlato dell'acquisizione di Betdaq, affermando che  "il betting exchange  è un business importante e  strategico per Ladbrokes. Esso ci fornisce una interessante opportunità di aumentare la nostra quota di mercato, grazie ad una proposta differenziata e completa delle scommesse."

Glynn garantisce che l’acquisizione avrà un impatto positivo sui clienti e  "Ladbrokes lavorerà con Betdaq per migliorare ulteriormente la competitività dello scambio delle scommesse, concentrandosi inizialmente sulla crescente liquidità e la copertura dell'evento, nonché per ampliare la gamma e i mercati offerti."

Share:

sabato 26 gennaio 2013

Ladbrokes compra Betdaq!


Ladbrokes LogoE’ ufficiale. Possiamo dare il benvenuto a Ladbrokes nella grande famiglia del betting exchange. Il bookmaker britannico ha comprato Betdaq, una delle piattaforme più apprezzate dai traders di tutto il mondo. 

Vi avevamo dato notizia della trattativa in corso, circa 2 settimane fa, ma adesso l’accordo è stato ufficializzato e nelle prossime settimane verranno completate le formalità di rito. L’accordo è avvenuto sulla base di 30 Milioni di €uro. 

Inutile sottolineare il grande balzo in avanti che hanno avuto le azioni del titolo di Ladbrokes salite addirittura del 3,5%. La love story dei bookmaker tradizionali innamorati del betting exchange, continua...

Share:

mercoledì 23 gennaio 2013

Calcioscommesse, Abete: “Ci aspettano mesi difficili e impegnativi”



Il presidente della FIGC, Giancarlo Abete, ha dichiarato in tv (su Sky Sport 24) e in radio (su Radio Anch’io Sport) che “ci aspettano tanti altri mesi impegnativi, basti pensare alla richiesta di prosecuzione delle indagini a Cremona”. Abete è apparso preoccupato: “Se non lo fossi, sarei un irresponsabile”, ha affermato, prima di stigmatizzare l’atteggiamento di molte squadre italiane, che non hanno offerto un contratto a Simone Farina, l’ex calciatore del Gubbio che denunciò un tentativo di combine: “Non e' stata una bella immagine per il calcio italiano che Farina sia dovuto andare all'Aston Villa per continuare il suo impegno. Ma prima ancora di andare in Inghilterra e anche dopo ha sempre saputo che quando vorrà tornare in Italia le porte della Figc saranno sempre aperte”. Infine Abete ha fatto un accenno ed una riflessione sul desueto istituto della “responsabilità oggettiva”, a seguito della sentenza sul Napoli: “La procura federale non puo' operare autonomamente, i processi sportivi sono a valle di un processo penale. Detto questo e' giusto fare una riflessione sul fatto di dare punti di penalizzazione in corso di campionato per la responsabilità oggettiva, che e' diversa da quella diretta”.

Share:

martedì 22 gennaio 2013

Calcioscommesse, la procura archivia 6 partite.




Il procuratore federale, dopo aver esaminato gli atti di indagine, ha deciso di archiviare le seguenti partite poichè non sono emersi fatti di rilievo disciplinare:

Ternana-Paganese (disputata il 23 novembre 2008)
Legnano-Spal (disputata il 23 novembre 2008)
Potenza-Lanciano (disputata il 25 gennaio 2009)
Melfi-Gela (disputata l’8 marzo 2009)
Colligiana-Prato (disputata l’8 marzo 2009)
Catanzaro-Monopoli (disputata l’8 marzo 2009)
Share:

lunedì 21 gennaio 2013

Barnier:"Lotta alle partite truccate!"




