Fare trading nel betting exchange “stando sul pezzo”



Sulle pagine di questo blog abbiamo sempre affermato che vincere nelle scommesse non è una questione di fortuna, ma occorre studiare, conoscere le statistiche, essere aggiornati sugli ultimi risultati, le formazioni, ecc. In poche parole, “stare sul pezzo”. La conoscenza e l’esperienza ci consentono di fare delle previsioni sul possibile andamento di un incontro e, sfruttando le quote dell’Early Market (Mercato iniziale), possiamo riuscire ad avere buoni guadagni.

Nelle scommesse sportive l’Early Market sono le prime quote che fanno “uscire” i bookmaker, ovviamente nel betting exchange sono le prime quote proposte da un utente.
Le prime quote che escono sul mercato  possono essere soggette a forti oscillazioni, soprattutto se la data dell’evento è ancora lontana e se ci sono pochi soldi scommessi. Proprio su queste oscillazioni è possibile fare trading puntando e bancando le quote.
Ovviamente non bisogna dimenticare che si parla di previsioni e anche con tutta la conoscenza del caso è possibile sbagliare!
Prima di mettere le quote sul book che il più delle volte è vuoto, è necessario utilizzare per esempio un servizio di comparazione di quote dei vari bookmaker e inserire gli ordini ad una certa distanza da questi.
Questo tipo di trading consente di avere un basso rischio perchè fatto prima che la partita vada in gioco e quindi se si è dalla parte sbagliata è possibile uscire prima facendo il red up. E' quindi evidente che il betting exchange consente di fare una serie di cose e di strategie che non sono possibili in nessun altra forma di speculazione.

Commenti