Trading sul calciomercato: le 5 regole d'oro.

Pallone sull'erba
(Credit Photo)
Finito il Campionato e con i Mondiali di calcio ormai prossimi si scatenano i rumours sui possibili trasferimenti da un club ad un altro dei giocatori. Proprio sui trasferimenti è possibile fare trading, seguendo pochi e semplici regole.

I trasferimenti dei giocatori avvengono solamente in determinati periodi prestabiliti dagli organismi sportivi. Quindi, la prima regola è di essere aggiornati sull’esatto periodo di apertura e chiusura della sessione di calciomercato.

Per esempio, in Italia, la FIGC ha deciso che per la stagione 2014-2015 la sessione estiva prenderà il via 1 luglio 2014 per chiudersi il 1 settembre alle ore 23.00. La sessione invernale, invece, aprirà il 5 gennaio 2015 e si chiuderà il 2 febbraio alle 23.00. Inoltre, le società di calcio italiane non potranno più acquistare in comproprietà i calciatori, sarà invece possibile rinnovare quelle attuali per un anno.

La seconda regola da seguire è “essere aggiornati”. Occorre consultare fonti attendibili per tenere traccia di tutti i rumors che coinvolgono i trasferimenti dei giocatori.
La terza regola è di non seguire troppi giocatori o club per volta durante la stagione.

Obiettivo è capire se una società ha bisogno di un giocatore in un determinato ruolo, se già girano voci su possibili nomi che potrebbero interessare al club, oppure ancora vengono fatti alcuni nomi che potrebbero interessare al club, oppure se un giocatore non si è integrato dell’allenatore potrebbe partire per altre destinazioni.

La quarta regola è seguire l’andamento delle quote relative ai trasferimenti, operazione indispensabile per essere pronti a cogliere eventuali opportunità.
Infine, ultima regola che ricordiamo sempre è di essere prudenti nel piazzare le giocate, di decidere  quale budget occorre mettere in gioco.

Commenti