Anche l’Europa muove i primi passi per contrastare il fenomeno delle partite truccate.
In merito all’interrogazione presentata a novembre dall’europarlamentare Christine De Veyrac (PPE) che chiedeva quali fossero le intenzioni della Commissione in merito all’armonizzazione delle regolamentazioni sul gioco d’azzardo vigenti tra i vari Stati membri, il commissario al mercato interno Michael Barnier ha risposto che “è importante lo scambio efficace di buone pratiche”. Inoltre,  “è fondamentale la comunicazione reciproca e il monitoraggio costante delle attività sospette, compresa la creazione di statistiche attendibili sulla portata del problema oltre che stabilire un conflitto minimo di norme di interesse, come il divieto di scommesse per i funzionari e le persone impegnate nello sport”.
La Commissione adotterà anche una raccomandazione per la lotta contro le scommesse legate a partite truccate. Le raccomandazioni avranno lo scopo di stabilire principi comuni a livello europeo per fornire un elevato livello di protezione comune dei consumatori di servizi di gioco d'azzardo.

Share:

domenica 20 gennaio 2013

Cos'è per Wikipedia lo "scommettitore professionista"?

Anche Wikipedia, la più grande enciclopedia al mondo, descrive cosa sia lo “scommettitore professionista”. Scopriamolo insieme: “Uno scommettitore professionista è un individuo che effettivamente svolge l'attività di scommettitore, ossia vive delle rendite derivate dalle sue scommesse.” Inoltre, Wikipedia descrive le modalità di azione dei professionisti:

  • scommettitori che scommettono "live" dal luogo in cui si gioca l'evento sportivo: questa tipologia di scommessa è vietata in molti stati e misure sempre più drastiche vengono introdotte per combattere questo fenomeno (come è accaduto nel tennis, ndr).
  • scommettitori che fanno trading (traders): questi possono operare sia prima dell'inizio dell'evento che durante la partita: con questo metodo si guadagna in base alle variazioni delle quote durante un match, variazioni che seguono eventi vantaggiosi o svantaggiosi.
  • scommettitori professionisti pre evento: questa categoria racchiude gli scommettitori che scommettono le più grandi quantità di denaro. Questo metodo è quello che garantisce più costanza e minor varianza nei rendimenti. Il metodo è basato sulla raccolta di dati relativi alle varie giocate precedenti, in modo da poter avere una percezione migliore di quale sarà l'esito dell'evento pronosticato.

Come si calcolano i risultati ottenuti? “L'analisi dei risultati si basa su un valore denominato ROI (Return On Investment), valore (in percentuale) che esprime il guadagno in proporzione all'investimento iniziale. Il ROI si calcola con la seguente formula: vincite nette totali/capitale investito totale x 100.
Il ROI in sè, però non basta per valutare l'effettiva bontà di un investimento nelle scommesse, infatti per avere un quadro valutabile è necessario conoscere anche l'indice di rischiosità (a basso, medio e lungo termine), e i tempi nei quali è previsto il ROI (generalmente ci si basa su un periodo di 365 giorni).”

Infine, un accenno al betting exchange e al perchè gli scommettitori professionisti siano maggiormente diffusi all’estero piuttosto che in Italia:”La figura dello scommettitore professionista è particolarmente diffusa all'estero sulle piattaforme di betting exchange in quanto con questa modalità di gioco è più facile godere dei vantaggi delle oscillazioni delle quote al fine di trarne un vantaggio speculativo.
Un altro motivo per il quale la figura dello scommettitore professionista è diffusa maggiormente all'estero, consiste nelle restrizioni sulle vincite operate dai monopoli di stato italiani, nonché dalla scarsa offerta di incontri nei palinsesti, e dalle quote, notevolmente meno competitive dei bookmakers esteri.”
Share:

sabato 19 gennaio 2013

Interpol: “Calcio scommesse, introiti da centinaia di migliaia di euro”




