Scandalo Intrade: azione legale per recuperare 3,5 milioni



La società irlandese di betting exchange Intrade sta pianificando una azione legale per recuperare 3,5 milioni di dollari dopo una lunga investigazione sulla distrazione di fondi, che avrebbero dissanguato le casse dell’azienda.
Secondo i due nuovi direttori della Intrade, l’americano Romald Bernstein e il britannico Imants Auzins, la società avrebbe fatto versamenti ingiustificati all’ex direttore, John Delaney, morto nel 2011, e a soggetti terzi. Secondo gli attuali amministratori di Intrade, la documentazione per giustificare tali versamenti è insufficiente. Inoltre, risulta un ammanco di cassa dai conti dei clienti di circa 700 mila dollari.
“Per ovvi motivi legali, non possiamo dire molto, ma confermiamo che questa società ha intenzione di attivare tutti i percorsi per arrivare al recupero di circa 3,5 milioni”, ha confermato Bernstein, che poi ha fatto una “promessa solenne” ai clienti truffati: accettare al momento la metà dei soldi e attendere il saldo totale quando questa brutta faccenda si sarà conclusa.

Commenti