"La perdo sempre per una partita"

Quanti di voi, nella loro storia da scommettitori, si sono ritrovati più volte davanti ad una schedina "quasi vincente" e si sono visti sfumare l'opportunità di un'ottima vincita per una o due partite su una serie da 6 - 8 - 10 eventi?
Magari proprio quell'ultima partita che verrà giocata domenica sera, quella che non vi fa perdere le speranze e vi fa immaginare per un intero pomeriggio, tutte le cose meravigliose che nell'arco di qualche ora potrete fare con la vostra vincita.
<<Ci siamo quasi>>, <<Era ora, finalmente!>>, per poi scoprire che all'85', il destino ha deciso di giocarvi un tiro mancino facendo sfumare quella che di li a pochi minuti sarebbe potuta essere una gran serata.

Bene, se a qualcuno è già successo, sicuramente si sarà ritrovato in queste parole, ciò di cui sono assolutamente certo è che ad un mio carissimo amico è successo più volte.

L'ho incontrai un pò di tempo fa e tra una chiacchiera e l'altra, conoscendo la sua passione per il calcio, e per le scommesse sportive, gli domandai: 

A:<<Allora? Come procede con queste schedine? Sei riuscito a pagartela questa vacanza?>>
L:<<Lascia perdere, ci sto per rinunciare, ogni volta, perdo per una o due partite, incredibile.>>

Ci tengo a precisare una cosa, è davvero molto in gamba nei pronostici, un pò per instinto, un pò per passione, riesce davvero a mantenere una buona media di eventi corretti e più volte è andato molto vicino anche a vincite sostanziali, ma si sa, quando sfidi la probabilità composta, rimane sempre quel fattore sostanziale che solo la Dea Bendata della fortuna può offrirti.

Di tutto ciò però mi colpì in particolare una frase:
L:<<Vabè pazienza, alla fine dei conti ne sono uscito a pari, almeno mi sono divertito.>>

In quel momento non ho potuto più aspettare nel chiedergli:

A:<<E se ti dicessi che vista la tua capacità nei pronostici, potresti abbandonare il sistema delle multiple, lavorare sulle singole partite, e guadagnare sugli esiti corretti, perdendo solo quei pochi che sbagli, uscendone comunque con un guadagno e reinvestendo quei guadagni la settimana dopo per ottenere gli stessi risultati? Sicuramente non farai mai una vincita di migliaia di euro in un colpo, ma con la capitalizzazione composta e un pò di costanza, arriverai a guadagnare ottime cifre, così sarebbe ancora più divertente e magari anche gratificante?>>.

Ovviamente vi lascio immaginare la risposta, mi disse che era un ragionamento semplice, ma che nonostante questa semplicità, non si era mai soffermato.

A:<<E se adesso ti dicessi, che potresti addirittura avere la possibilità, di poter limitare le perdite quando vedi che una partita non sta andando come pensavi, o di assicurarti una partita prima ancora che finisca, così da migliorare ancora le tue statistiche e gli utili, questa cosa ti potrebbe interessare?>>

Bene, quella sera è venuto a conoscenza del Betting Exchange, non ne ha più fatto a meno, continua a divertirsi il sabato e la domenica guardando le partite e gestendo le sue posizioni e inizia a godersi quello che nel giro di qualche mese sta diventando un buon rendimento.

Anche con piccoli ragionamenti, forse banali, ma non scontati, il Betting Exchange si dimostra vincente sulle scommesse tradizionali, queste alcune delle potenzialità di questo mondo, che continua e continuerà, nella sua crescita.

"Ne ho persa una? Pazienza, ho chiuso comunque in guadagno!"

Commenti