Accade spesso. Accanto ad un mercato legale fiorisce un mercato parallelo, illegale e clandestino, che fattura numeri da capogiro. Nel caso delle scommesse sportive sul calcio, parliamo di centinaia di miliardi di euro. A dirlo è Robert Noble, segretario generale dell’Interpol, intervenendo ad una conferenza sul calcio scommesse: “Le scommesse clandestine sono un settore che vale centinaia di miliardi l'euro l'anno. Gli allibratori hanno introiti paragonabili a società come la Coca Cola. È come un'idra, un mostro a tante teste che dobbiamo uccidere insieme".
La suddetta conferenza è stata la prima a riunire le segreterie generali di Uefa, Fifa e Interpol. Grazie agli sforzi congiunti, ci sono state molteplici operazioni andate a buon fine da parte della Task Force istituita dall’Interpol nel 2011. “Il contrasto è un compito arduo, un cammino che non finirà mai, ma c'è tanto che possiamo fare e continueremo a combattere colpo su colpo".​​
Infine, Noble ha anche ricordato che non è possibile circoscrivere il fenomeno del calcio scommesse in un unico Paese o area geografica: “è diffuso in tutto il mondo, nessun paese ne è immune”.

Share:

venerdì 18 gennaio 2013

BTpedia: cos'è il "draw no bet"?




A qualcuno di voi sarà capitato di sentir parlare del "Draw No Bet", vero? Si tratta di una tipologia di scommessa presente nei palinsesti esteri e, attualmente, non è possibile giocarla in Italia.
Il Draw No Bet sostituisce l’esito finale 1X2 e consiste nel scegliere due segni: 1 dnb oppure 2 dnb.

Se si scommette su 1 dnb:

a) se vince la squadra in casa si vince la scommessa
b) se pareggiano viene assegnata quota 1.00 e quindi se si è puntato  solo su una singola vengono restituiti i soldi della puntata, se invece è in una multipla è come se si eliminasse quella partita
c) se vince la squadra fuori casa si perde la scommessa


Se si scommette su 2 dnb:

a) se vince la squadra in casa si perde la scommessa
b) se pareggiano viene assegnata sempre la quota 1.00
c) se vince la squadra fuori casa si vince la scommessa
Ovviamente, le quote proposte sono in generale più basse dell’1X2 perché  lo scommettitore ha più possibilità di non perdere.

Share:

giovedì 17 gennaio 2013

Napoli, è il giorno decisivo. Resterà la penalizzazione?




Oggi è un giorno decisivo per il Napoli. La società partenopea sarà impegnata nel dibattimento dinanzi al giudice Mastrandrea, che presiederà la Corte di Giustizia Federale. Obiettivo del collegio difensivo dei partenopei è, ovviamente, l’eliminazione dei due punti di penalizzazione che attualmente gravano sul club azzurro. I componenti del collegio difensivo sono gli avvocati Grassani e D’Antonio. Le ultime indiscrezioni indicano un leggero rinvio dell'inizio del dibattimento (causa questioni legate alla Lega Pro). Questi due punti potrebbero essere decisivi nella lotta scudetto e in quella Champion's League. Tutta Italia attende il verdetto.

Share:

mercoledì 16 gennaio 2013

Lega Pro, in calo le segnalazioni di partite “sospette”



Non è raro vedere che, da Marzo in poi, le scommesse su alcune partite di Lega Pro I o II (le furono Serie C1 e C2) vengano sospese o non accettate a seguito di “rumors” riguardanti eventuali combine tra le squadre o i giocatori. A differenza di altri campionati di terza serie, dalla League One alla Liga 3 tedesca, la Lega Pro italiana è da sempre considerato uno dei campionati “meno onesti” del palinsesto sportivo europeo.
E’ perciò un’ottima notizia che l’attività della Lega Pro contro le frodi sportive abbia portato, secondo quanto riportato da Agipronews, a un calo del 65 per cento delle segnalazioni relative a gare sospette riferite al campionato 2011/12. Nel campionato 2012/13, che sta per raggiungere il giro di boa, non si è avuta fino ad ora alcuna segnalazione.
Tutto ciò è sicuramente positivo, ma non bisogna assolutamente cullarsi sugli allori e abbassare la guardia. Proprio per questo, l’Integrity Office continuerà il tour di formazione e informazione con incontri territoriali e con i club calcistici.

