Ladbrokes, risultati insoddisfacenti in attesa del betting exchange


Ladbrokes parla di mancanza di “risultati percepibili” delle operazioni online degli ultimi mesi ed ecco che le previsioni dell’anno si rifanno il lifting. Secondo il Ceo Richard Glynn il segmento nel 2013 produrrà profitti al massimo per 14 milioni di sterline: al netto della performance del primo semestre (10,8 milioni ottenuti), la seconda metà dell'anno quindi non dovrebbe andare oltre i 3,2 milioni. I risultati "insoddisfacenti" sono dovuti "alla scarsa competitività delle scommesse sportive e a un percorso di transizione più esteso del previsto". Secondo il Ceo, comunque, l'integrazione della piattaforma online con il betting exchange "sarà completata entro i primi mesi del 2014, e l'impatto sulle performance si vedrà già nel prossimo esercizio, e continuerà in quelli successivi".

Commenti

  1. Bookmaker Ladbrokes è il più antico, ma anche uno dei migliori. Certamente non vorrà problemi con il pagamento di denaro.

    RispondiElimina
  2. Condividiamo la tua opinione e crediamo anche noi che Ladbrokes non rischia i mancati pagamenti. Il bookmaker inglese ha però investito molto nell'ultimo periodo e ogni investimento porta con sé un rischio. L'incognita era proprio il totale dei ricavi del 2013 dai diversi settori, ma con il passare del tempo i numeri hanno preso forma ed ecco che il book inglese ha dovuto fare un passo indietro e rivedere le sue stime.

    RispondiElimina

Posta un commento

Il Blog di Betting Trader è uno spazio aperto, una libera piazza dove far circolare idee, informazioni, pareri e opinioni riguardo la più rivoluzionaria forma di scommesse mai esistita: il Betting Exchange.
Tuttavia, in ogni piazza che si rispetti esistono delle regole. Poche, semplici e di buon senso.
All’interno di questo spazio tutti i commenti sono liberi, quindi non sottoposti in alcun modo a filtri preventivi. Il Blog, però, si riserva il diritto di eliminare in qualunque momento commenti:
-offensivi
-diffamatori
-contenenti contenuti illegali
-che incitino all’odio e alla violenza
-che contengano messaggi xenofobi e omofobi
-contenenti spam
Chiunque scriva su questo blog si assume la piena ed unica responsabilità di quanto sostenuto.