Share:

martedì 15 gennaio 2013

Clamoroso: scommesse illegali su malati terminali?



(Foto di PlanetObserver)

La notizia è stata diffusa dalla rivista Next di Taipei e sembra che la polizia di Taiwan abbia aperto un’indagine su un giro di scommesse illegali sui malati terminali. Si parlerebbe di un giro di affari che solo nella città di Taichung arrivi ad un miliardo di dollari taiwanesi, e cioè circa 25 milioni di euro, tanto che in città è stata soprannominata una strada “la via delle scommesse sulla morte”.
Questo macabro giro di scommesse coinvolgerebbe anche i parenti dei malati, che guadagnerebbero circa il 10% sulle scommesse, anche se loro si difendono e affermano che quei soldi servono per coprire le spese mediche.


Share:

lunedì 14 gennaio 2013

PresaDiretta: puntata interamente dedicata al calcioscommesse.


Ieri sera è andata in onda un’interessante puntata dedicata al calcioscommesse. Non sono mancati i colpi di scena. In particolare, un pentito ha affermato che la carriera di Salvatore Aronica, difensore del Palermo, sarebbe stata “accompagnata dalla ndrangheta”. Puntata davvero imperdibile, per gli appassionati di betting exchange e scommesse. Clicca qui, per vedere la puntata integrale.
Share:

sabato 12 gennaio 2013

Raccolta giochi: Betfair Italia allo 0,15%.


                                                   


Ieri l’AAMS ha pubblicato sul proprio sito ufficiale l’analisi dei dati relativi al mercato delle scommesse sportive a quota fissa nel 2012. Oltre ai dati riguardanti i vari sport e i vari eventi giocati, è stata anche pubblicata la speciale classifica riguardo la ripartizione della raccolta di gioco per fornitori dei servizi di connettività. 3 operatori (Snai, Lottomatica e Matchpoint) si dividono 2 / 3 del mercato. Gli operatori che si stanno preparando per l’avvento del betting exchange in Italia, Microgame e Betfair, sono rispettivamente a quota 4,76% e 0,15%. La situazione nel dettaglio è possibile vederla nelle immagini allegate al post.

Share:

venerdì 11 gennaio 2013

L’Arjel limita le scommesse in Francia.


L’Arjel (l’Autorità di regolamentazione per i giochi online) sta pian piano limitando l’offerta delle scommesse sportive sugli incontri a rischio combine.
L’Autorità francese ha iniziato il 29 novembre con le partite di rugby, per poi passare al calcio e al basket il 14 dicembre per arrivare nella giornata di ieri a limitare le scommesse anche per alcuni incontri dei campionati francesi di pallamano e di pallavolo.


Queste decisioni sono state prese dopo aver sentito anche i pareri degli organismi sportivi competenti.
L’Arjel per combattere il fenomeno delle combine ha istituito una commissione di sorveglianza composta dagli operatori di gioco, dalle federazioni e dalle leghe degli sport coinvolti e  sarà operativa dal  22 gennaio.
Share:

giovedì 10 gennaio 2013

Calcioscommesse:"Partite Bari per 220.000€!"



Secondo l’accusa, il Bari avrebbe venduto Bari-Treviso (maggio 2008, 0-1) e Salernitana Bari (maggio 2009, 3-2) per la cifra complessiva di 220.000€. I giocatori a cui è stato notificato l’avviso di conclusioni delle indagini sarebbero in gran parte calciatori che vestono (o hanno vestito) la maglia biancorossa del Bari. Spiccano i nomi di: Jean Francois Gillet e di Francesco Caputo (attuale capitano dei galletti pugliesi). Reato contestato: concorso in frode sportiva.
I dettagli (sempre secondo l’accusa):

Bari-Treviso: 10 calciatori del Bari avrebbero intascato complessivamente 70.000€. Il denaro sarebbe stato consegnato dal calciatotore del Treviso William Pianu ai baresi Rajcic, Santoruvo, Lanzafame, Gillet, Esposito, Belmonte, Strambelli, Bonanni, Ganci e Spadavecchia.

Salernitana-Bari: per far vincere i granata, 2 calciatori campani (Fusco e Ganci, nel frattempo trasferitosi a Salerno), insieme al team manager D’Angelo avrebbero offerto 150.000€ a 16 calciatori del Bari e al faccendiere del Bari, Iacovelli. Sarebbe stato lo stesso Iacovelli a distribuire il denaro ai calciatori in parti uguali (circa 7000€ a testa). I calciatori coinvolti sarebbero: Andrea Masiello, Stellini, Lanzafame, Kutuzov, Esposito, Santoni, Parisi, De Vezze, Galasso, Bonomi, Caputo, Gillet, Colombo, Bianco, Edusei e Guberti.
Share:

mercoledì 9 gennaio 2013

Scandali scommesse a stelle e strisce




Anche negli Stati Uniti vi sono stati vari scandali legati al mondo delle scommesse. Data la scarsa tradizione calcistica del Paese guidato da Obama, le scommesse vengono fatte soprattutto sul poker, sull’ippica, sugli altri sport (basket, hockey) oltre che sugli sport tipicamente “americani” (baseball e football). Non volendo andare troppo indietro nel tempo, possiamo dire che nell’ultimo lustro ci sono state una serie di inchieste - e di arresti - riguardanti presunte combine su alcuni eventi sportivi o presunte gestioni “allegre” dei proventi da poker e gaming.
Nel Luglio del 2007, il New York Post dedicò la prima pagina ad una indagine dell’FBI su un arbitro NBA accusato di aver combinato partite da lui dirette e su cui aveva scommesso ingenti somme di denaro.
Poi toccò al poker, oggetto della famosa inchiesta Black Friday: prima fu sequestrato il sito Bodog.com, il cui proprietario insieme a tre soci fu accusato di gioco d’azzardo, riciclaggio e addirittura cospirazione; poi venne attenzionata la Full Tilt, il cui amministratore delegato, Raymond Bitar, si consegnò alle autorità statunitensi dopo un esilio-fuga in Irlanda. Le accuse nei confronti di Bitar furono di frode, gioco d’azzardo e truffa verso i giocatori, per una pena totale richiesta di 145 anni di carcere!
Infine, a fine Ottobre 2012, la polizia di New York ha arrestato 25 operatori del betting tra New York, New Jersey, Nevada, California e Pennsylvania. Tra gli arrestati anche il direttore dell’Area Betting di Cantor Gaming, Mike Colbert, e i proprietari di  PinnacleSports.com, uno dei più famosi book al mondo. Secondo l’inchiesta, le persone coinvolte avrebbero gestito un giro di scommesse online che avrebbe reso circa 50 milioni di dollari in un anno e mezzo. Oggetto delle scommesse erano le corse dei cavalli e vari incontri di football, basket, hockey e baseball.

Share:

martedì 8 gennaio 2013

Calcioscommesse, filone Bari: Ranocchia rischia la squalifica.



Il calcioscommesse è un argomento caldissimo. 3 le notizie di giornata, fresche fresche:
1) Ranocchia va verso l’archiviazione nell’inchiesta penale (caduta la frode sportiva)
2) Sul piano sportivo, il difensore interista rischia l’omessa denuncia.
3) Conte non rischia l’omessa denuncia (solo persona informata sui fatti)

Ribadiamo: le presunte combine, riguardano 2 match: Bari-Treviso 0-1 (maggio 2008) e Salernitana-Bari 3-2 (maggio 2009).
Poi, un’indiscrezione (riportata da diversi organi di stampa): la posizione del Bari, pare, sia peggiorata. Dai verbali emergerebbe il nome di un dirigente pugliese.
Share:

lunedì 7 gennaio 2013

Sotto l'anonimato si parla.




Continuano i nostri post  che parlano del fenomeno del calcioscommesse in Italia e all’estero.
Il magazine inglese “FourFourTwo” ha pubblicato un sondaggio molto interessante. Sono stati intervistati 100 professionisti, dei quali 11 militano in squadre di Premier League.
Un giocatore su 7 ha dichiarato di essere a conoscenza di partite truccate e di averci scommesso dopo le giuste soffiate. La metà degli intervistati ha ammesso l’uso sregolato di droga da parte dei colleghi, la cocaina è quella più diffusa, soprattutto nei periodi estivi, così da stare tranquilli per le analisi di routine. Per il “vecchio” tema del doping , gli intervistati hanno affermato che le sostanze che danno gli “aiutini” sono ancora molto presenti anche ad alti livelli.
Per ciò che riguarda i temi più “sociali”, il 25% ha dichiarato che  un calciatore gay farebbe meglio a tenere per sé il suo orientamento sessuale per non rischiare di essere isolato dal gruppo.

Share:

domenica 6 gennaio 2013

Non solo calcioscommesse: scandalo nella pallamano francese.




Non è solo il calcio ad essere oggetto, da tempo, delle attenzioni di scommettitori illeciti, malavita e speculatori. Addirittura in Francia è recentemente scoppiato un scandalo scommesse legato alla pallamano, sport molto seguito dai francesi. Otto giocatori del Montpellier (squadra che ha vinto nove degli ultimi dieci campionati) sono stati arrestati a Parigi lo scorso Settembre, al termine della partita PSG - Montpellier. Tra gli arrestati, anche i fratelli Luka e Nikola Karabatic, quest’ultimo oro olimpico e miglior giocatore al mondo. L’accusa era di aver intascato 200 mila euro per perdere di proposito la partita del maggio precedente contro il Cesson-Sevigne. L’inchiesta è partita a seguito della segnalazione della Francaise des Jeux che aveva notato e denunciato i flussi anonimi di gioco sulla partita in questione, ed in particolare sul risultato all’intervallo. Le indagini hanno appurato che la maggior parte delle scommesse erano state effettuate dalle mogli e dalle fidanzate dei giocatori, in diversi punti sul territorio francese.

Share:

sabato 5 gennaio 2013

Clamoroso: Ladbrokes compra Betdaq?




Nel mondo del betting, le acquisizioni tra società avvengono di frequente. Generalmente vedono protagonisti uno squalo e un pesce piccolo, in modo tale da far diventare lo squalo ancora più grosso. Stavolta no.
Nelle ultime ore l’autorevole “The Times”
ha rilanciato una notizia incredibile che, se fosse vera, potrebbe generare un vero e proprio terremoto nel mondo del betting.
Richard Glynn, amministratore delegato di Ladbrokes, dopo i tentativi (falliti) di comprare 888 Holdings e Sportingbet starebbe pensando di “ingoiare” Betdaq per una cifra vicina alle 30.000.000 di sterline. Ennesima conferma, dunque, del grande appeal delle piattaforme di scambio scommesse.

Share:

venerdì 4 gennaio 2013

Raccolta giochi: i dati AAMS e la spinta del betting exchange.


AAMS ha reso noto i dati sulla raccolta dei giochi analizzando i primi 9 mesi del 2012 (gennaio-settembre) e confrontandoli con quelli del 2011.
La raccolta dei primi nove mesi del 2012 (63 miliardi) registra un trend positivo rispetto allo stesso periodo del 2011 (55 miliardi) e con un aumento percentuale di 14,5%, la spesa dei giocatori invece evidenzia un decremento pari a circa il 6%. Da precisare che la spesa è la differenza tra la raccolta e le somme restituite in vincite, gli inglesi la chiamano GGR, Gross Gaming Revenues.  
L'incremento del 14,5% della raccolta dei primi 9 mesi del 2012 rispetto allo stesso periodo del 2011 ha riguardato soprattutto 2 settori: le Vlt (con un +63,8%) e poker cash e giochi da casinò online (+256,6%). In calo, tutti gli altri giochi, con vistosi segno meno specialmente nel poker a torneo (-49,5%), giochi numerici a totalizzatore (-24,6%) e ippica (-27,6%).
Decrementi contenuti anche per Lotto (-10,2%), Bingo (-9,5%), Lotterie e Gratta e Vinci (-6%), Newslot (-7%) e scommesse sportive (-1,4%). Per quest’ultime ribadiamo che una forte spinta potrebbe venire proprio dall’introduzione del betting exchange.

Share:

mercoledì 2 gennaio 2013

Calcioscommesse: anche l'Europa ne è infetta.




Come era facile immaginare, il problema del calcioscommesse non riguarda solo l’Italia, ma si estende a tutta l’Europa, inficiando la regolarità di campionati e coppe europee. Nell’ultimo decennio c’è stato un susseguirsi di scandali in vari paesi europei: ricchi e poveri, con grande o con piccola tradizione calcistica.
Nel 2005 in Germania fu arrestato un arbitro, Robert Hoyzer. Fu accusato di aver intascato soldi per combinare i risultati delle partite. L’inchiesta portò all’arresto e alla squalifica di vari dirigenti, giocatori e arbitri.
Sempre dalla Germania, nel 2009, muove i primi passi una inchiesta che porterà all’arresto di decine di persone, accusate di aver “aggiustato” più di 300 partite di campionati bosniaco, austriaco, Ungherese, tedesco, belga, svizzero, oltre a una dozzina di partite tra Champions League ed Europa League.
Nell’estate del 2011 due inchieste parallele, una in Grecia e l’altra in Ungheria, portarono all’arresto di centinaia di persone per un giro di scommesse e di risultati combinati. I nomi degli inquisiti? In moltissimi casi erano gli stessi che erano stato accusati ed arrestati a seguito dell’inchiesta tedesca del 2009.

Share:

martedì 1 gennaio 2013

L'anno che verrà...




Quali sono le speranze per il 2013?
Chiudiamo questo 2012 con la speranza che il decreto finale sul betting exchange arrivi il più presto possibile.
Ci abbiamo sperato, così come gli operatori che credono in questo progetto, che l’anno si potesse chiudere con qualche passo in avanti in più. Così non è stato. Da ottobre tutto tace e nessuna si sbottona.
Dobbiamo sperare che nei primi mesi del 2013 la legislazione sul betting exchange prosegua il suo iter, che So.Ge.I. crei una piattaforma di gioco e che la sperimentazione di questa tipologia di gioco parta.
Cosa buttiamo giù dell’anno che sta per finire?
Buttiamo giù tutte le ostilità verso il betting exchange, buttiamo i pareri negativi, rigettiamo chi associa questa tipologia di gioco al calcioscommesse.
Cogliamo l’occasione per riaugurare a tutti un felice 2013!

Share:

Post consigliati Betting Exchange

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Bonus Betting Exchange

Punta e Banca con BetFlag!

Archivio blog

Segui il Blog via e-mail!

Attenzione

Betting Trader è il primo blog informativo in Italia incentrato sul betting exchange e sul mondo delle scommesse sportive. Il nostro impegno, mira ad aumentare la conoscenza degli utenti sul punta e banca ed incentiva gli stessi ad usare strumenti professionali e statistici sempre utilizzando una gestione del denaro corretta, diminuendo il più possibile il rischio di perdere soldi. Si vuole creare una cultura nuova sul trading sportivo mettendo a disposizione dei lettori una sorta di guida betting exchange e articoli esplicativi. Ci teniamo a sottolineare che il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può creare dipendenza patologica.
Consultare le probabilità di vincita sul sito AAMS. Per cui: siate responsabili.

Choose your language!

Seguici:

Archivio blog

Libro Betting Exchange